Brescia sfiora l’impresa, Brindisi la spunta solo nel finale

Una Happy Casa decisamente sottotono rischia più volte di capitolare e, solo negli ultimi minuti, ribalta una Germani che ha assaporato a lungo il colpaccio in terra pugliese.

di Gianluca Rota

Al PalaPentassuglia Brindisi ospita la Germani Brescia per la 9° giornata di LBA. I padroni di casa sono reduci da una sconfitta in Basketball Champions League  al cospetto dei campioni in carica del Burgos , “giustificata” in qualche modo, dall’assenza di Willis e dal viaggio piuttosto turbolento per arrivare in Spagna. Nonostante ciò, i pugliesi vivono un gran momento di forma e in campionato sono imbattuti da sette giornate, con l’ultimo successo ottenuto in terra sarda. Discorso inverso va fatto per Brescia che, sta faticando e non poco, in questo inizio di stagione. La squadra di Esposito è fuori dai giochi in Eurocup, e in campionato ha raccolto solamente due vittorie. Inoltre più di un giocatore è sul banco degli imputati e rischia il taglio ma, tutte le eventuali decisioni, saranno prese durante la sosta per le Nazionali.

 

HAPPY CASA BRINDISIGERMANI BRESCIA 74-71 ( 23-18, 15-18, 18-20, 18-15)

QUINTETTO HAPPY CASA BRINDISI: Thompson, Harrison, Bell, Udom, Perkins

QUINTETTO GERMANI BRESCIA: Chery, Moss, Crawford, Cline, Burns

PRIMO QUARTO:    

Il match parte in sordina e si sblocca solo 2’ con i due punti di Perkins. Per la Germani, è Moss a sbloccare il punteggio con la tripla dall’angolo su un grande assist di Cline. Il terzo marcatore della lega, ovvero Harrison, con un sottomano si accende e porta i suoi nuovamente in vantaggio. Nell’azione seguente, gli risponde Chery sempre con un sottomano. Brindisi prova a prendere il controllo del gioco ma, gli ospiti non si fanno pregare e soprattutto, con i due lunghi Cline e Burns, restano sempre in contatto. Ancora Perkins è a creare problemi nell’area bresciana ed è il più attivo per i padroni di casa, siglando il 21-15. Esposito fa entrare Kalinoski e l’esterno americano spara subito la tripla del -3. L’ultimo canestro del quarto è ad opera di Thompson che, penetra e appoggia il 23-18 finale.

 SECONDO QUARTO:  

Ristic fa da padrone i primi minuti del quarto firmando un 4-0 personale. Vitali allunga il mini parziale sul 6-0 che, viene interrotto dai punti preziosi di capitan Zanelli. Vitucci però, non è assolutamente contento dell’andamento della gara e chiama timeout. Dopo la piccola pausa, si riprende con i canestri di Crawford e Burns e la schiacciata di Gaspardo su un assist illuminante di Thompson. Dopo un altro timeout, questa volta voluto da Esposito, la contesa si assesta sui binari dell’equilibrio e nessuna delle squadre riesce a imporsi. Il quarto si chiude con il canestro di Perkins, migliore nelle fila brindisine, e un leggero vantaggio per la Happy Casa, 38-36.

 TERZO QUARTO:   

Riprende da dove aveva lasciato Nick Perkins che segna e subisce ,senza però, capitalizzare il libero aggiuntivo. La replica bresciana passa dalle mani di Burns e Cline che impattano, 40-40. Udom segna i suoi primi punti e lo fa con una tripla importante, risponde Chery dall’altre parte. Totale equilibrio al PalaPentassuglia ed Happy Casa in evidente difficoltà di fronte alle giocate dei lunghi bresciani, Ristic su tutti. Sul finire del periodo, i pugliesi si affidano al genio creativo di Harrison per mettere punti sul tabellone e il giocatore, ex Maccabi Rishon, risponde presente. Sono 9 i punti nel quarto firmati dalla guardia di Vitucci che porta Brindisi in vantaggio di due lunghezze, 56-54. Però, proprio sulla sirena, Kalinoski ristabilisce la parità, 56-56 dopo 30′.

ULTIMO QUARTO: 

La contesa sembra preannunciare un finale in volata. É Ristic che apre le danze in questi ultimi 10′, ed è un continuo botta e risposta con i liberi segnati prima da Krubally, poi Vitali con i due punti a riportare i suoi in vantaggio. Il tira e molle si conclude al 7′ quando, sul 60-60, Kalinoski prima e Sacchetti dopo, mettono le bombe del +6, 60-66. É immediato il timeout per la Happy Casa. Le cose non sembrano cambiare perchè arriva un’altra tripla da parte della Germani, firmata da Chery. I padroni di casa sembrano davvero alle corde ma, da grande squadra quando mancano 5′, trovano le risorse per poter reagire. I quattro liberi segnati da Bell sono una manna dal cielo e, nella successiva azione offensiva, i punti di Perkins segnano il -1, 68-69. Nulla è ancora deciso. Dopo il timeout chiamato da Esposito, l’inerzia sembra passata nelle mani di Brindisi che, con Thompson, trova il vantaggio. Brescia adesso fa fatica anche a trovare la via del canestro e dall’altra parte la tripla segnata da Zanelli è pesantissima e porta i pugliesi avanti sul +4, 73-69. La formazione di Vitucci ha la possibilità di ammazzare la gara ma Harrison perde una palla sanguinosa che porta ai liberi di Kalinoski, entrambi realizzati. Nell’azione successiva, Bell ha la tripla per il +5 ma non va, sul ribaltamento di fronte, Vitali, a 8” dalla fine, spara la tripla per il sorpasso ma prende il primo ferro ed esce. Timeout Vitucci per gestire al meglio il possesso. La rimessa è affidata a Thompson che trova Bell che, si guadagna due tiri liberi ma ne realizza solo uno per il 74-71. Quando mancano 2”, Esposito ferma il gioco per organizzare la tripla dell’eventuale pareggio. Il tiratore designato è Kalinoski che, riceve la palla, spara la bomba del pareggio ma non va e si spegne sul ferro per la gioia di Brindisi che, ottiene l’ottava vittoria consecutiva in LBA, e consolida il secondo posto alle spalle di Milano.

TABELLINO:

HAPPY CASA BRINDISI: Krubally 2, Zanelli 5, Harrison 19, Visconti, Gaspardo 7, Thompson 9, Cattapan NE, Guido NE, Udom 7, Bell 10, Perkins 15, Willis. All. Vitucci

GERMANI BRESCIA: Crawford 8, Moss 5, Sacchetti 5, Cline 8, Chery 11, Kalinoski 10, Vitali 4, Bortolani NE , Parrillo NE, Ristic 14, Burns 6, Ancellotti NE . All.: Esposito

BASKETINSIDE MVP: Nick Perkins

PROGRESSIVI: 23-18, 38-36, 56-56, 74-71

www.newbasketbrindisi.it
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy