Brindisi, che spettacolo! Espugnata Sassari dopo un overtime

C’è voluto un supplementare per decretare la vincitrice di un match spettacolare e mai banale tra Dinamo Sassari e Brindisi. A spuntarla sono stati i pugliesi per 98-103.

di Alessandro Sanna

C’è voluto un supplementare per decretare la vincitrice di un match spettacolare e mai banale tra Dinamo Sassari e Brindisi. A spuntarla sono stati i pugliesi per 98-103. Trascinati da Banks e Chappel i brindisini hanno portato a casa una preziosa vittoria in uno dei palazzetti più difficili del campionato. Sassari dal canto suo non ha demeritato, anzi ha quasi sfiorato la vittoria, sfumata solo per una giocata da tre punti monumentale che ha permesso all’Happy Casa di pareggiare il match, dominando poi l’Overtime.

Il miglior Spissu della stagione, con 22 punti, non è bastato a Sassari, imprecisa nelle fasi decisive del match e nelle scelte finali. Per Sassari è la seconda sconfitta di fila, dopo quella arrivata a Masnago sul campo di Varese. Niente di preoccupante, certo, ma Esposito avrà di che lavorare in vista del prossimo impegno di campionato.

1° QUARTO:

Pronti via ed è subito Brindisi: Banks e Moraschini creano il primo parziale pugliese, ma Thomas e Spissu rimettono subito in carreggiata i sardi (7-7). Si segna poco nel primo quarto, reso però piacevole dalle folate delle due squadre con Sassari che prova a scappare con Carter e Polonara (18-11), ma con Brindisi pronta a rientrare nel finale grazie a Brown e Banks. Il quarto finisce 20-18 per i sardi.

2° QUARTO:

Secondo periodo aperto da un Walker in gran spolvero che con due bombe di fila ribalta il risultato in favore dei pugliegi (20-24). Sassari è brava e recuperare subito lo svantaggio con un ottimo Spissu che grazie ad assist e triple prende per mano i suoi rilanciando Sassari sul 36-33. Sassari non regge il contraccolpo brindisino che vale un finale con parziale di 11-2 orchestrato da Banks, Gaffney e Brown che consentono all’Happy Casa di chiudere avanti il secondo periodo sul 43-47.

3° QUARTO:

Dopo il riposo lungo rientra in campo una Dinamo galvanizzata che sfrutta la vena di Mcgee autore di 6 punti personali consecutivi che valgono il sorpasso sassarese e costringono Vitucci al timeout (51-49). Chappel e Bansk la ribaltano con un parziale di 6-0, ma Polonara e un ispirato Spissu (gioco da 3pt) pareggiano immediatamente i conti quando mancano 2 minuti e mezzo. Nel finale il contenzioso punto a punto lo vince Sassari che sfrutta la vena realizzativa di Polonara e Carter e chiude avanti il match con i liberi dell’americano che valgono il 68-66 finale.

4° QUARTO:

Nel decisivo e ultimo periodo parte decisamente meglio Sassari che con Magro e un ispirato Spissu vola sul +6, ma Brindisi mai doma ritrova sempre la verve realizzativa e mette in difficoltà la Dinamo già carica di 5 falli di squadra con Wojciechowski e Walker che riportano i pugliesi sul -1 (79-78). Esposito chiede timeout e al rientro in campo Walker punisce la Dinamo con il canestro del sorpasso: il finale si gioca punto a punto con un susseguirsi di emozioni che rendono il match davvero emozionante. Il finale vede i liberi di Carter che sembrano mettere la parola fine alla partit, ma un mai domo Walker la pareggia con un gioco da tre punti che vale il 91-91.

Sarà overtime.

1° OVERTIME:

Subito Chappel che con un gioco da tre punti riporta avanti Brindisi, Sassari smarrisce la via del canestro nei primi 3 minuti del quarto e Moraschini la punisce con i liberi del +5.

Spissu ridà ossigeno ai sardi con la bomba del -2 (94-96), Polonara da sotto la pareggia quando sul cronometro manca un minuto.

Moraschini e Chappel rispondono con un 4-0 di parziale che vale il 96-101 quando mancano 34 secondi. Il finale non regala sorprese con Brindisi che espugna il PalaSerradimigni per 98-103.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy