Brindisi e champagne, Varese travolta da un super James

0

Fabrizio Frates è andato, eppure la storia non è cambiata, con la Cimberio Varese che nulla ha potuto contro il “ciclone” Brindisi, che al PalaPentassuglia ha fatto valere il fattore campo chiudendo sul 96-70.
Non era certamente la partita più semplice per la nuova formazione di Stefano Bizzozi che dopo una buona partenza è stata travolta da una Enel che ha dato l’ennesima dimostrazione di essere una splendida realtà di questo campionato, così come lo era lo scorso anno proprio la Cimberio Varese. Decisive in favore dei pugliesi lenumerose palle perse dai biancorossi (ben 19), ma anche e soprattutto il grande valore di giocatori come Dyson o James, veri e propri grattacapi per la squadra varesina. Non c’è chiaramente tempo di fermarsi; da martedì si comincerà a pensare alle prossime tre gare contro Montegranaro, Pistoia e Pesaro. Partite sicuramente più abbordabili che Ere e compagni non possono permettersi di perdere.

La tripla di Polonara e la penetrazione di Clark valgono il 5 a 0 biancorosso di inizio match, ma i padroni di casa sono lesti a recuperare con Dyson, James e Lewis. Ci pensano Ere e Clark a trovare il nuovo vantaggio con triple precise che indirizzano la gara. A raddrizzarla in favore dei pugliesi è Zerini, i cui 7 punti consecutivi valgono il primo vantaggio di casa del match (21-16). James e Lewis farciscono il gap, ma Varese con Sakota accorcia fino al 27-19 del 10?.
Il capitano Ere  inaugura il secondo periodo con una bomba precisa, ma Brindisi con Todic tocca ben presto il+14 (36-22) costringendo Bizzozi al timeout. Il rientro in campo sblocca i biancorossi che accorciano con Banks e De NicolaoSolo un fuoco di paglia, perché l’Enel ritorna sul +13 con Lewis bravo a realizzare un gioco da 2+1 dopo un tiro sbagliato da Ere. La Cimberio non reagisce e scivola più a fondo fino al -18 (48-30) di metà gara.
Clark parte con una tripla, ma l’Enel punisce subito con Lewis e James che portano i loro sul 52-33. Stavolta la Cimberio non sbanda e reagisce con il trio Banks-Clark-Ere che timbra il momentaneo -11 (54-43) e costringe Bucchi al timeout. Al rientro Banks dalla lunetta fa il -8 annullando i liberi di Dyson. Sale allora in cattedra James, lesto a riportare i suoi nuovamente sul +15 (66-51) a 2 minuti dall’ultima pausa. La reazione biancorossa è minima con il tabellone che al 30? si ferma sul 70-54.
Sakota prova a scuotere i suoi con 5 punti di fila ma Brindisi risponde alla grande con Campbell e Jacksonche fanno un +22 che la compagine biancorossa non riesce più a ribaltare.

Enel Brindisi-Cimberio Varese: 96-70 (27-19; 48-30; 70-54)

ENEL BRINDISI: James 27, Todic 8, Morciano ne, Formenti ne, Dyson 18, Lewis 17, Chiotti 2, Zerini 7, Snaer 2, Leggio ne, Campbell 9, Jackson 6. Coach: Bucchi.
CIMBERIO VARESE: Scekic 1, Sakota 8, Rush 2, Clark 24, Banks 10, De Nicolao 5, Battistini ne, Johnson, Balanzoni ne, Mei, Ere 15, Polonara 5. Coach: Bizzozi.

Fotogallery a cura di Vito Massagli

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here