Brindisi è senza pietà, e aggancia una Pesaro in palese difficoltà al quarto posto

0

Quintetti:

Pesaro: Moretti, Abdur-Rahkman, Charalampopoulos, Cheatham, Kravic

Brindisi: Mascolo, Reed, Lamb, Burnell, Perkins

1° QUARTO: Lamb apre le marcature, ma Kravic risponde con due ottimi canestri dall’alto tasso tecnico; Mascolo accorcia sul 7-6 ma due ottimi guizzi difensivi dei biancorossi impediscono il sorpasso. Lamb firma il pareggio con un canestro dalla distanza ma Moretti dice +4 al 5’. L’ex di serata trova il quarto canestro personale per il 13-15, così Repesa decide di mescolare il quintetto ma le due squadre non trovano più la via del canestro. Pesaro non trova più un tiro facile ma Kravic riesce a firmare il pareggio, un minuto prima della sirena del primo quarto, che termina sul 15 pari.

2° QUARTO: Moretti sblocca i suoi dall’arco dopo 7 errori, ma anche Bowman muove il punteggio per i pugliesi. Bayehe allunga il parziale ed Harrison ci mette del suo con 2 triple per il 0-10 di parziale in 2’. Gudmunsson trova la tripla che chiude il break ma una infuocata Brindisi mette tanta pressione ai locali che affrettano tiri, con Harrison che sigla il punto personale numero 11 a metà frazione, che vale il 21-32. Mascolo dice 2+1 per il 21-37 poi la VL trova 2 rapidi canestri che non riescono a ribaltare l’inerzia, Harrison e Rahkman forzano gli ultimi due tiri che lasciano il punteggio sul 25-41.

3° QUARTO: Reed e Burnell dicono +23 mentre Pesaro continua a sbagliare ogni tiro, liberi compresi. Il punteggio tocca il 25-50 al 23’, prima della tripla di Cheatham ma la truppa di Vitucci continua a mantenere una elevata qualità di gioco; il 55 di Repesa trova un altro bersaglio pesante, seguito poi da Delfino per il -20. Visconti e Gudmunsson provano a spingere i biancorossi sul -15 che stringono le maglie in difesa, concedendo pero banali palle perse. Bowman segna in acrobazia, poi Delfino risponde da 3; i rimbalzi offensivi premiano gli ospiti che riallungano sul 50-68 con le due triple di Burnell.

4° QUARTO: Reed inizia la frazione con un 2+1, compensato poi da Delfino; Bowman e soci si rifiutano di mollare la presa sulla gara con Reed che firma il punto numero 8 nella frazione per il 56-78 al 34’. Ormai la partita si sposta sul doppio confronto, con Pesaro che partiva dal +28 dell’andata: Rahkman continua a litigare col ferro, al contrario di capitan Delfino. Mezzanotte però risponde dall’arco e Bayehe dice +27 a 3′ dal termine. La squadra di Vitucci rimane super reattiva sotto i tabelloni e recupera palloni decisivi per trovare il vantaggio anche nel doppio confronto; Pesaro fatica in ogni fondamentale cestistico in questo finale contro una Brindisi apparsa onnipotente oggi. Finisce 70-100 con Brindisi che ribalta quindi la differenza canestri.

MVP Basketinside: D’Angelo Harrison (18 punti, 3/7 da 3, 8 rimbalzi)

CARPEGNA PROSCIUTTO PESARO – HAPPY CASA BRINDISI: 70 – 100

Pesaro: Kravic 12, Abdur-Rahkman 4, Visconti 8, Moretti 10, Tambone, Stazzonelli ne, Gudmundsson 7, Charalampopoulos, Cheatham 13, Delfino 16. All. Jasmin Repesa

Brindisi: Burnell 11, Reed 14, Basta ne, Bowman 8, Harrison 18, Lamb 11, Mascolo 11, Bocevski ne, Mezzanotte 5, Riismaa 2, Bayehe 4, Perkins 16. All. Francesco Vitucci