Brindisi indirizza la gara nel primo quarto e passa agevolmente su Cremona

0

La gara del PalaPentassuglia mette di fronte due squadre che hanno bisogno di una vittoria per riscattare le ultime brutte uscite. La Happy Casa è reduce da tre sconfitte consecutive, l’ultima arrivata a Pesaro, mentre la Vanoli Cremona arriva dal k.o. interno contro Reggio Emilia ed è alla disperata ricerca di punti salvezza.

HAPPY CASA BRINDISI – VANOLI CREMONA 87-65 (31-11, 14-16, 18-22, 24-16)

QUINTETTO HAPPY CASA BRINDISI: Clark, Harrison, Gaspardo, Udom, Perkins

QUINTETTO VANOLI CREMONA: Juskevicius, Spagnolo, Pecchia, Tinkle, McNeace

PRIMO QUARTO:

Comincia benissimo l’Happy Casa: grazie alle folate offensive di Harrison vola immediatamente sul +10 (12-2). La zona di Cremona è inefficace, non impensierisce l’attacco brindisino che non si ferma e allunga il divario (22-9). Il solito Harrison porta i pugliesi a chiudere il primo quarto avanti di ben venti lunghezze (31-11).

SECONDO QUARTO:  

Poeta prova a scuotere i suoi ma il copione non cambia: le triple di Zanelli e Redivo fanno male alla squadra di Galbiati, che non riesce a trovare contromisure al dominio dei padroni di casa. Arriva, verso metà frazione, una fase di stallo piena di errori per entrambe le compagini. Cremona riesce a rosicchiare qualche punticino e con la tripla a fil di sirena di Spagnolo riesce a vincere il parziale del secondo periodo e andare negli spogliatoi sotto sul 45-27.

TERZO QUARTO:    

I piccoli segnali di reazione visti nel secondo quarto, vengono confermati da Cremona che trova in Spagnolo l’uomo in grado di mettere in difficoltà la difesa pugliese e condurre gli ospiti persino sul -10 (57-47). Brindisi però, sul finire del quarto, si affida ad Harrison che prima trova la tripla del +13, e dopo serve l’assist per altri punti ad opera di Adrian. Dopo 30′ i ragazzi di Vitucci conducono sul 63-49.

ULTIMO QUARTO: 

L’ultimo quarto si apre con i due punti di Adrian e la tripla di un ispirato Spagnolo per il -13 (65-52). Da qui in poi Cremona scompare nuovamente dalla partita e sale in cattedra uno scatenato Lucio Redivo che letteralmente spacca in due il match mettendo tre super triple per l’allungo definitivo della Happy Casa (76-56). Acquisito il vantaggio di venti lunghezze, gli ultimi 4′ sono di garbage time. Il risultato finale è 87-65.

TABELLINO:

HAPPY CASA BRINDISI: Adrian 12 (3/5, 2/2, 10 r.), Gentile 4 (2/3, 2 r.), Zanelli 3 (0/2, 1/3, 4 r,), Harrison 20 (5/6, 3/5, 5 r.), Visconti ne, Gaspardo 7 (2/4, 1/3, 1 r.), Redivo 14 (1/2, 4/6, 1 r.), De Zeeuw (0/1, 1 r.), Clark 7 (2/4, 1/4, 2 r.), Udom 2 (1/5, 0/4, 7 r.), N. Perkins 18 (6/10, 1/3, 6 r.), Antonaci ne. All.: Vitucci.

VANOLI CREMONA: Dime (0/2, 4 r.), McNeace 6 (3/5, 5 r.), Pecchia 3 (0/3, 1/3, 4 r.), Poeta 4 (2/7, 0/1, 2 r.), Spagnolo 20 (3/9, 3/3, 5 r.), Kohs (0/1, 0/2), Tinkle 16 (4/5, 2/5, 5 r.), Cournooh 10 (3/4, 1/7, 7 r.), Juskevicius 6 (1/3, 1/7, 3 r.), Agbamu ne. All.: Galbiati.

BASKETINSIDE MVP: D’Angelo Harrison 20 punti (5/6, 3/5, 5 r.)

PROGRESSIVI: 31-11, 45-27, 63-49, 87-65