Brindisi lotta con orgoglio ma non basta: vince l’Olimpia ed è Milano-Siena

0

L’Olimpia Milano batte la New Basket Brindisi col punteggio di 94-89. I milanesi dunque conquistano il quarto posto in classifica. Quindi ai playoff sfideranno la Mens Sana Siena con il fattore campo a favore, vista la contemporanea sconfitta dei toscani in casa contro Sassari. Milano ha dunque la possibilità di vendicare le numerose sconfitte degli anni passati contro i biancoverdi.
Partita odierna giocata a ritmi alti, con difese piuttosto blande e attacchi che hanno tirato con percentuali altissime. MVP il solito Alessandro Gentile, che chiude il suo straordinario girone di ritorno segnando 18 punti con 10 assist per un incredibile 27 di valutazione. Da sottolineare la prestazione di Nick Melli che chiude con 15 punti, 7/7 dal campo e 8 rimbalzi. Grande ritorno per Ioannis Bourousis: 12 punti e 5 rimbalzi. Bella prova anche dell’altro centro Mensah-Bonsu con 11 punti e 6 rimbalzi (19 di valutazione) in appena 8’. Dall’altra parte 25 con 6/7 da 3 di Scottie Reynolds.

Milano parte con Green, Gentile, Hairston, Fotsis e Radosevic. Brindisi risponde con Reynolds, Gibson, Viggiano, Robinson e Simmons. I primi 2 punti del match sono targati Leon Radosevic. Milano prova subito ad alzare i ritmi ed allungare affidandosi ai punti di Gentile e Fotsis: subito 9-4. I salentini però riescono a piazzare un parziale di 9-2: 5 punti di Viggiano, 2 schiacciate di Simmons e gli ospiti si portano addirittura a un possesso pieno di vantaggio. L’Olimpia però scalda la mano dalla lunga: Green fa 2/2 e il greco Antonis Fotsis piazza la seconda tripla della sua partita per il 19-19, visti altri 6 punti dell’ex di turno Jeff Viggiano. Bremer e Formenti fanno botta e risposta dai 6.75 e Jerai Grant chiude il primo periodo con un tiro libero segnato: 24-27.

Si ricomincia e a ristabilire la parità ci pensa Nick Melli con una bomba che vale il 27-27. Le squadre danno spettacolo con Grant e Gentile che schiacciano una volta a testa. Si iscrive poi alla festa il re delle giocate spettacolari: Pops Mensah-Bonsu. L’ex Toronto Raptors accetta l’invito del compagno Gentile (già al quinto assist) e inchioda sul suo lob. Milano  ritorna in vantaggio dopo quasi 10’ grazie allo show di Melli, che tocca 9 punti segnati: il nativo di Reggio Emilia arriva ben tre volte fino al capolinea, facendo anch’egli tremare il ferro del Forum di Assago. Sembra essere a una partita degli Harlem Globetrotters: ancora un’affondata, della quale stavolta l’autore è Ale Gentile, che poi trasforma due liberi. Ritorna a segnare anche Ioannis Bourousis che mette 4 punti consecutivi in faccia a Simmons: 48-40. L’Olimpia però chiude con una sciagurata rimessa che regala la schiacciata in contropiede a Viggiano: 48-44 all’intervallo.

Il terzo quarto inizia con l’inerzia dalla parte di Brindisi: l’Enel infatti si affida a Jeff Viggiano che piazza un’altra tripla e a riportare in vantaggio gli ospiti è Scottie Reynolds che con un palleggio-arresto-tiro da fuori firma il 52-53. Si continua all’insegna delle difese blande: Green segna la terza bomba della sua partita. Zerini e Gentile fanno botta e risposta dalla lunga, Milano conduce con un vantaggio sempre molto risicato: 60-56 al 25’. Torna a segnare Nicolò Melli e Hairston mette a referto i primi 3 punti della sua partita, ma dall’altra parte c’è Gibson che risponde con la stessa moneta. Poi i due capitani si sfidano: prima Ndoja da sotto, poi Malik dalla lunga. A mettere tutti d’accordo è Scottie Reynolds che segna da 3 e chiude il terzo periodo sul 69-69.

Pronti, via ed è subito Ioannis Bourousis che torna a dominare dopo l’infortunio: nonostante un’altra bomba del prodotto di Villanova, il buon greco mette due schiacciate consecutive e riporta i suoi in vantaggio sul 73-72. Parziale di 8-0 dell’Olimpia coronato da altri 4 punti consecutivi, firmati stavolta Nick Melli: 77-72 al 34’, Bucchi è costretto al time out. Milano continua a dominare sull’asse Melli-Bourousis: l’italiano imbecca il greco in contropiede, poi l’ex Olympiakos segna ancora sul nono assist di Alessandro Gentile. Hairston chiude l’alley oop di Green ed è 83-76. Reynolds però fa tremare i tifosi biancorossi: due bombe consecutive ed è 83-82 a 1’50” dalla fine. A risolvere i problemi è Mensah-Bonsu con un’incredibile affondata e un rimbalzo offensivo al quale segue la realizzazione dell’87-84. Gentile mette 2 liberi ma risponde Brindisi con una bomba di Robinson: 89-88. Fotsis fa 3/4 in lunetta e Pops la chiude alla grande con una schiacciata in contropiede: il quarto posto è di Milano, 94-89.

OLIMPIA MILANO 94-89 NEW BASKET BRINDISI (24-27; 48-44; 69-69)

MILANO: Hairston 8, Gentile 18, Fotsis 9, Green 9, Mensah-Bonsu 11, Melli 15, Basile 2, Bourousis 12, Radosevic 7, Bremer 3, Giachetti NE, Chiotti NE. 
BRINDISI: Gibson 5, Viggiano 17, Reynolds 25, Ndoja 6, Robinson 19, Formenti 5, Fultz, Zerini 3, Grant 3, Simmons 6, Alibegovic NE. 

 

Fotogallery a cura di Claudio Degaspari