Brindisi si illude, ma con le polveri bagnate deve arrendersi a Milano

La Happy Casa illude per un quarto e mezzo, ma poi si spegne. Troppi gli errori al tiri per poter sperare di battere Milano. Buono l’esordio di Lydeka

di Andrea Ciaccia

La Happy Casa illude per un quarto e mezzo, ma poi si spegne. Troppi gli errori al tiri per poter sperare di battere Milano. Buono l’esordio di Lydeka.

STARTING FIVE

BRINDISI: MOORE, SUGGS, TEPIC, SMITH, LYDEKA

MILANO: THEODOR, GOUDELOCK, KUZMINSKAS, MICOV, CUSIN

CRONACA

Primo quarto: Inizio scoppiettante, con canestri messi a segno da entrambe le parti, una facile entrata di Theodor per Milano e dall’altra parte una tripla di Suggs e una di Smith, si gioca in velocità, 13-10 4’. Lydeka sembra giocare a Brindisi da sempre già sei punti e un assist a referto, dopo due facili punti di Smith e un tiro dalla media di Goudelock, 21-16, timeout Milano, 8’10”. Pregevole azione di Suggs, che ruba palla, si invola in transizione e serve con uno schiacciato Tepic, che ringrazia e deposita a canestro, 23-16, 9’. Il quarto termina con un tiro con piedi sulla linea dei tre punti di Moore, 25-18.

Secondo quarto: Lydeka prende rimbalzo offensivo e appoggia a canestro, Mesicek in lenta entrata la mette dentro senza essere contestato, 29-18, timeout Milano, 12’. Tripla di Suggs su scarico di Lydeka, Milano non segna più e Brindisi sorprende tutti, 32-18 13’30”. Piccolo breack di Milano, dopo due tiri liberi di Gudaitis, 32-24, 15’. Mesicek prima con una tripla e poi dalla media, Milano con due tiri liberi di Bertans e un canestro dalla media e un facile canestro di Gudaitis dopo una palla persa di Brindisi in fase difensiva, 39-35, 18’20”. Ultimo possesso che sarebbe dovuto essere di Brindisi, ma Suggs perde palla e commette un fallo ritenuto antisportivo, copiosa la contestazione dei tifosi. Gudaitis segna un solo tiro libero, e con 8 secondi da giocare, ultimo tiro ancora per Gudaitis, che sbaglia, 42-40.

Terzo quarto: Moore ancora non è entrato in partita, 0/5 da tre punti, a Brindisi servono le sue triple, soprattutto contro Milano, dopo una perfetta azione corale, Suggs completamente da solo sbaglia la tripla, 42-45 24’. Abass da tre punti, Brindisi cerca di rispondere, ma ha le polveri bagnate, Milano difende forte con mani addosso, Brindisi al primo contatto è subito fallo, Smith fallo su Theodor, che mette dentro i due tiri liberi, 46-57 27’. Dopo un tiro da tre sbagliato di Moore, reazione di rabbia (nei suoi confronti per l’errore) e gli arbitri fischiano fallo tecnico, due tiri liberi messi a segno da Milano, ed errore nell’ultima azione, dal pubblico piovono fischi nei confronti degli arbitri, 49-60.

Quarto quarto: Brindisi sbaglia troppo e contro Milano non te lo puoi permettere, una tripla di Mesicek, Bertans da sotto risponde subito, 59-71, timeout Vitucci, 34’30”. Micov  con una tripla chiude le speranze di Brindisi, 62-74, anche se mancano ancora 4’. La partita termina con il punteggio di 72-84, a Brindisi sono mancate le triple indispensabili di Moore.

MVP BASKETINSIDE.COM: Micov (17 punti 28 di valutazione)

HAPPY CASA BRINDISI – EA7 EMPORIO ARMANI MILANO 72-84

Parziali: 25-18, 42-40, 49-60

A breve i tabellini.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy