Brindisi si spegne sul più bello e Sassari espugna il PalaPentassuglia

Brindisi si spegne sul più bello e Sassari espugna il PalaPentassuglia

Partita decisa solo negli ultimi istanti, dove la maggior energia di Sassari prevale su una Brindisi stanca.

di Gianluca Rota

Per la dodicesima giornata di LBA, al PalaPentassuglia va in scena il big match tra Happy Casa Brindisi e Dinamo Sassari, entrambe appaiate al secondo posto con 14 punti. Nelle fila dei pugliesi, c’è il rientro importante del capitano Adrian Banks che torna dopo aver saltato le sfide  contro Trento e Saragozza, ma, Brindisi dovrà fare a meno di uno dei migliori difensori del campionato, ovvero Kelvin Martin che, in settimana, nella sconfitta in Champions League contro la compagine spagnola del Saragozza, ha subito grave infortunio che lo terrà lontano dai campi di gioco per almeno 40 giorni. La Dinamo, invece, arriva da una brutta prestazione casalinga nella sfida di Champions League contro il Manresa, partita che ha visto gli uomini di coach Pozzecco capitolare negli istanti finali.

QUINTETTO HAPPY CASA BRINDISI: Thompson, Banks, Gaspardo, Stone, Brown

QUINTETTO DINAMO BANCO DI SARDEGNA SASSARI: Spissu, Vitali, Pierre, Evans, Bilan

Brindisi trascinata dal solito super Adrian Banks non può nulla e deve cedere al dominio sotto i tabelloni degli uomini di Pozzecco che, raccolgono una vittoria fondamentale anche in ottica final eight di coppa Italia.

PRIMO QUARTO:  

Un primo periodo all’insegna dell’equilibrio, si apre con i primi due punti di Bilan con il suo classico movimento in post basso; Brindisi trova i suoi punti attraverso i recuperi difensivi, tramutati in transizione da Thompson e da un immarcabile Banks. È un continuo botta e risposta, i rimbalzi offensivi sono un fattore per i sardi che con il duo Bilan-Evans dominano sotto le plance. Un buon Mclean, uscendo dalla panchina mette a segno quattro punti consecutivi che pongono fine alla prima frazione che si chiude sul 17-21 in favore degli ospiti.

SECONDO QUARTO:  

Brindisi inizia con un energia diversa il quarto, con delle ottima difese e contropiedi concretizza un devastante parziale di 10-0 che porta i pugliesi sul +6 (27-21) a metà periodo. Con un rimbalzo in attacco Pierre interrompe il parziale, Sassari recupera terreno e la partita ritorna sui binari dell’equilbrio. Sul finale di tempo, arrivano da una parte, dopo una bella azione offensiva, la tripla di Thompson e sul ribaltamento di campo Stefano Gentile esegue un bel palleggio, arresto e tiro che manda le due squadre all’intervallo in perfetta parità, 39-39.

TERZO QUARTO:    

Al rientro dalla pausa lunga, i primi cinque minuti di frazione, continuano sulla falsa riga dei primi due quarti. L’uscita per falli di Tyler Stone è una grave perdita per i padroni di casa che per tre minuti non riescono più a trovare la via del canestro; la Dinamo però, non ne approfitta, così la partita scorre sempre sul filo dell’equilibrio, ma sul finale di quarto si accende Curtis Jerrels che con pochi secondi da giocare, spara la tripla in faccia a Zanelli e porta Sassari al massimo vantaggio (+5). La terza frazione va in archivio sul 55-60 per gli ospiti.

ULTIMO QUARTO:

Inizio di periodo esaltante per gli isolani che con le le triple di Gentile e Jerrels volano sul +11 (55-66). Brindisi con orgoglio risponde con quattro punti consecutivi firmati da Zanelli e Banks; ed è proprio Adrian Banks a guidare la riscossa brindisina, parziale di 7-0 che oltre alla  tripla del capitano, porta la firma anche di un encomiabile Ikangi. Timeout chiamato da Pozzecco per interrompere l’ottimo momento dei padroni di casa, ma Banks continua a martellare da 3 punti e Brindisi opera il sorpasso (69-68). Pierre con un perfetto uso del piede perno interrompe il parziale dei pugliesi che, trovano in Banks l’unica arma offensiva. Dopo la tripla del contro sorpasso firmata da Michele Vitali, coach Vitucci chiama timeout ma, l’Happy casa negli ultimi 2′ appare stremata. La Dinamo con la tripla fondamentale di Spissu va sul +4, e poi allunga in contropiede con Pierre che schiaccia il +6 (75-81). Possono scorrere i titoli di coda al PalaPentassuglia, Sassari stende Brindisi, 77-83.

HAPPY CASA BRINDISI – DINAMO BANCO DI SARDEGNA SASSARI 77-83  ( 17-21, 22-18, 16-21, 22-23)

BASKETINSIDE MVP: Dwayne Evans

TABELLINO:

HAPPY CASA BRINDISI: Brown 2,Banks 24, Zanelli 7, Iannuzzi 5, Gaspardo 7, Campogrande n.e., Thompson 15, Stone 8, Ikangi 9, Cattapan n.e. . All.: Vitucci

DINAMO BANCO DI SARDEGNA SASSARI: Spissu 8, Mclean 5, Bilan 12, Bucarelli n.e., Devecchi n.e., Evans 18, Magro n.e. Pierre 17, Gentile 5, Vitali 12, Jerrells 6 . All.: Pozzecco

PROGRESSIVI: 17-21, 39-39, 55-60, 77-83

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy