Brindisi tocca quota 100 e fa sua la gara contro una decimata Fortitudo

La Happy Casa prende il largo nel secondo periodo, controlla con autorità e dilaga nel finale contro una Fortitudo con rotazione cortissime, a cui non bastano i punti di Banks e Whiters.

di Gianluca Rota

La 6° giornata di LBA si chiude con il big match tra Happy Casa Brindisi e Fortitudo Bologna. È la gara del ritorno tanto atteso di Adrian Banks da avversario al PalaPentassuglia. Il nativo di Memphis, dopo due strepitose stagioni da capitano, quest’estate ha lasciato la compagine pugliese, non senza polemiche, per accasarsi a Bologna, sponda Fortitudo. Altro ex di serata è coach Meo Sacchetti che, in un’annata piuttosto deludente, sedette sulla panchina biancoazzura. Le due compagini arrivano a questo match con umori diversi. La formazione guidata da coach Vitucci è reduce da ben quattro vittorie consecutive, ultima la vittoria a Trieste, e non ha intenzione di fermarsi. Invece, gli ospiti sono partiti a rilento in campionato ottenendo una sola vittoria e complici gli infortuni di Happ, Fantinelli e la positività al Covid di Fletcher, sono reduci dalla sonora sconfitta rimediata in Champions League contro Bamberg. La Happy Casa per questo match potrà disporre del roster al completo, mentre per la Fortitudo c’è da segnalare l’esordio del neo acquisto Marco Cusin e le assenze di Happ, Fantinelli e Fletcher.

HAPPY CASA BRINDISIFORTITUDO BOLOGNA  100-74 ( 23-26, 27-11, 19-20, 28-14)

QUINTETTO HAPPY CASA BRINDISI: Thompson, Harrison, Bell, Willis, Perkins

QUINTETTO FORTITUDO BOLOGNA: Sabatini, Banks, Aradori, Whiters, Totè

PRIMO QUARTO:  

Il duello Harrison-Banks infiamma la gara fin dalle prime battute. Partenza sprint per la Fortitudo che, guidata da Banks e dalle triple di Whiters, si porta in vantaggio sul +7, 6-13. Gli uomini di Sacchetti impattano bene la gara e trovano con costanza la via del canestro, mentre, la Happy Casa sbaglia qualche tiro di troppo. A metà periodo gli ospiti, con i liberi di Whiters si portano al massimo vantaggio, +8. Sul finire dei primi 10’, si accende il duello Harrison-Banks ed è un vero spettacolo. Il bomber di Brindisi mette a segno  sette punti consecutivi ed entra definitivamente in partita. Replica Adrian Banks con la tripla del +6, 20-26. Negli ultimi possessi, Aradori sigla il canestro che sembra chiudere il primo periodo, ma Harrison ,praticamente da casa sua, mette la tripla allo scadere. I primi 10’ vedono in leggero vantaggio Bologna, 26-29.

SECONDO QUARTO:  

È show brindisino nei secondi 10′ minuti. Udom mette la tripla del pareggio ed Harrison consente il sorpasso dei padroni di casa, 31-29. Ancora Banks per la Fortitudo a fare la voce grossa in attacco e riportare i suoi nuovamente in vantaggio. La tripla di Zanelli e la schiacciata di Willis danno il +5 per i pugliesi; Whiters non ci sta e con la tripla accorcia le distanze. La Happy Casa, a metà frazione, prende in mano il match e con una intensità importante sui possessi difensivi, sbarra la via del canestro agli ospiti e si scatena in campo aperto con le super schiacciate di Willis e Thompson, mettendo a segno un parziale di 10-0.Così, il primo tempo si conclude con l’allungo della formazione di Vitucci che, conduce la contesa di tredici lunghezze, 53-40.

  TERZO QUARTO:    

La Fortitudo tenta di restare in gara e rientra bene dalla pausa lunga. I canestri di Whiters e Totè inducono subito Vitucci al timeout. Brindisi si rimette subito in gareggiata con le triple di Willis e Thompson. I fortitudini non ci stanno e rispondono colpo su colpo. Il match cala di intensità e le azioni si fanno più lente. Con lo step back da tre punti di Aradori e i liberi di Banks gli ospiti arrivano sul-8 ma, vengono ricacciati indietro da un prezioso Thompson, autore di 22 punti a fine match. L’ultimo possesso del quarto è affidato ad Harrison che si conferma il padrone degli istanti finali e confeziona un gioco da tre punti pesantissimo. 72-60 è il punteggio dopo 30′.

ULTIMO QUARTO: 

Gli ospiti cedono il passo e Brindisi dilaga. Negli ultimi 10′, le rotazione ridotte all’osso della Fortitudo si fanno sentire e i pugliesi ne approfittano. Krubally su tutti fa la voca grossa sotto canestro e mette i primi punti della frazione. La compagine bolognese si regge esclusivamente sulle iniziative di Adrian Banks, 23 per lui, e sulle triple di un chirurgico Whiters, 6/7 da tre. Dopo i primi minuti del quarto più combattuti, si entra nel garbage time, con i padroni che scappano definitivamente, con i canestri di Gaspardo, che mettono un ipoteca sulla gara. Per il resto c’è da segnalare i minuti concessi da Vitucci , nel finale, a Visconti e Cattapan. Proprio con il canestro di Visconti, Brindisi tocca quota 100 punti e il punteggio finale recita 100-74 per la Happy Casa.

TABELLINO:

HAPPY CASA BRINDISI: Krubally 10, Zanelli 8, Harrison 22, Visconti 2, Gaspardo 12, Thompson 22, Cattapan, Guido ne, Udom 3, Bell 2, Perkins 4, Willis 15. All. Vitucci

FORTITUDO BOLOGNA: Banks 23, Aradori 12, Cusin, Mancinelli 1, Simon ne, Dellosto, Palumbo, Withers  24, Totè 9, Sabatini 5. All.: Sacchetti

BASKETINSIDE MVP: D’Angelo Harrison

PROGRESSIVI: 26-29, 53-40, 72-59, 100-74

www.newbasketbrindisi.it
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy