Cantù in trasferta non vince mai, Sassari ritrova la vittoria

Tre quarti dominati con il solo secondo periodo concesso agli ospiti, che reggono fino al trentesimo prima di affondare nel quarto periodo.

di La Redazione

Nel match dell’ora di pranzo tra Sassari e Cantù i sassaresi ritrovano la vittoria dopo il tonfo di Brescia: trascinati da Bell, Lacey e Stipcevic i sardi strappano 2 punti importantissimi in casa contro una Cantù che solo con dei lampi riesce a tenere testa alla Dinamo per 3 quarti. Dopo una partenza col freno a mano tirato infatti, culminata con un parziale iniziale di 7-0, tramutatosi poi in un 17-4, Johnson ha preso in mano i suoi riavvicinando la squadra lombarda fino al sorpasso del secondo periodo, poi complice un Bell inarrestabile e uno Stipcevic ritrovato la Dinamo ha saputo far suo un match che dal terzo periodo ha avuto un solo padrone.

1° QUARTO:
Partenza shock per Cantù che in Amen si becca un parziale di 7-0 da parte di Sassari: Bolshakov chiama timeout, ma il copione del match non cambia con Lydeka e Lawal che hanno vita facile da sotto con i sassaresi bravi a volare sul 17-4. La reazione di Cantù è affidata a Johnson che segna in 9 minuti 9 punti che tengono in vita i canturini che grazie ad un break di 5-0 sono capaci di rimanere attaccati alla partita riavvicinandosi sul 21-12.

2° QUARTO:
Con 15 punti in 12 minuti è Johnson il protagonista dei primi minuti del secondo periodo che riporta Cantù fino al -6, Sassari è in difficoltà e Parrillo non perdona dai 6.75 con il canestro del sorpasso. I sardi sono in difficoltà e non riescono più a trovare la via del canestro subendo gli attacchi lombardi con Cournooh che da protagonista nel finale piazza il 33-37.

3° quarto:
Dopo il riposo lungo Sassari riesce pian piano a riprendersi in mano un match che dopo un dominio iniziale si stava incanalando sulla strada di Cantù:
Bell e Lacey sono i protagonisti della riscossa isolana prima con i punti del pareggio sul 47 pari, poi con l’assistenza di Lacey bravi a creare il solco che chiude il tempo in favore di Sassari per 57-54.

4° QUARTO:
L’ultimo periodo si apre con un tecnico fischiato per proteste a Dowdell che permette ai sassaresi di scavare il primo solco: Stipcevic e Lawal con una schiacciata lanciano la Dinamo sul nuovo +6 (60-54). Lawal e Stipcevic da 3 non perdonano la distratta difesa canturina che subisce il nuovo parziale isolano che vale lo strappo finale sul +11 (67-56). Cantù tenta una timida reazione ma è tutto reso vano da Lawal e Lacey che chiudono la partita in favore di Sassari che non ribalta la differenza canestri ma stravince di 15 lunghezze per 90-65.

MVP BASKETINSIDE.COM: Stipcevic

SASSARI 80 CANTU’ 65
(21- 14, 33- 37, 57- 54)

RED OCTOBER CANTU’: Acker 3, Chinellato ne, Cournooh 10, Baparapè ne, Parrillo 3, Pilepic, Calathes 7, Callahan ne, Darden 3, Dowdell 18, Quaglia, Johnson 21. All. Bolshakov.
BANCO DI SARDEGNA SASSARI: Bell 17, Lacey 10, Devecchi, D’Ercole, Sacchetti, Lydeka 7, Savanovic 16, Carter 5, Stipcevic 17, Lawal 8, Monaldi ne, Ebeling ne. All. Pasquini.

Arbitri: Sahin, Bartoli, Boninsegna.

Fotogallery a cura di Claudio Atzori

Eagles Cantù

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy