Cantù opaca in difesa, Reggio Emilia trova i primi due punti a Desio

Cantù opaca in difesa, Reggio Emilia trova i primi due punti a Desio

Colpo esterno della Grissin Bon: guidata da Vojvoda, Upshaw e Johnson-Odom la formazione di Buscaglia centra la prima vittoria in campionato.

di Daniele Tagliabue, @Danyboy1991

Una brutta Cantù incappa nella prima sconfitta stagionale, al contrario fa festa con merito la Grissin Bon che sfrutta la pessima prova difensiva dei canturini mandando ben sei elementi in doppia cifra tra cui Vojvoda, mvp della contesa con 15 punti e 5 rimbalzi. 

Cantù: Clark, Young, Pecchia, Wilson, Hayes
Reggio: Mekel, Johnson-Odom, Vojvoda, Fontecchio, Owens

VOJVODA E JOHNSON-ODOM SPINGONO REGGIO- Avvio di gara tutto di marca Grissin Bon, che spinta da Fontecchio e Johnson-Odom piazza subito 0-8 di parziale, obbligando Pancotto al primo timeout dopo due minuti. A sbloccare i padroni di casa è Clark da tre punti, ma gli ospiti continuano a dominare la scena e con Mekel e Johnson-Odom volano a più undici a metà frazione. L’Acqua San Bernardo però si scuote e con Hayes inizia a macinare punti nel pitturato: sono infatti quattro in fila del lungo americano a valere il 10-15 a tre minuti dalla prima sirena. Equilibrio che resiste per tutti i minuti mancanti, con gli ospiti che chiudono avanti 15-19. Nel secondo periodo Reggio parte sempre meglio, ma gli acuti di Burnell e Haynes tengono la squadra di Pancotto incollata, sul 24-25. A rimettere due possessi pieni di scarto sono cinque in fila di Vojvoda (26-32), mentre un discutibile fallo sanzionato provoca tre liberi per Johnson-Odom e la sfuriata di Pancotto che si prende il tecnico mentre la Grissin Bon si riallontana sul 28-35. Margine che resta immutato, con le due formazioni al riposo sul 32-39.

REGGIO A SUON DI TRIPLE, GRISSIN BON CORSARA- La solita poca concentrazione già vista nei primi due quarti, si ripresenta dopo la pausa lunga quando la Grissin Bon si riporta a più dieci con Fontecchio e Johnson-Odom. Pancotto rimette in campo anche Burnell ma i biancorossi continuano a trovare puntualmente soluzioni con Owens, a segno per il 38-51. Il più quattordici di Fontecchio portaa la squadra di casa all’ennesimo minuto di sospensione, ma il solito Vojvoda è una sentenza dalla distanza e piazza la bomba del 42-58. Timida reazione sull’asse Hayes-Burnell a limare il passivo, Buscaglia non ci pensa due volte a chiamare timeout. Tanto basta per ritrovare la giusta via con Upshaw che si scrive al festival delle triple, seguito da Candi una manciata di secondi dopo per il 49-66. Cantù prova a limitare i danni, ma Reggio è in pieno controllo sul 53-68 al trentesimo. Gli ultimi dieci minuti si aprono con l’ennesima tripla ospite di Upswah, mentre Poeta fa le prove di titoli di coda con il più venti dalla linea della carità a 8’30” dal termine. Wilson e Hayes provano a riportare in partita la formazione di casa (66-81 al 35°), Clark e Rodriguez trovano il meno undici ma l’ennesimo rimbalzo offensivo trasformato in due punti da Owens archiva di fatto la contesa. Il finale recita 75-92 per gli ospiti.

MVP BASKETINSIDE.COM: VOJVODA
CANTU’-REGGIO EMILIA 75-92

Cantù: Young 16, Collins, Procida ne, Clark 16, La Torre 2, Hayes 16, Wilson 7, Burnell 8, Baparapè ne, Simioni, Rodriguez 6, Pecchia 4.
Reggio: Johnson-Odom 13, Fontecchio 14, Pardon 4, Candi 3, Poeta 4, Vojvoda 15, Infante ne, Owens 14, Upshaw 14, Cipolla ne,  Diouf ne, Mekel 11.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy