Cantù rialza la testa: Trento battuta al PalaDesio

Cantù rialza la testa: Trento battuta al PalaDesio

La formazione di Pancotto ritrova il successo. Trento battuta 78-72.

di Daniele Tagliabue, @Danyboy1991

Cantù torna a vincere e trova due punti vitali per la propria classifica. Dopo l’exploit di Brindisi erano arrivate solamente sconfitte per la formazione di Pancotto, capace però di trovare riscatto davanti al pubblico amico. L’Acqua San Bernardo non solo trova i due punti, ma sfodera una prova convincente in cui il collettivo prevale sul singolo. L’inizio tutto di Pecchia, il break di un clamoroso Simioni accompagnati da una ripresa dove sono venuti fuori gli americani con Collins, Hayes e Wilson bravi ad amministrare il margine costruito a metà gara. Per Trento il solo Kelly nota positiva per Brienza, con il numero zero ultimo a mollare e una reazione arrivata troppo tardi per una compagine come quella della Dolomiti Energia. Il finale recita 78-72.

Cantù: Clark, Young, Pecchia, Wilson, Hayes
Trento: Craft, Blackmon, King, Mezzanotte, Knox

PECCHIA E SIMIONI LANCIANO CANTU’- Pecchia da un lato e Mezzanotte dall’altro aprono la contesa tra i due club. Pecchia risponde per le rime, ma Knox da sotto impatta a quota 8 dopo quattro giri di lancette. Wilson e Young firmano il primo allungo sul 16-10. Gentile e Kelly riavvicinano a meno tre gli ospiti, con la tripla di Forray a valere il meno uno, sul 22-21. Simioni aumenta il vantaggio regalando ai padroni di casa il 26-23 dopo un quarto. Nella seconda frazione è Simioni a prendere in mano i canturini, con il pivot ex Imola che spara 7 punti in un amen trascinando Cantù sul più dieci che obbliga Brienza al timeout. Al rientro altra bomba di Simioni, con Cantù che tocca il 38-25. La reazione dei bianconeri è però immediata e con un break di 9-0 rientrano a soli quattro punti di margine, sul 38-34. Collins trova una tripla che ridà ossigeno alla formazione di Pancotto, che con i liberi di Hayes riscappano a più nove. Il pivot americano si ripete poco dopo, con l’inchiodata del 45-34 che manda le due formazioni all’intervallo.

CANTU’ TORNA ALLA VITTORIA- Dopo la pausa lunga, l’Acqua San Bernardo tocca il più quindici sul tabellone, con Forray che replica con quattro punti consecutivi. Cantù ne ha però di più: tripla di Wilson, 2+1 di Pecchia e brianzoli che raggiungono il 55-38. Il solito Kelly prova a rianimare gli ospiti, ma la formazione di Pancotto è in controllo e con Collins si mantiene a più sedici a due minuti dalla terza sirena. L’ultimo acuto è di Craft che infila i due punti che valgono il 61-49 alla terza sirena. L’ultima frazione vede Collins protagonista con cinque punti consecutivi con la bomba di Wilson che vale il 71-53. Quando tutto sembra scritto Cantù forza diversi tiri e la Dolomiti si rianima, con un break di 10-0 nel segno di Blackmon che riporta a meno otto il divario a meno di due minuti dalla fine. Collins da tre riallontana Trento, ma Knox da sotto e due punti di Kelly valgono un incredibile meno sette a 1’25” dalla fine. I bianconeri toccano anche il meno cinque con Blackmon, ma Wilson da tre fa le prove per i titoli di coda. Uno scatenato Blackmon sistema il tabellino personale con il meno cinque a 23” dalla fine, ma basta l’1/2 di Wilson a dieci secondi dal termine a mettere il punto finale alla gara. Cantù torna a vincere 78-72.

MVP BASKETINSIDE.COM: Simioni

CANTU’-TRENTO 78 72

Cantù: Young 4, Collins 15, Clark 2, La Torre, Hayes 12, Di Giuliomaria ne, Wilson 17. Burnell 2, Baparapè ne, Simioni 12, Rodriguez 2, Pecchia 12. All. Pancotto
Trento: Kelly 24, Blackmon 11, Craft 9, Gentile 2, Pascolo, Mian, Forray 100, Knox 6, Mezzanotte 6, King 4, Lechthaler ne. All. Brienza

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy