Capo d’Orlando sempre più in alto, anche Sassari s’inchina al PalaFantozzi

0

E adesso non chiamatela più rivelazione. La Betaland Capo d’Orlando piazza un altro capolavoro stagionale rimontando ben diciassette lunghezze di scarto a Sassari, staccando ormai mezzo pass per le Final Eight di Rimini. Ancora una volta il PalaFantozzi si conferma fortino con il Banco che dopo due quarti in cui sembrava padrone dell’incontro grazie al duo Stipcevic-Savanovic, è costretto ad arrendersi a una ripresa in cui l’Orlandina, trascinata dal solito Fitipaldo supportato da Archie, è riuscita a ribaltare l’andamento. Per Fitipaldo ennesima prova eccezionale, con il numero sei autore di 15 punti, 8 assist e 22 di valutazione. In doppia cifra anche Diener (13), Archie (11) e Tepic. Per il Banco ancora una sconfitta, con i sardi incapace di trovare continuità in questa prima parte di stagione.

Orlandina: Fitipaldo – Diener – Stojanovic – Archie – Iannuzzi
Sassari: Bell-Lacey-Carter-Sacchetti-Ldyeka

SASSARI ON FIRE, BANCO DI SARDEGNA IN CONTROLLO – Show dalla lunga distanza in avvio di gara con Carter, Fitipaldo e Bell a segno per il 5-6. Archie regala il primo vantaggio ai paladini, ma Olaseni risponde con la gran schiacciata della parità a quota 8. Sacchetti e D’Ercole colpiscono dalla lunga distanza mentre è il 2/2 di Savanovic a valere il più sette sul cronometro. L’ultimo acuto lo trova però Tepic, che dai 6.75 fissa il 13-17 del primo periodo. Nel secondo periodo la trama cambia completamente: gli ospiti iniziano a trovare una serie di attacchi efficaci rispondendo al meno due di Delas, con un break di 12-0 in cui Savanovic ma soprattutto Stipcevic fanno la voce grossa portando la formazione di Pasquini sul 15-29. Stojanovic ferma il passivo a sfavore, ma il Banco continua a pungere sfruttando i propri lunghi con Savanovic ancora a segno, lasciando Sassari sul 21-33. Diener dall’arco prova a svegliare i propri compagni, ma Carter replica ugualmente. Un mini break firmato Delas-Archie riavvicina l’Orlandina, ma ancora Stipcevic buca la difesa di casa dalla lunga distanza scrivendo il 29-41 dell’intervallo.

FORTINO PALAFANTOZZI, ORLANDINA SEMPRE PIU’ IN ALTO-Dopo la pausa lunga, Sassari riparte così come aveva finito: tripla di Carter, canestro di Lacey ed è nuovamente allungo del Banco sul 29-46. La Betaland però non molla e al posto di alzare bandiera bianca, inizia a costruire i tasselli della rimonta: è Tepic con due canestri ad aprire il break in cui s’iscrivono Archie e Diener, scrivendo il 40-48 dopo venticinque minuti di gioco. Pasquini è così obbligato al timeout, rimettendo in campo D’Ercole e Lacey, con quest’ultimo a segno dall’arco per il nuovo più undici. I padroni di casa rispondono con sei punti in un amen che riavvinano nuovamente l’Orlandina, ma è ancora Lacey dalla lunga distanza a far respirare i propri compagni. Il 2/2 di Fitipaldo tiene però Capo d’Orlando a contatto, sancendo il 48-54 dopo trenta minuti. L’ultima frazione è una raffica di emozioni: Fitipaldo colpisce subito dai 6.75, per il meno tre che porta i decibel del tifo del PalaFantozzi a livelli altissimi. La partita si accende, con le due formazioni che iniziano a sentire il peso dei due punti, dando vita a diversi errori su entrambi i lati del campo. Il solito Lacey trova l’ennesima bomba della propria serata, ma Fitipaldo e Stojanovic riportano la Betaland fino al meno uno, sul 56-57. Sassari accusa il colpo, Capo d’Orlando spinta dai propri tifosi mette il sorpasso con il 2/2 di Fitipaldo che mette davanti la Betaland. Lydeka impatta con l’1/2, ma Archie prima e Stojanovic poi vanno a bersaglio dai 6.75, mandando Sassari sul meno sei. Pasquini prova con il minuto di sospensione, ma Fitipaldo trova l’ennesimo piazzato vincente che vale il più otto. Carter prova a riaprirla con il 66-60 a un minuto dal termine, ma sul ribaltamento di campo è l’ex Diener a insaccare la tripla del game set and match che cancella ogni speranza ospite. I tiri liberi da una parte e dall’altra servono solo a decretare il punteggio finale di 72-65.

MVP BASKETINSIDE.COM: Fitipaldo

BETALAND CAPO D’ORLANDO – BANCO DI SARDEGNA SASSARI 72-65 (13-17, 29-41, 48-54)

CAPO D’ORLANDO – Fitipaldo 15, Laquintana 1, Perl, Diener 13, Tepic 11, Stojanovic 8, Delas 4, Iannuzzi 8, Archie 12, Galipò ne, Munafò ne, Carlo Stella ne.

SASSARI – Bell 3, Lacey 14, Carter 11, Lydeka 5, Savanovic 12, D’Ercole 3, Sacchetti 5, Olaseni 4, Monaldi ne, Devecchi ne, Ebeling ne.

Fotogallery a cura di Janira Galipò