Caserta tocca il fondo poi risale e batte Cremona

La Pasta Reggia batte Cremona in una partita spettacolare.

di Emanuele Terracciano

Dopo il ko di sette giorni fa contro l’Openjobmetis Varese, la Juve torna davanti ai propri tifosi per provare a riscattarsi e, seppure con grandissima sofferenza ci riesce grazie a una prova di grande carattere da parte di Sosa e Putney. Seconda vittoria stagionale della Pasta Reggia contro la Vanoli. Ottimo debutto in maglia Cremona per Johnson Odom autore di 27 pt.

Primo quarto – Gaspardo è il principale protagonista di un avvio di partita che vede la Vanoli Cremona farsi preferire a una Pasta Reggia che in attacco non riesce a costruire nulla se non estemporanei tiri da tre punti. Dopo il 4- 0 di parziale con cui gli ospiti aprono il match, Putney in contropiede smuove il tabellino dei suoi. A un certo punto Caserta ha uno dei suoi caratteristici lampi e, grazie soprattutto a una grande difesa, si porta in parità sul 10-10 seguente a un gran canestro di Diawara. Putney subisce un fallo antisportivo che non porta alcun punto in dote ai campani mentre la Vanoli dall’altra parte va a punti con Mian che riporta i suoi avanti nel punteggio. Le bassissime percentuali dalla lunetta in questa fase di partita rappresentano il grandissimo problema della Juve che vede gli avversari volare fino al +8 sul 20-12. Dopo il timeout voluto da Sandro Dell’Agnello, Putney trova un bella schiacciata che fissa il punteggio alla fine del primo quarto di gioco sul 20-14 in favore di Cremona.

Secondo quarto – In avvio di secondo quarto Watt strappa il rimbalzo offensivo e schiaccia, Thomas subisce fallo da Johnson e fa 1 /2  dalla lunetta ma Bostic dall’angolo porta la Juve a sole due lunghezze di distanza dagli avversari sul 21-19. Cinciarini appoggia mette il canestro del 21-21 e la Pasta Reggia riesce anche a recuperare palla in difesa, ma la pessima gestione del contropiede porta la panchina bianconera a chiedere timeout. L’uscita dal timeout della Juve è da incubo: infatti, la Vanoli, con uno straripante Johnson Odom, realizza un 6-0 di parziale che porta il punteggio sul 27-21 in suo favore. La tripla di Bostic dall’angolo interrompe il parziale avversario, ma Caserta in questa fase è in confusione e non riesce a rientrare. La Pasta Reggia sembra davvero imbambolata e la Vanoli senza troppo sforzo trova il +13 sul 37-24. I padroni di casa si sbloccano con due viaggi in lunetta di Watt e Puntney e il quasi gioco da tre punti di Diawara ma la tripla sulla sirena di Carlino fissa il punteggio alla fine del primo tempo sul 42-30 in favore degli ospiti. I bianconeri rientrano negli spogliatoio sotto una bordata di fischi da parte dei propri tifosi.

Terzo quarto – Un fallo tecnico permette alla Vanoli di trovare il +15 (45-30) in avvio di terzo quarto, ma Sosa in penetrazione interrompe il parziale avversario. Lo scarto tra le due formazioni in questa fase resta sostanzialmente invariato perché entrambe le squadre commettono errori. Il 3/3 di Bostic dalla lunetta riporta la Pasta Reggia in singola cifra di svantaggio sul 47-38, ma Cremona risponde prontamente con un 9-0 di parziale firmato Biligha e Johnson Odom che costringe un infuriato Dell’Agnello a chiedere timeout sul 56-38 per la Vanoli. Al rientro in campo il pubblico si accende e Diawara piazza la tripla che da la carica alla formazione di casa che, con un 8-1 di parziale frutto di tanta rabbia agonistica, che fissa il punteggio alla fine del terzo quanrto sul 57-46 in favore di Cremona.

Quarto quarto – in avvio di quarto quarto Johnson Odom segna ma si fa anche sanzionare un fallo tecnico che frutta tre punti a Cinciarini. La Juve in questa fase difende con grande intensità e con il 2/2 dalla lunetta di Diawara si porta a -9 sul 59-51. La difesa asfissiante e un ambiente incandescente sono la chiave del parziale della Juve che le permette, dopo i cinque punti in fila di Sosa, di portare il punteggio sul 63-63. Dopo il timeout di coach Lepore, Johnson Odom riporta Cremona avanti nel punteggio con una tripla, ma l’8-0 di parziale propiziato da degli scatenati Sosa e Puntney regala il vantaggio alla Pasta Reggia sul 71-66. La tripla di tabella di Putney vale il +8 Caserta sul 75-67 quando manca circa un minuto e mezzo alla fine. La Vanoli sbaglia qualche libero di troppo, ma trova la tripla di Johnson Odom che vale il -4 sul 75-71. Putney fa 0/2 dalla lunetta e Gaddefors dall’altra parte del campo piazza una grande stoppata, ma sulla rimessa è di nuovo Odom a colpire dall’arco e a portare i suoi a -1 (75-74) quando mancano solamente 14’’ alla sirena finale. Sosa fa 2/2 dalla lunetta mentre Turner fa 1 /2. Alla fine vince la Juve per 79-75.

PASTA REGGIA CASERTA 79–75 VANOLI CREMONA (14-20; 30-42; 46-57)

Pasta Reggia Caserta: Sosa 14, Iavazzi, Diawara 13, Cinciarini 15, Ventrone, Putney 19, Gaddefors 1, Giuri, Bostic 11, Cefarelli, Watt 6, Johnson. All. Sandro Dell’Agnello

Vanoli Cremona: Johnson-Odom 27, Amato, Mian 2, Gaspardo 12, Harris 4, Carlino 4, Boccasavia, Wojciechowski 8, Biligha 12, Turner 1, Thomas 5. All. Paolo Lepore

Arbitri: Attard, Lazzarini, Belfiore

Fotogallery a cura di Alida Filauro

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy