Cremona ci crede, ma Venezia è cinica al momento giusto e vince solo nel finale

La Vanoli avanti per quasi tutta la partita, Bramos e Watt guidano la rimonta. Niente da fare per una comunque buona Cremona che cede solo nell’ultimo quarto.

di Marco Muffatto

Al Taliercio arriva Cremona, quella Cremona che martedi contro Milano ha perso occasione di accedere alle Final 8 di Coppa Italia. De Raffaele è costretto a rinunciare a Daye che viene da una settimana “febbrile”, al suo posto rientra nelle rotazioni Chappell.

QUINTETTO VENEZIA: De Nicolao, Tonut, Bramos, Stone, Watt.

QUINTETTO CREMONA: Williams Jr, Cournooh, Mian, Hommes, Williams.

 

PRIMO PERIODO:

Una tripla di De Nicolao apre la contesa, mentre per Cremona risponde Cournooh in penetrazione. Punteggio basso e in equilibrio sul 5-6 dopo 4 minuti con Venezia che sfrutta le doti balistiche di Watt sotto canestro mentre Cremona colpisce da fuori con Mian e Hommes. Sempre Watt prova a lanciare il primo parziale sul 12-8, ma Cremona resta a contatto con Hommes grazie ad un gioco da 3 punti per il -1 con 3’09’’ al termine. Percentuali basse da ambo le parti per un primo quarto dal basso punteggio. Dopo quasi 70 giorni si rivede in campo Mazzola per gli orogranata. Cremona mette il naso avanti sul 12-14 con 1’24’’ dal primo intervallo con Venezia che si è bloccata offensivamente con un 2/9 dall’arco. Entra Peppe Poeta che con 2 alley-oops tiene Cremona davanti per chiudere il primo quarto sul 16-18.

SECONDO PERIODO:

Venezia continua a fare fatica in attacco, ma Cremona non ne approfitta restando davanti sul 17-21 con poco più di 8 minuti dall’intervallo lungo. Chappell sblocca gli orogranata dall’arco e tiene a contatto Venezia sul -5. Cremona sembra aver maggior intensità e “fame” di palloni e grande fisicità sotto i tabelloni. Ecco allora che De Raffaele si affida a capitan Bramos e Watt che portano sotto gli orogranata sul 24-28 c0n 5’06’’ sul tabellone. Troppe palle perse però per Venezia (9 nel solo primo tempo) con Cremona si che stavolta ne approfitta e con due triple di Hommes scappa sul +10. La Vanoli è quasi infallibile da fuori ed un gioco da 4 punti di Palmi ed una spettacolare schiacciata di Williams firmano il 30-42 con 2’ dalla fine del primo tempo. Colpo di coda d’orgoglio per Venezia che riesce ad avvicinarsi sul 36-44 all’intervallo.

TERZO PERIODO:

Tonut prova a dare la scossa con due triple consecutive all’inizio del terzo quarto che, insieme ad un libero di Clark firmano il 42-48 con 7’ da giocare. Momento un po’ spezzettato della partita dai fischi della terna che portano già in bonus Cremona con ancora 6’ minuti dall’ultima pausa. Venezia sembra aver trovato un po’ di continuità dall’arco e torna ad affidarsi a Watt che firma il 54-56 con 3’44’’ sul tabellone. La Vanoli si mette nelle mani di Poeta che con i suoi assist continua a mandare sopra al ferro Lee e compagni. Ma Venezia adesso ci crede davvero e alza i giri anche in difesa impattando poi sul 60 pari. Cremona rimette il naso davanti prima con due liberi di Poeta e poi sfruttando una leggerezza di Chappell che regala 3 liberi a Mian chiude il quarto sul +5.

QUARTO PERIODO:

Cournooh apre con una tripla del +8 e Poeta poi segna il 62-72 con 8’33’’ dalla fine. Qualche scelta forzata in attacco del giovane Casarin non permette a Venezia di avvicinarsi e l’esperienza di Poeta dall’altra carica di falli gli orogranata. A metà dell’ultima frazione Cremona è ancora avanti sul 66-72, ma Bramos da una parte e Watt dall’altra provano ad avvicinare ancora Venezia sul -2 con poco più di 4 minuti dalla fine. Watt impatta, ma sul ribaltamento un 5-0 di Cremona con Mian e Williams Jr torna avanti con 3’22’’ dalla fine. In un’attimo l’inerzia sembra girata dalla parte della Vanoli grazie soprattutto ad un Williams Jr fermo a 0 punti per 36 minuti che piazza 5 punti consecutivi per il 74-81 con due minuti e mezzo alla fine. Ma Venezia non ci sta e ancora Bramos costringe al 5 fallo lo stesso Williams Jr, mentre Watt firma il -1 con 2’ dalla sirena. Finale concitato con ribaltamenti da una parte e dall’altra con Stone che porta sul +2 con 50’’ dalla fine. Si lotta sotto il canestro di Venezia e la spunta Williams che con due liberi a disposizione fa 1/2 e riporta a -1 Cremona. Sul rimbalzo Hommes non impatta e Clark con un libero porta sul + 2 Venezia. Poeta ci prova dalla lunga ma il tiro esce corto, sul rimbalzo Tonut subisce fallo e con due liberi chiude la contesa sul 88-84.

UMANA REYER VENEZIAVANOLI CREMONA BASKET 88-84

MVP BASKETINSIDE:

Mitchell Watt

Parziali: 16-18; 36-44; 62-67.

Umana Reyer Venezia: Casarin 1, Stone 3, Bramos 17, Tonut 16, De Nicolao 6, Campogrande, Vidmar 3, Clark 9, Chappell 3, Mazzola, Cerella 3, Watt 27. All. De Raffaele.

Vanoli Cremona: T.J. Williams 5, Trunic ne, J. Williams 17, Poeta 14, Mian 7, Lee 7, Cournooh 11, Palmi 7, Hommes 16, Donda ne. All. Galbiati.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy