Cremona la deve vincere due volte: Venezia cade al Pala Radi

0

Cremona torna al successo in casa battendo Venezia del neo acquisto Theodore. Protagonisti gli italiani di Cremona Cournooh, Spagnolo e Pecchia in un ultimo quarto dove è successo di tutto. Decisiva anche la tripla del destino di Cournooh che ha spaccato in due l’inerzia. Cremona vola avanti di 15 punti nel primo tempo, li perde tutti in un quarto solo dove Venezia ha dato prova di tutto il suo potenziale offensivo mentre nell’ultimo quarto la fame e la grinta dei locali hanno fatto la differenza

Quintetti:

Cremona: Spagnolo, Harris, Pecchia, Tinkle, Dime

Trieste: Theodore, Tonut, Bramos, Brooks, Watt

Cronaca:

1° Quarto: partenza aggressiva di Cremona che, nonostante qualche errore banale, riesce a dare spingere sull’acceleratore grazie ai canestri di Harris trovando la fuga sul 12-3 dopo 4 minuti di gioco. Venezia sbaglia quasi tutto e vede anche uscire dopo un’azione Michael Bramos. Tinkle e Pecchia spingono l’attacco di Cremona, Venezia ritrova energia con Tonut e due giochi da tre punti ma le troppe palle perse condannano il gioco di De Raffaele. Nel finale ci pensa Cournooh con un jumper a chiudere la prima frazione sul 29-14 per Cremona.

2° Quarto: Venezia apre il quarto con una tripla di Bramos con Stone protagonista del cambio di marcia degli ospiti. La Vanoli trova qualche fiammata da Spagnolo e Cournooh ma uno scatenato Sanders con due triple in fila permette alla Reyer di accorciare fino al-7 al sesto minuto. Cremona rialza subito la testa con tre canestri consecutivi poi qualche iniziativa di un pimpante Harris. Cremona così recupera tutto il break costruito da Venezia chiudendo la prima metà di gara avanti sul 45-30.

3° Quarto: Palla persa banalissima della Vanoli con Theodore che ne approfitta e infila i primi due punti della riscossa reyerina: break mostruoso con Cremona che sbaglia molto, soprattutto da tre, mentre Venezia accorcia minuto dopo minuto arrivando al quarto minuto sul -6. 4 tiri liberi consecutivi di Theodore riaprono definitivamente il match con Venezia che prima impatta con Bramos poi mette anche la testa avanti con Tonut. Echodas non fa rimpiangere Watt in panca con 4 falli, con i canestri della mini fuga ospite mentre nel finale Poeta realizza una tripla che fissa il 59-60 per Venezia.

4° Quarto:

Cournooh si carica la Vanoli sulle spalle con 5 punti nei primi minuti che permettono alla Vanoli di tornare in vantaggio. Theodore torna on fire e martella il ferro con tiri pesanti, Cremona risponde con Spagnolo e Cuournooh con il divario che resta sempre minimo. Tripla del destino di Cournooh che ribalza sul ferro poi mostruosa schiacciata di Watt per una partita che regala giocate assurde. Cremona con gli italiani Cournooh, Spagnolo e Pecchia realizza le giocate della vittoria per 85-82

Tabellini:

Vanoli Cremona 85-82 Umana Reyer Venezia

Vanoli Cremona: Agbamu ne, Dime 4, Harris 14, Sanogo ne, McNeace, Gallo ne, Pecchia 20, Poeta 3, Spagnolo 17, Vecchiola ne, Errica ne, Tinkle 7, Cournooh 20. All. Galbiati

Umana Reyer Venezia: Stone 3, Bramos 8, Tonut 15, De Nicolao 5, Sanders 10, Echodas 7, Mazzola ne, Brooks 2, Theodore 18, Vitali, Minincieri ne, Watt 14. All. De Raffaele