Cremona regge un tempo, poi s’inchina a Venezia

Cremona regge un tempo, poi s’inchina a Venezia

Continua il trend positivo di Venezia in Serie A. La compagine di coach De Raffaele a punteggio pieno dopo quattro giornate. Ora aspetta la risposta delle altre

di Antonio Lambiase

L’anticipo della quarta giornata della Serie A, vede affrontarsi i campioni d’Italia in carica di Venezia contro Cremona. La prima reduce da una sconfitta rimediata solamente negli ultimi minuti del tempo supplementare nella competizione europea della Basketball Champions League ma imbattuta sul territorio nazione. La seconda, invece deve confermare quello che si è visto domenica scorsa nella prima vittoria in campionato casalinga contro Pistoia.

Umana Reyer Venezia – Vanoli Cremona 92-81 (30-25, 23-21, 23-13, 16-22)

La partita inizia bene per i padroni di casa che segnano ad inizio primo periodo sette punti intervallati da un canestro da due degli avversari. La neo promossa, però, vuole fare la voce grossa contro i campioni d’Italia e Martin prima e Johnson-Odom poi, la portano avanti nel punteggio visto il parziale di 0-10. Dopo questo, coach De Raffaele chiama timeout e grazie a questa interruzione di gioco, la Reyer inizia a macinare punti su punti. Johnson, il #3 di Venezia, porta avanti la rimonta coadiuvato dagli assist di Hayens. Alla fine del primo quarto, i campioni in carica della Serie A, si concedono anche un alley-hoop e con questa azione termina il primo quarto (30-25). Cremona continua a crederci ad apertura di secondo quarto; Odom, per ora unico giocatore a fare la differenza nell’uno contro uno, porta la squadra sulle spalle. La fisicità di Venezia però si fa sentire e, Biligha, mattatore dei secondi 10 minuti, mette a segno un 2 su 2 chiude i tentativi di rimonta Watt, statistiche perfette per lui,. Questi due danno il massimo vantaggio Venezia. Cremona, dall’altra parte sbaglia molto sia dalla lunga distanza che sotto canestro. Termina la prima frazione di gioco sotto di sette punti (53-46).

Solito copione che affligge questo match anche ad apertura della seconda frazione : Cremona parte con il botto: canestri per avvicinarsi a Venezia. Quest’ultima che vuole chiudere subito la pratica per pensare al prossimo impegno europeo e così grazie al duo Watt-Orelik riesce a “quasi “affondare i ragazzi del neo CT Romeo Sacchetti. Parziale che a fine quarto si fa pesante per la Vanoli. Dopo 30 minuti il risultato recita 76-59 per i padroni di casa. Cremona spreca le ultime energie durante l’ultima frazione di gioco e allora via al garbage time. Il lituano della Reyer domina dalla lunga distanza padroneggiando la fase di attacco. Coach De Raffaele dà spazio alla panchina. Cremona riesce a cercare di rimediare le cose grazie alla prestazione mostruosa dell’ex Lakers che non ci sta a perdere la partita.

Umana Reyer Venezia: (MVP Eurosport) Watt 20 punti, Orelik 21, Johnson 12.
Vanoli Cremona: Johnson-Odom 27 punti, Martin 13, Milbourne 11.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy