Crosariol è inarginabile. Pistoia batte e aggancia Torino in classifica.

0

Il talento non va in pensione, può prendersi qualche vacanza ma poi torna a palesarsi prepotentemente quando la situazione lo richiede. E’ il caso di Andrea Crosariol che, trovando una nuova giovinezza in quel di Pistoia, sfoggia la miglior prestazione stagionale contro Torino contribuendo in maniera sostanziale alla vittoria della The Flexx per 89-73. Partita caratterizzata dal grande agonismo per tre quarti di gioco. Torino resta in scia biancorossa fino a metà terzo quarto quando perde per infortunio Chris Wright. Con i due play fermi ai box vista l’assenza di Poeta, Vitucci è costretto a inventarsi quintetti che peccano nella gestione del possesso. La The Flexx, in serata positiva al tiro, scava pian piano il vantaggio che diventa una voragine quando la Fiat, contestando pesantemente uno sfondamento di Wilson, esce mentalmente dalla partita spianando sostanzialmente la via a Pistoia che conquista la quarta vittoria stagionale. Bene anche Petteway con 18 punti e il nuovo arrivato Okereafor. Dalle parti torinesi si segnalano i 18 punti del solito, inesauribile, DJ White.

PRIMO TEMPO: E’ un’atmosfera serena e festosa quella che si respira al PalaCarrara. I colori biancorossi e gialloblu delle due squadre si fondono sugli spalti a vivificare un gemellaggio che ribadisce il concetto di Sport con la S maiuscola. Il parquet però è terreno di scontro e Pistoia e Torino cominciano a guerreggiare fin dalla palla a due senza farsi attendere troppo. Out Poeta bloccato dal mal di schiena fra le fila torinese, si attende invece l’esordio di Okereafor sulla sponda pistoiese. I primi dieci minuti sono giocati a ritmi alti da entrambe le squadre. Per Torino sono White e Harvey a martellare sia sotto canestro che dietro l’arco dei 6,75. Pistoia invece trova subito discreta vena realizzativa da Crosariol, magnificamente innescato in pick & roll da Moore e sarà questa la chiave dell’intera partita visto che la The Flexx continuerà a cavalcare la serata particolarmente positiva del proprio centro. Torino però è più spregiudicata ad inizio partita non subendo minimamente il fattore campo e chiude avanti 20-22 il primo quarto. Mani algide da entrambe le parti ad inizio secondo quarto. Ci pensa però una tripla di Deron Washington a togliere il coperchio dal canestro della Fiat che balza a +7 con Harvey. Pistoia decide dunque di abbandonare il conflittuale rapporto con il tiro da 3 tornando ad affidarsi a Crosariol. Grazie al proprio centro la The Flexx scrive un parziale di 10-2 tornando avanti 30-29. La partita vive il suo miglior momento nella parte centrale del secondo quarto. Le due squadre si affrontano a viso aperto. A Crosariol e Petteway, risponde Harvey che legittima il fatto di esser stato il miglior realizzatore del college basketball nel non lontano 2015. Pistoia però stringe le maglie in difese costringendo la Fiat ad attacchi infruttuosi sul finire di quarto e grazie a Roberts, Moore e Magro scrive il 45-38 all’intervallo lungo.

SECONDO TEMPO: Torino inizia forte il terzo quarto di gioco con un 4-0 dell’asse Wright-White. Pistoia persiste nel cercare un tiro da tre che non arriva lasciando l’opportunità a Torino di tornare dentro il match. Dopo diversi errori però, Moore trova la tripla per due volte consecutive scrivendo il +9 biancorosso. La difesa di Crosariol su Dj White si intensifica e per la Fiat piove sul bagnato. Wright si infortuna in uno scontro fortuito con Antonutti e, pur stringendo i denti e provando a sgambettare qualche minuto sul parquet, non riesce a rientrare in partita. Con i due play fermi ai box, Torino è costretta ad inventarsi una soluzione che si materializza nella figura di Mirza Alibegovic che spara tre bombe consecutive in fondo al cesto intervallate però da 4 punti pistoiesi di Crosariol e Roberts. Torino aggancia l’agognato pareggio grazie a due liberi di Wilson a 2′ dalla fine del quarto ma ancora una volta Crosariol, perso dalla difesa, riporta la The Flexx in vantaggio con una schiacciata. Sul finale di quarto, c’è spazio anche per la prima sfuriata offensiva in biancorosso di Teddy Okereafor. Il londinese mette 5 punti consecutivi per il 64-60 di fine terzo quarto. Torino, priva di cabina di regia, sembra aver perso il filo offensivo della partita oltre che le tracce di Harvey, uscito completamente dai radar nel secondo tempo. Pistoia fa buona guardia sotto canestro e graffia in attacco siglando un 15-2 di parziale che sostanzialmente sega le gambe a Torino. Nel mezzo dell’ondata realizzativa di Pistoia c’è stato però l’accaduto che ha fatto smarrire Torino. Viene infatti fischiato un fallo di sfondamento a Wilson su Chris Roberts che l’intera squadra gialloblu ritiene eccessivo. Non si ravvisano provvedimenti disciplinari ulteriori salvo l’allontanamento dalla panchina del presidente Forni insorto a palesare il suo disappunto all’indirizzo dell’arbitro Vicino. Torino però, da questo momento in poi, si disunisce ed esce mentalmente dalla partita e per Pistoia è agile chiudere in serenità la sfida giungendo fino al 89-73 finale.

THE FLEXX PISTOIA – FIAT TORINO 89-73

PISTOIA: Crosariol 24, Petteway 18, Moore 10, Boothe 8, Okereafor 7, Roberts 7, Lombardi 6, Cournooh 5, Magro 4. Coach: Esposito

TORINO: White 18, Washington 14, Alibegovic 13, Harvey 12, Wright 7, Wilson 5, Mazzola 4. Coach: Vitucci

Fotogallery a cura di Marta Colombo

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here