Daum è incontenibile, Tortona passa su una Varese mai doma

0

Terza vittoria consecutiva per la Bertram Derthona, che compie un significativo passo verso la qualificazione ai playoff con il successo su Varese. A due facce la gara del PalaEnergica Paolo Ferraris: per due quarti e mezzo condotta e comandata dai Leoni, che subiscono poi la grande rimonta di Varese e rivincono la partita nei minuti finali. Da segnalare il career high italiano di Mike Daum (33 p), il debutto in bianconero di Elvar Fridriksson (5 p in 9’) e la grande percentuale al tiro da tre punti (15/28, 53%).

Avvio di gara ad alto ritmo da parte di entrambe le squadre, che alternano con equilibrio conclusioni da due e tre punti convertendole con regolarità: la Bertram chiude il primo quarto in vantaggio 22-21. Nella seconda frazione, il Derthona dilata progressivamente il proprio margine, sfruttando le buone percentuali di tiro dal campo (21/35, 58%) per concludere i venti minuti iniziali avanti 54-45.

Al rientro dagli spogliatoi la formazione allenata da coach Ramondino, spinta dai canestri di Daum, Macura e Wright, produce un nuovo strappo che aggiorna il massimo vantaggio (+17, 72-55). Nel momento di massima difficoltà, Varese mette a segno un contro break di 0-11 che la riavvicina nel punteggio (72-66 al 28’). Nel finale, le giocate di Filloy e Severini valgono il 78-68 del 30’. L’ultimo quarto è un continuo botta e risposta tra le due squadre, con Varese che, possesso dopo possesso, riagguanta la parità con i canestri di Sorokas (89-89 al 35’). Il Derthona, a questo punto, ritrova feeling con il canestro e piazza l’allungo decisivo, imponendosi 104-99.

Così coach Marco Ramondino al termine della gara: “La partita da parte nostra è stata molto buona, offensivamente di grande qualità grazie al ritrovato ritmo che avevamo un po’ perso a causa della stanchezza. Tanti giocatori sono stati coinvolti, secondo me la cosa più bella è che sia con Brescia che con Varese il canestro decisivo che ha chiuso la partita è arrivato dopo che tutti i giocatori hanno toccato la palla. Dobbiamo tenerci stretta questa immagine perché ci rappresenta e perché dobbiamo cercare sempre di essere così. Sottolineo il carattere e la dedizione dei nostri giocatori, in quanto nei parziali prodotti da Varese abbiamo accusato un po’ il colpo senza però sbandare mai: la cosa positiva è stata ricompattarci e fare le cose giuste su entrambi i lati del campo nel momento di massima esaltazione di Varese. Non è un periodo facile della stagione, le partite contano davvero molto per cui non è facile giocare sciolti e con fiducia con la stanchezza di una stagione lunga e la valenza delle gare. Per questo è una vittoria molto buona anche nei contenuti. Faccio fatica a valutare la prestazione di Fridriksson, che è arrivato da quindici giorni e ha fatto cinque allenamenti: sono comunque contento del suo atteggiamento e dell’aiuto che ci ha dato in allenamento già dalla settimana scorsa”.

Bertram Derthona-Openjobmetis Varese 104-99

(22-21, 54-45, 78-68)

Tabellini:

Derthona: Mortellaro ne, Wright 7, Pezzulla ne, Tavernelli ne, Fridriksson 5, Filloy 12, Mascolo, Severini 3, Sanders 9, Daum 33, Cain 15, Macura 20. All. Ramondino

Varese: Beane 9, Woldetensae 17, Sorokas 19, De Nicolao 4, Vene 6, Reyes 15, Librizzi 6, Virginio, Ferrero 3, Caruso 2, Keene 18, Zhao ne.

Ufficio Stampa Derthona Basket