Debacle casalinga per Roma, dominata e sconfitta da Treviso

Debacle casalinga per Roma, dominata e sconfitta da Treviso

Mai in partita, alla Virtus Roma non bastano i 23 punti di Jefferson per portare a casa una sfida dominata e vinta da una Treviso guidata da un eccellente Logan

di Martina De Angelis

Una serata no da tutti i punti di vista quella che si trova a vivere la Virtus Roma, che perde una gara in cui non sembra mai veramente entrare. Treviso è bravissima a fare il suo, e a lasciarsi guidare dal solito cecchino David Logan, la cui mano non delude nemmeno stasera e che porta a casa 23 punti. Ma la De’ Longhi non è solo la sua star americana: una buona parte della vittoria si deve anche agli italiani Tessitori (10 punti), Alviti (9 punti), Imbrò (6 punti) e a un Nikolic molto positivo (13 punti). Soprattutto, la squadra di coach Menetti ha saputo non lasciare mai spazio alla Virtus in quelle due o tre occasioni in cui ha reagito e ha provato a risvegliarsi. Tra i ragazzi di Bucchi il migliore in campo è Jefferson, che segna 23 punti e recupera 9 rimbalzi, e si mette in luce positivamente anche Kyzlink (16 punti), mentre sono decisamente da dimenticare le prove di Dyson – in una serata storta da ogni punto di vista – Alibegovic, poco incisivo, e in generale di tutto il gruppo. In difesa di Roma c’è da dire che è stata una settimana complicata, in cui molti giocatori non sono riusciti ad allenarsi, e che stasera non tutti erano al massimo della forma, ma in generale non può bastare per giustificare una prestazione decisamente sottotono. Probabilmente la Virtus inizia a pagare delle rotazioni che, si sa, sono piuttosto corte, ma è anche vero che uno scivolone può capitare: il lavoro da fare per i romani, adesso, è non farsi scoraggiare dalla prestazione di stasera, resettare tutto e ritrovare la grinta giusta per affrontare la trasferta a Varese di domenica prossima.

QUINTETTI
Virtus Roma: Dyson, Alibegovic, Buford, Jefferson, Kyzlink

De’Longhi Treviso: Tessitori, Logan, Nikolic, Fotu, Alviti

IL COMMENTO
Roma tira male mangia tante occasioni, più precisa e reattiva Treviso che raddoppia quasi subito. Prosegue con difficoltà il primo quarto dei padroni di casa, che non riesco proprio a trovare fludità ed efficacia, e subiscono un dominio quasi totale da Logan e compagni (13-25 al 10′). Arriva una reazione romana al rientro in campo, grazie a buoni tiri di Buford e Jefferson, ma Treviso è brava a mantenere il vantaggio costruito con Imbrò e ancora un Logan cecchino. Roma continua ad essereimprecisa e distratta, e il secondo tempo si chiude 35-50 per la squadra di coach Menetti. Il nervosismo del terzo periodo sembra dare una nuova linfa vitale alla Virtus: Kyzlink da la spinta, e mentre Tessitori e Logan cercano di limitare la carica romana, Jefferson e ancora Kyzlink rosicchiano punto dopo punto fino a trovarsi sotto le dieci lunghezze di svantaggio (55-64 al 30′). Non bastano gli sforzi del terzo quarto: la Virtus Roma manca di ossigeno e lucidità, ed è Treviso ad uscire vincente dalla sfida, portando a casa la vittoria per 69-81.

MVP Basketinside: David Logan

Virtus Roma: Cusenza NE, Moore 0, Alibegovic 4, Rullo NE, Dyson 10, Baldasso 8, Pini 1, Farley NE, Spinosa NE, Jefferson 23, Buford 7, Kyzlink 16, All. Bucchi

De’ Longhi Treviso: Tessitori 10, Logan 23, Alviti 9, Nikolic 13, Parks 0, Imbrò 6, Chillo 7, Uglietti 5, Severini 0, Fotu 8, All. Menetti

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy