Discovery+ Supercoppa – Manifesta superiorità Reyer Venezia. La VL Pesaro si arrende dopo 10′

0

Il primo quarto di finale di Discovery+ Supercoppa, finisce con la pronosticabile vittoria della Reyer Venezia ai danni della Victoria Libertas; il fatto inaspettato è stato il crollo dei marchigiani che hanno provato ad opporsi alla corazzata lagunare nei primi minuti senza riuscire ad impensierirla minimamente. Il parziale di 3-25 del secondo quarto è eloquente, per una Carpegna Prosciutto che ancora più strada da fare per quanto riguarda la compattezza del gruppo e l’esecuzione degli schemi, dettati da un gruppo quasi totalmente nuovo, a partire dall’allenatore. Senza più nulla da perdere, buone le prove di Drell e Camara, mentre per l’Umana, ottima prova per Sanders che ha trovato canestri in ogni modo e da ogni zona del campo.

Quintetti
Venezia: Phillip, Tonut, Vitali, Brooks, Watt
Pesaro: Pacheco, Sanford, Delfino, Zanotti, Jones

1° QUARTO: Il primo quarto di finale di Supercoppa parte molto contratto, con le due compagini che dopo 3 minuti sono sul 2-2. Vitali e Delfino si ribattono dai 6,75 ma il giocatore argentino sbaglia le successive scelte offensive che permettono l’allungo orogranata sul 5-9 dopo metà frazione. L’ 1 su 7 al tiro della VL in 8 minuti è la sintesi della partita dei marchigiani, con Echodas e Vitali che firmano il primo allungo sul 7-16; il lituano sigla però un 6-0 personale che costringe Petrovic alla sospensione. Demetrio esordisce e si sblocca poco prima della sirena, portando il punteggio sul 11-20.

2° QUARTO: Un antisportivo fischiato a Tambone con il canestro convalidato con la stoppata irregolare di Demetrio, permette alla Reyer di iniziare a dilagare, con De Nicolao e Daye che infieriscono senza pietà per il 11-30 al 13′. Petrovic continua a cambiare quintetti ma se Sanford che deve essere il leader offensivo della squadra non scheggia neanche il ferro, la situazione è problematica. Sanders firma il 12-35 con Pacheco che segna i primi 2 punti della VL nella frazione al 17′, precedendo però due stoppate subite che regalano i contropiedi del +27 reyerino. La Carpegna Prosciutto continua a pasticciare come dimostra l’impietoso punteggio di metà gara: 14-45.

3° QUARTO: La VL infila due canestri dall’area con Zanotti e Jones, Tonut risponde dall’arco cosi come Tambone per il 21-48. Le acrobazie di Sanders portano a scuola tutta la difesa in maglia gialla, e valgono un 2+1 che è il nuovo +30. Vitali si mette in proprio con un 3+1, sfruttando al meglio il fallo subito da un Delfino ancora lontano dai livelli della scorsa stagione. L’argentino prova a rifarsi in fase offensiva e con l’alley oop per Zanotti il distacco torna tondo sul 29-59 al 27′, ma Sanders si riprende la scena con 2 triple consecutive. Per la compagine pesarese si sblocca anche Moretti ma il giocatore numero 14 di De Raffaele continua ad aumentare il bottino personale; in chiusura di frazione si sblocca anche Drell con un 2+1 con il tabellone che recita 36-68

4° QUARTO: Daye non ha pietà della sua ex squadra, i giovani Drell e Camara danno un lieve barlume di speranza per il futuro ai pesaresi ma la Reyer è una squadra a tutto tondo che sta esprimendo un’ottima pallacanestro. Il distacco rimane impietoso nonostante il canestro di Moretti per il 42-76 al 36′ a cui risponde De Nicolao dai 6,75. Il giovane Camara è il giocatore più tenace dei pesaresi e si fa sempre trovare pronto quando pescato dai compagni ed è l’unica consolazione della VL che cede sotto i colpi incessanti della Reyer.

CARPEGNA PROSCIUTTO PESARO – UMANA REYER VENEZIA: 51-83 (11-20, 14-45, 36-68)

MVP Basketinside: Victor Sanders (20 punti, 4/4 da 2, 2/4 da 3, 5 falli subiti)

Pesaro: Drell 9, Moretti 4, Pacheco 2, Tambone 6, Camara 5, Zanotti 4, Sanford 4, Demetrio 2, Delfino 7, Jones 8, Stazzonelli ne. All. Aleksandar Petrovic

Venezia: Stone 3, Tonut 8, Daye 10, De Nicolao 5, Sanders 20, Phillip 6, Echodas 9, Mazzola, Brooks 4, Cerella 2, Vitali 12, Watt 4. All. Walter De Raffaele

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here