Discovery+ Supercoppa QF – Le fiammate di Perkins e Redivo portano Brindisi alla vittoria su Sassari

0

Alla Unipol Arena di Casalecchio va in scena il secondo quarto di finale della Supercoppa Discovery+. Brindisi si accinge a disputare la prima gara ufficiale della stagione e dovrà sfruttare questa occasione per migliorare tutti i meccanismi di squadra e per farsi trovare pronta al primo impegno di campionato contro Trieste. Invece Sassari dal punto di vista della preparazione è un po’ più avanti, dato che ha già affrontato partite probanti e chiuso a punteggio pieno il girone B con Varese e Cremona, strappando così il pass per le Final Eight.

HAPPY CASA BRINDISI – BANCO DI SARDEGNA SASSARI 76-66 (18-14, 16-11, 18-23, 24-17)

QUINTETTO HAPPY CASA BRINDISI: J.Perkins, Visconti, Gaspardo, Adrian, N.Perkins

QUINTETTO DINAMO SASSARI: Clemmons, Gentile, Bendzius, Burnell, Mekowulu

PRIMO QUARTO:

Le battute iniziali vedono il duello sotto canestro tra Mekowulu e Perkins, con quest’ultimo che firma la maggior parte dei punti brindisini. La partenza sorride alla formazione di Vitucci che trova anche negli italiani, Gaspardo e Visconti, canestri preziosi per provare subito un mini allungo sul 10-4. La Dinamo, invece, si affida al talento di David Logan: le sue triple portano i sardi sul -4. Così nei primi 10’ conduce Brindisi 18-14.

SECONDO QUARTO:  

Sono ancora i pugliesi a far la voce grossa grazie alle giocate di Lucio Redivo. L’argentino di Bahia Blanca mette prima la tripla del +7, e poi dà una grande palla a Chappell che appoggia il 23-14. Prontamente coach Cavina chiama timeout. Il Banco sistema dei meccanismi difensivi ma fatica tanto in attacco, complice una buona difesa della Happy Casa che, dal canto suo, trova nel finale di tempo alcuni canestri importanti dal duo Perkins-Gaspardo. In questo modo, Brindisi va al riposo avanti di nove lunghezze, 34-25.

TERZO QUARTO:    

Sassari rientra decisamente meglio nella ripresa e, attraverso le iniziative del trio Bendzius-Clemmons-Burnell, si rifà sotto nel punteggio (42-41). Sono fondamentali i canestri di Bendzius che permettono alla Dinamo di effettuare il sorpasso sul 45-46. Ma la squadra di Vitucci, nonostante la rimonta sarda, non si scompone: grazie ad una maggiore fisicità nel pitturato i lunghi Adrian e Perkins firmano i punti del nuovo vantaggio brindisino, 52-48.

ULTIMO QUARTO: 

L’equilibrio della gara viene definitivamente spezzato dalle fiammate micidiali di Lucio Redivo che mette a segno un 5-0 di parziale e induce Cavina a fermare il gioco. Sassari si aggrappa al solito professor Logan per rientrare sotto la doppia cifra di svantaggio, ma questo non basta per impensierire una Happy Casa che si è mostrata molto solida in difesa e capace di respingere con prepotenza il rientro del Banco di Sardegna. La tripla di Josh Perkins, a 1′ dalla fine, suggella il risultato sul 76-66.

TABELLINO:

HAPPY CASA BRINDISI: Carter (1 r.), Adrian 5 (2/5, 0/3, 6 r.),  J. Perkins 5 (1/2 da 3, 2 r.),  Zanelli 6 (1/2, 1/2, 3 r.), Visconti 7 (2/6 da 3, 2 r.), Gaspardo 11 (5/8, 0/1, 4 r.), Ulaneo ne, Redivo 10 (2/6, 2/5, 2 r.), Chappell 8 (4/5, 0/4, 5 r.), Udom 3 (1/1, 1 r.), N.Perkins 21 (9/13, 0/1, 10 r.), Guido. All.: Vitucci.

BANCO DI SARDEGNA SASSARI: Logan 16 (2/6, 2/6, 3 r.), Clemmons 12 (5/7, 0/3, 1 r.), Devecchi, Treier (3 r.), Burnell 12 (3/8, 1/3, 6 r.), Bendzius 16 (3/3, 3/6, 6 r.), Mekowulu 7 (2/4, 4 r.), Gentile (0/2, 0/2, 1 r.), Battle 2 (1/1, 0/3, 2 r.), Sanna, Chessa ne, Gandini. All.: Cavina.

BASKETINSIDE MVP: Nick Perkins 21 punti (9/13, 0/1, 10 r.)

PROGRESSIVI: 18-14, 34-25,52-48, 76-66

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here