Due punti d’oro per Pistoia. Battuta Cremona al PalaCarrara

La The Flexx batte la squadra di Sacchetti e aggiunge un importante mattoncino per la salvezza. A Cremona, priva di Johnson-Odom, non bastano i 22 punti di Fontecchio.

di Pietro Pisaneschi, @Doppia_P

Secondo successo consecutivo all’interno delle mura amiche per la The Flexx Pistoia che batte 76-65 la Vanoli Cremona. Sono due punti fondamentali per la squadra di Esposito che dovrà necessariamente fare affidamento alle partite dinnanzi al proprio pubblico per costruire la salvezza. Cremona, dal canto suo, ha risentito inevitabilmente dell’assenza di Darius Johnson-Odom e ha scritto una delle peggiori partite dal punto di vista offensivo del proprio campionato (21/64 al tiro nell’arco dei 40 minuti).

Pistoia è partita con le marce alte nel primo quarto di gioco scrivendo subito un parziale di 15-0 con Bond sugli scudi. Dopo il timeout chiesto da Sacchetti due bombe di Fontecchio interrompono la carestia offensiva di Cremona che comunque chiude sotto 24-13 il primo quarto. Nella seconda frazione la musica cambia. Sacchetti decide di estromettere Sims dalla panchina (10 minuti per l’ex NBA) affidando il ruolo di n°5 a Landon Milbourne e i benefici si mostrano subito soprattutto dal punto di vista difensivo. Pistoia trova difficoltà ad attaccare la difesa della Vanoli che piano piano ricuce lo svantaggio riportandosi fino a -1 all’intervallo dopo un parziale di 21-11 nei secondi 10 minuti. Pistoia impiega un quarto prima di trovare la soluzione al rebus difensivo della Vanoli. Fontecchio aggancia la parità a quota 37 con una tripla ma Pistoia si riporta avanti con un 4-0 a firma Gaspardo. E’ l’inizio di un’altalena di parziale che contraddistinguerà il terzo quarto. Cremona mette per la prima volta il naso avanti con un 3 su da 3 da parte dei propri esterni poi però, come anticipato, Pistoia riacquista fiducia in attacco e soprattuto comincia a capire come aggirare la difesa cremonese. Il proscenio se lo prende Diawara che piazza 8 punti nella sola terza frazione riportando Pistoia avanti 57-51 all’ultimo mini intervallo. Nell’ultimo quarto Pistoia amministra il vantaggio rintuzzando continuamente i tentativi di rientro di Cremona che intanto continua a non trovare buone percentuali dal campo. La The Flexx trova la fuga giusta toccando il +15 di vantaggio a 3 minuti dal termine e da lì non si volta più indietro fino alla sirena che certifica il successo biancorosso per 76-65.

La The Flexx ha disputato una delle partite più corali del proprio campionato affidandosi alle proprie armi principali. In tal senso, ha dominato la lotta a rimbalzo (52 a 29) e soprattuto ha convertito proficuamente le seconde opportunità conquistate su rimbalzo offensivo. Ha inoltre tenuto a 65 punti il 4° miglior attacco dal campionato e questo, dopo il terzo quarto da 33 punti subito a Brindisi, è forse il dato migliore della serata. Dal canto suo Cremona ha risentito dell’assenza di Johnson Odom soprattutto nel gioco in transizione, vero marchio di fabbrica sacchettiano e si è mostrata poco lucida nel momento in cui ha trovato il vantaggio nel terzo quarto. Quello, forse, è stato il momento chiave della partita che ha arriso alla The Flexx la quale non disunendosi è riuscita a tenere botta al rientro cremonese ripartendo da capo nella costruzione del proprio vantaggio.

THE FLEXX PISTOIA – VANOLI CREMONA 76-65

PISTOIA: Diawara 15, McGee 11, Mian 11, Gaspardo 10, Bond 8, Ivanov 8, Moore 5, Laquintana 4, Magro 2, Della Rosa 2. Coach: Esposito
CREMONA: Fontecchio 22, Martin 17, Ricci 9, D. Diener 6, Portannese 5, T. Diener 2, Milbourne 2, Ruzzier 2. Coach. Sacchetti

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy