Dyson stellare, e Roma trova la sua prima vittoria

Dyson stellare, e Roma trova la sua prima vittoria

Una partita elettrizzante, un finale al cardiopalma, e la Virtus Roma vince grazie a uno spettacolare Dyson

di Martina De Angelis

Serviva una reazione da parte di Roma, e che reazione che è arrivata: la Virtus, guidata da Jerome Dyson, trova la sua prima vittoria stagionale dopo una partita che è stata sudata, combattuta e una lotta continua fin dai primissimi minuti. Cremona ce la mette tutta per contrastare i padroni di casa, guidata dal solito Diener (18 punti) e dal solidissimo Saunders (19 punti), ma la Virtus riesce comunque a portare a casa la vittoria. Una prova di squadra che fa ben sperare per la crescita futura del gruppo, che sembrava molto difficoltosa dopo la pesante sconfitta della settimana scorsa e che oggi invece sempre più possibile. Oltre al sopra citato Dyson, che sembra iniziare ad ambientarsi nella nuova realtà come dimostrano i suoi 25 punti, spicca la prova di Buford: sono 20 per lui, arrivati sempre nel momento in cui a Roma serviva quel qualcosa in più. Bene anche Jefferson (17 punti), uscito a malincuore nel finale per 5 falli ma comunque una presenza importante nel corso della gara, e Kyzlink, che inizia a far vedere delle cose interessanti. Persino Moore, forse spaventato dall’odore di taglio, riesce a essere utile a causa e a mettere 8 punti in un momento delicato dell’incontro. È un bel sospiro di sollievo per Roma questa vittoria, una vittoria che da coraggio soprattutto in vista di un calendario impegnativo, che vede il gruppo di Bucchi impegnato in trasferta e poi affrontare, in casa, Fortitudo e Milano.

QUINTETTI
Virtus Roma: Alibegovic, Dyson, Jefferson, Buford, Kyzlink

Vanoli Basket Cremona: Saunders, Mathews, Diener, Sobin, Tiby

IL COMMENTO
La Virtus Roma dimostra da subito un approccio diverso rispetto alla debacle con Brindisi della settimana scorsa, con una buona partenza di Alibegovic e Buford, mentre per gli ospiti si mette subito in luce l’infallibile Travis Diener. Grazie alle sue giocate e alla potenza di Saunders la Vanoli prova il primo allungo, ma un buon Jefferson accorcia la distanza e Dyson, che trova finalmente la mano, tiene i suoi in gara (23-26 al 10’). Il gruppo di Sacchetti prova subito un nuovo tentativo di fuga, e Roma sembra aver perso precisione fin quando Buford e Pini non danno una nuova spinta: Kyzlink porta il primo vantaggio romano, e si procede in equilibrio fino al suono della sirena (50-49 al 20’). È solo a tre minuti dalla fine del periodo che Cremona interrompe la sfida punto a punto con un parziale che la riporta sui due possessi di vantaggio. La partita si fa più fisica che mai, ma Roma riesce a reagire: anche Buford riduce la distanza, e gli ultimi dieci minuti sono tutti da giocare (71-72 al 30’). Gli ultimi dieci minuti sono un susseguirsi di ritmi serrati, azioni elettrizzanti e un equilibrio che arriva fino agli ultimi secondi: Roma, in difficoltà per l’uscita per 5 falli di Pini e Jefferson, trova il Dyson che tutti ricordano, che con una tripla spettacolare sancisce la vittoria romana per 97-94.

MVP BASKETINSIDE: Jerome DYSON

Virtus Roma: Cusenza NE, Moore 8, Alibegovic 7, Rullo NE, Dyson 25, Baldasso 7, Pini 2, Farley NE, Spinosa NE, Jefferson 17, Buford 20, Kyzlink 11, All. Bucchi

Vanoli Basket Cremona: Saunders 19, Mathews 8, Sanguinetti NE, Gazzotti 0, Diener 18, Ruzzier 11, Sobin 6, De Vico 3, Tiby 11, Stojanovic 8, Palmi 2, Akele 8, All. Sacchetti

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy