Emporio da impazzire, schiantata Sassari

0

Nel posticipo della quarta giornata di serie A, davanti a più di 4500 spettatori, non c’è stata partita, una grandissima Milano ha schiantato una delle peggiori Dinamo che si siano viste negli ultimi anni al PalaSerradimigni. Troppo forte la squadra di Scariolo per gli uomini di Sacchetti che solo a sprazzi hanno regalato belle giocate ai propri tifosi. Milano è una grandissima squadra e lo dimostra nell’arco dei 40 minuti mettendo in mostra un gioco spettacolare, una buonissima difesa e soprattutto una panchina nettamente più lunga di quella Sassarese. La partita si chiude sostanzialmente nel secondo quarto quando Milano si porta sul +20 e ci rimane per quasi tutto il match chiudendo con il risultato di 60-88.

Il primo quarto si apre con una serie di errori da parte delle due squadre che fanno passare due minuti di gioco prima di realizzare un canestro. Il primo lo realizza Bourousis che servito da Cook con uno splendido alley oop schiaccia e segna i primi punti per l’Emporio Armani. Da qui in poi la partita prende un’unica direzione, e le scarpette rosse allenate da Scariolo scappano prepotentemente via, portandosi sul +12, grazie anche a due imperiose schiacciate di Melli, e lasciando miseramente a zero il tabellino della squadra di Sacchetti, che impiega più ci cinque minuti prima di realizzare due punti con Drake Diener. Benson subito gravato di due falli viene sostituito da Metreveli ma la sostanza non cambia, Bourousis fa ciò che vuole sotto canestro ed è anche il più prolifico dei suoi realizzando ben otto punti nel solo primo quarto. Fa il suo ingresso in campo anche Danilo Gallinari che mette il turbo ai suoi. Il primo quarto si chiude con il parziale di 6-21 per Milano con un buon 70% da due e 1/4 da tre.

alt

Il secondo quarto vede Milano volare letteralmente via, dopo un’illusoria tripla di Brian Sacchetti la Dinamo non riesce più ad essere incisiva sotto canestro, Hosley in attacco chiude il quarto con un misero 2/7 dall’area e due palle perse, a 3:51 dalla fine grazie ad una tripla di Gallinari Milano vola sul +20. Benson nonostante un canestro, più fallo, non realizza il libero supplementare e sotto canestro è sovrastato dai lunghi avversari, Sacchetti è costretto a sostituirlo e i dagli spalti arrivano i primi fischi per lui, è ormai finita la sua avventura alla Dinamo. Quando il Banco tenta di riavvicinarsi l’Emporio scappa sempre e anche Mancinelli con una tripla muove il suo tabellino. Due liberi di Bourousis (14 pt fino a quel momento) chiudono il quarto con Milano in vantaggio di venti punti, 25-45.

Il terzo periodo si apre con l’ennesima schiacciata di Nicolò Melli che porta Milano sul +24 massimo vantaggio per gli ospiti. Nonostante gli sforzi la squadra di casa non riesce quasi mai a portarsi sotto lo svantaggio di venti punti, e Scariolo può sfruttare anche la grande panchina che porta punti e bel gioco. Entrano Rocca, Filloy e Radosevic, quattro punti di Metreveli risvegliano l’orgoglio di Sassari, ma nonostante la grande spinta del pubblico i milanesi restano sul +21 alla fine del terzo quarto, 41-62.

alt

L’ultimo quarto vede ormai le due squadre già coscienti del proprio destino, nonostante qualche folata offensiva il Banco resta sempre sotto, e il pubblico applaude anche l’ingresso del baby play Marco Spissu. Giacchetti trova i primi punti della sua partita e Hairston fa ciò che vuole in attacco realizzando con una schiacciata il suo 17esimo punto. Il match si conclude con l’Emporio che vince di 28 punti nonostante ben 20 palle perse. Il pubblico applaude nonostante tutto, certo i tifosi si aspettavano una sconfitta, ma non di queste dimensioni. Ora alla Dinamo toccherà la difficilissima trasferta di Avellino, dove gli uomini di Sacchetti sono chiamati subito al riscatto.

La conferenza stampa si apre con l’ufficializzazione, da parte del direttore sportivo di Sassari,Pasquini, del taglio di Keith Benson e l’ingaggio dell’esperto centro Steven Hunter, che ha ben impressionato. Pasquini, come il resto dello staff spera che Hunter possa già essere utilizzato contro la Sidigas se si completeranno le pratiche burocratiche del visto.

alt

Non può essere sicuramente soddisfatto Sacchetti che guarda già ad Avellino. Mentre è ovviamente soddisfatto il coach dell’Emporio Scariolo, che fa subito i complimenti al pubblico di Sassari, e alla sua squadra che non può essere giudicata per la prova di stasera, visto che era priva di Travis Diener e col problema centro. E’ comunque molto contento della sua Milano e soprattutto di Melli, con cui ha usato bastone e carota, e di Bourousis che ha saputo dominare la partita sotto canestro.

Tabellini:

Dinamo Banco di Sardegna: Metreveli 6, Spissu, Hosley 20, Devecchi, Benson 2, Sacchetti B. 10, Plisnic 7, Diener D. 15, Vanuzzo, Pinton. Allenatore Meo Sacchetti

Emporio Armani Milano: Giachetti 2, Mancinelli 12, Hairston 17, Gallinari 7, Fotsis 2, Cook 8, Nicholas, Rocca 8, Filloy 1, Bourousis 14, Melli 12, Radosevic 5. Allenatore Sergio Scariolo

 

MVP Basketinside: Bourousis

 

L’album fotografico della partita a cura di Luigi Canu:

http://www.flickr.com/photos/basketinside/sets/72157627891511665/with/6297328056/