Enel shock, Turner sulla sirena gli regala la vittoria su Cantù

0

 

Brindisi porta a casa due punti preziosi per i play-off, mantenendo il fattore scontri diretti a suo favore, dopo la partita di vinta a Cantù con 10 punti di vantaggio. Dopo i quaranta minuti le due squadre erano in perfetta parità, c’è voluto un overtime per decretare la vincitrice dell’incontro, Brindisi deve ringraziare Denmon per le due triple decisive messe a segno, una allo scadere dei tempi regolamentare ed una ad inizio di overtime, ma sopratutto all’ultimo tiro sul fischio di sirena di Turner che ha regalato all’Enel i due punti, e ad un Mays in grande spolvero autore di 19 punti e 11 rimbalzi raccolti. L’incontro ha visto le due squadre equivalersi per gran parte del tempo, con sorpassi e contro sorpassi, break e contro break, Brindisi ha sbagliato tantissimi tiri da 3 punti, a fine partita uno scarso 20%, James in grande spolvero al rimbalzo è riuscito a raccogliere ben 15 rimbalzi, ma ha tanto sofferto in difesa un ottimo Buva autore di 19 punti e 12 rimbalzi raccolti.

Bucchi in conferenza stampa: “Abbiamo tirando non bene, Cantù ha difeso duro, questo ci ha penalizzato, una partita difficile, loro hanno attaccato molto dentro l’area, abbiamo provato la zona, abbiamo provato a raddoppiare. Abbiamo faticato e sofferto, alla fine ce l’abbiamo fatta con tanto carattere, le due difese hanno avuto il sopravvento. Partita vinta con voglia di vincere. Era una partita da vincere, questo è un buon segnale per la squadra, soprattutto per il morale, abbiamo ripreso confidenza con la vittoria e questo è importante, la vittoria di oggi è la miglior medicina per il futuro.”

STARTING FIVE

ENEL BRINDISI: Pullen, Denmon, Turner, James, Mays

VITASNELLA CANTU’: Johnson-Odom, Feldeine, Jones, Buva, Shermadini

CRONACA

Primo quarto: Brindisi parte subito con una tripla di Turner, Mays uno contro uno contro Shermadini con un ottimo uso del piede perno si libera e mette a segno i due punti, dall’altra parte Cantù cerca il gioco interno in più occasioni ma non disdegna il tiro da tre, mettendo a segno due triple, una con Feldeine ed una con Jones, 7-10 al 5°. Jones sbaglia un canestro facilissimo in contropiede, Brindisi riparte in transizione e con un’ottima circolazione di palla mette dentro i due punti con Mays, 9-14 al 7°.  Cournooh stoppa Gentile partito in contropiede, pronta ripartenza di Brindisi che con un uno due in transizione tra Denmon e James segna due punti, punteggio basso per adesso con errori da un lato e dell’altro, il quarto termina con un errore al tiro di Cournooh da tre punti e il punteggio di 11-18.

Secondo quarto: Scarse percentuali al tiro dalla lunga distanza oggi per l’Enel, al momento 1/11, dopo due minuti di gioco un solo canestro da parte di Cantù con Williams, 11-20 e Bucchi chiama timeout. Brindisi concede troppi rimbalzi offensivi, ma Cantù non ne approfitta e segna solo due punti, dall’altra parte Mays appena rientrato viene cercato dai suoi e riesce a togliere le castagne dal fuoco, anche Turner contribuisce alla causa attaccando il canestro e mettendo dentro prima due punti e poi  un tiro libero su due tentati, ci pensa poi Bulleri a migliorare la percentuale ad tiro da tre punti e nell’azione successiva, grazie ad un perfetto contropiede, viene bene servito Mays in corsa che segna i due punti, 23-26 e timeout Cantù al 16°. Prima James con una schiacciata dopo un canestro sbagliato di Turner, poi Mays in transizione e l’Enel trova il primo sorpasso, ma la gioia è subito smorzata dal terzo fallo di Mays, 30-28 al 19° dopo una tripla di James. Il quarto termina 30 pari.

Terzo quarto: Continua il valzer dei rimbalzi offensivi concessi a Cantù, e i tanti fischi arbitrali a suo favore, Buva decisamente l’uomo in più in questo scorcio di terzo quarto, al momento 11 punti e ben 9 rimbalzi, Brindisi sbaglia tanto, un alley-oop Denmon James in contropiede, e un canestro sempre di James, che aggiusta un canestro sbagliato di Harper,  portano i padroni di casa sul 40 -38 al 25° e 30″. Break e controbreak, sorpassi e controsorpassi in questa fase di gioco, Cantu segna due triple consecutive, prima Feldeine e poi Abass, Brindisi non sta a guardare e prontamente risponde, prima con una schiacciata di Eric dopo il rimbalzo offensivo e poi con Pullen, 46 pari al 28°. Il quarto termina con un tiro libero segnato da Feldeine e con il tiro da 3 da lunghissima distanza sbagliato da parte di James, 48-51.

Quarto quarto: Turner si prende la squadra sulle spalle e con due perfette entrate mette dentro 4 punti, dall’altra parte Cantù pasticcia e mette dentro solo due punti con Johnson, Mays segna sorprendentemente tutti e due i tiri liberi dopo un fallo commesso da Williams su tentativo di schiacciata, 54-53 al 32° 40″.  Cantù segna un parziale di 2-7 e costringe Bucchi al timeout, 56-60 al 34°25″. Un passi fischiato a Pullen, che aveva segnato i due punti, e scatta l’ira dei tifosi Brindisini, dall’altra parte Cantù non segna e l’Enel in transizione mette dentro i due punti più tiro libero segnato da parte di un ottimo Mays, 59-60  al 36°. Johnson con una tripla ammutolisce il PalaPentassuglia, gli risponde Pullen, ma non c’è tempo di esultare, un’ispiratissimo Buva segna due punti facili facili, con due tiri liberi segnati da Pullen, il punteggio è di 64-67 al 39°. Denmon mette la tripla del 67 pari, dall’altra parte ultimo tiro per Cantù, che sbaglia con Johnson, overtime.

Primo tempo supplementare: James commette il suo quarto fallo e Feldeine segna i due tiri liberi, dall’altra parte Denmon segna un’altra tripla, ma mette solo un tiro libero su due dalla lunetta, Williams segna due punti facili sotto canestro, 71-70 al 42°. James raccoglie il suo 15° rimbalzo, nella ripartenza Pullen subisce fallo e mette dentro un solo canestro, 72 pari al 43° 20″. Pullen con una perfetta entrata mette due punti, Cantù commette fallo in attacco con Buva, 74-73 palla a Brindisi e Bucchi chiama timeout, mancano 20 secondi e Brindisi ha 14 secondi per terminare l’azione. Pullen sbaglia la tripla, Johnson segna con un arresto e tiro, alla fine è Turner con un arresto e tiro dalla media a segnare il canestro della vittoria, la partite termina così con il punteggio di  76-75.

MVP Basketinside.com: Mays (19 punti, 11 rimbalzi, 24 di valutazione)

BRINDISI – CANTU’ 76-75

Parziali: 11-18, 30-30, 48-51

Brindisi: Pullen 16, Harper, James 9, Bulleri 5, Cournooh, Protopapa, Denmon 13, Morciano, Zerini, Turner 13, Mays 19, Eric 2. All. Bucchi

Acqua Vitasnella Cantù: Johnson-Odom 19, Feldeine 11, Abass 5, Bloise, Laganà, Maspero, Jones 7, Shermadini 2, Buva 19, Gentile, Williams 12. All. Sacripanti

Arbitri: A. Martolini, M. Rossi e N.Ranaudo