F8 2020 QF – Austin Daye a fil di sirena! Venezia vince al supplementare contro la Virtus Bologna e va in semifinale!

F8 2020 QF – Austin Daye a fil di sirena! Venezia vince al supplementare contro la Virtus Bologna e va in semifinale!

Pazzesca partita a Pesaro, in questo giovedì di Quarti di Finale. La Reyer Venezia e la Virtus Bologna lottano punto a punto, vanno al supplementare e in una battaglia di 45 minuti la spunta la Reyer grazie al canestro di Daye!

di Matteo Andreani, @matty_vanpersie

Dopo il primo quarto di questa Coppa Italia che ha visto trionfare l’Olimpia Milano sulla Vanoli Cremona, altra sfida molto interessante sulla carta, quella tra Virtus Bologna e Reyer Venezia.

Quintetto Segafredo Virtus Bologna: Markovic, Teodosic, Weems, Ricci, Gamble.

Quintetto Umana Reyer Venezia: Tonut, De Nicolao, Daye, Mazzola, Watt.

PRIMO QUARTO:

Parte bene la Reyer. Gli uomini di De Raffaele iniziano con grande aggressività in entrambi i lati del campo e costringono Coach Djordjevic al timeout dopo soli 90 secondi, sul punteggio di 0-8. Al rientro in campo, il copione non cambia. La Virtus trova il primo canestro dopo 3 minuti di gioco, già con parecchia pressione e con 11 punti da recuperare. Continua a fare una fatica immensa in attacco la Virtus Bologna, fatica che non ha minimamente la Reyer Venezia. Chappell è onfire, come tutta la Reyer, mentre la Virtus è in una crisi realizzativa evidente. A nulla servono le urla di Djordjevic, si va al riposo dopo 10 minuti con la Reyer sul +10.

SECONDO QUARTO:

É un’altra Virtus quella che entra in campo nel secondo quarto. Grande intensità, spesso al limite del fallo e segnali di ripresa per le V nere. Pubblico di fede virtussina presente in massa, sembra di giocare in casa per la squadra di Djordjevic e anche questo è un fattore per la rimonta. Kyle Weems si accende ed è il principale punto di riferimento offensivo in questo quarto. Rimonta Virtus? Andrea De Nicolao non è di questo avviso e piazza una nuova accelerata in favore della Reyer. 11 punti per il playmaker italiano, grande protagonista sin qui. Il dominio di inizio gara da parte di Venezia però non c’è più, ma è sufficiente per i ragazzi di De Raffaele per andare al riposo sul +5.

TERZO QUARTO:

Si rientra in campo e la partita cambia completamente copione. Un paio di triple per la Virtus, che mette il muso davanti nonostante un super Tonut per Venezia. Difesa, Markovic e il solito Weems sono le chiavi in più del super inizio di terzo quarto in casa Virtus. De Raffaele prova a fermare l’emorragia con un timeout dopo 3 minuti di gioco. Pessima serata al tiro per Milos Teodosic, con un solo canestro dal campo sin qui, ma non solo per lui. 3 su 17 dalla lunga distanza per la Virtus, vero problema della serata per i bolognesi. Tanti contatti e anche un antisportivo a Chappell, in un partita che non ha un padrone ma vede sempre avanti la Reyer. A 10 minuti dal termine, partita tutta da decidere ancora e tantissimo equilibrio.

ULTIMO QUARTO:

Doppio play e doppio lungo per la Virtus in questo inizio di ultimo quarto con Teodosic, Markovic, Gamble e Hunter. La Virtus tira molto male dal campo ma il merito è anche di una Venezia che difende durissimo e non lascia canestri facili, come dimostrato dal punteggio di gioco molto basso. In un amen, si sbloccano Markovic e Teodosic da 3 punti ed è sorpasso Virtus! Esplosione del pubblico virtussino, accorso in massa alla Vitifrigo Arena di Pesaro. Partita non entusiasmante a livello tecnico, ma dall’altissimo livello di intensità.  A 3 minuti scarsi dal termine, 60-60 in un finale da cardiopalma. Per la Virtus, un protagonista inaspettato nel finale, Giampaolo Ricci. L’ex Cremona è ben trovato in attacco e sempre intelligente nei movimenti. Chappell però non è d’accordo e si riscrive al film della partita con una pazzesca tripla che vale l’ennesimo controsorpasso Venezia. Palla pesantissima in questo momento della partita. Markovic e Daye segnano da 3 punti, poi Teodosic si guadagna i 3 liberi che fissano il punteggio sul -1 Virtus a 48 secondi dal termine. Venezia butta via una sanguinosa palla persa, che però la Virtus non sfutta. Fallo immediato su Daye con 28 secondi da giocare, sul +1 Reyer. L’americano fa 0 su 2. It’s Teodosic time. Il serbo attacca a testa e si guadagna due liberi. 1 su 2 del playmaker ex CSKA, rimbalzo in attacco di Hunter e sanguinosissima palla persa di Teodosic che pesta la linea e concede il tiro della vittoria alla Reyer con 6 secondi da giocare. De Nicolao si guadagna due tiri liberi con 4 secondi al termine. Il pallone è pesantissimo, un macigno. 0 su 2 del playmaker italiano! Clamoroso! La preghiera da metà campo di Weems non è esaudita ed è OVERTIME!

SUPPLEMENTARE:

Partita vietata ai deboli di cuori. Si inizia subito con due triple per parte, in un momento della gara in cui ogni tiro sembra decisivo. Teodosic distribuisce due assist al bacio, convertiti in punti da Weems e Hunter. Venezia, autore di una partita eccezionale sin qui, non sbanda e reagisce per l’ennesima volta. Bramos si conquista 3 preziosissimi liberi su fallo di Markovic, tutti realizzati. +3 Reyer con 1’30 da giocare. Markovic fa 1 su 2 ai liberi ed è -2 Virtus. Austin Daye trova un magnifico assist per Chappell che segna il +4 Reyer. Palla pesantissima e tensione alle stelle in questo finale. 1 minuto al termine di questo overtime. Chi se non Markovic per la tripla che segna il -1? Attributi enormi del serbo. La Reyer nel capovolgimento sbaglia e concede l’opportunità del sorpasso alla Virtus. Hunter dalla lunetta, con 25 secondi da giocare, fa 2 su 2! Vantaggio Virtus e probabile possesso finale in mano a Venezia. De Nicolao porta palla, poi appoggia a Chappell: il giocatore americano pesca Daye che a fil di sirena insacca il canestro del sorpasso. Il tiro della disperazione di Bologna non va a segno: sarà Milano-Venezia in semifinale.

SEGAFREDO VIRTUS BOLOGNA – UMANA REYER VENEZIA 81-82 (11-21, 21-16, 15-13, 21-18)

SEGAFREDO VIRTUS BOLOGNA: Deri, Marble 1, Pajola 2, Baldi Rossi 2, Markovic 18, Ricci 12, Cournooh, Hunter 6,  Weems 15, Nikolic, Teodosic 15, Gamble 10. All: Djordjevic.

UMANA REYER VENEZIA: Casarin, Stone 3, Bramos 9, Tonut 16, Daye 15, De Nicolao 11, Filloy, Vidmar 7, Chappell 14, Mazzola 3, Cerella, Watt 4. All: De Raffaele.

MVP BasketInside – Austin Daye. Canestro della vittoria. What else? L’ex Pesaro è autore di un pazzesco buzzer che consegna la semifinale alla Reyer Venezia. In una partita così equilibrata, Daye è autore di punti decisivi nel finale e sopratutto del canestro della vittoria.

PROGRESSIVI: 11-21, 32-27, 47-50, 68-68.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy