F8 2020 SF – Apoteosi Brindisi, è Finale! La Fortitudo è vittima di una storica asfaltata

F8 2020 SF – Apoteosi Brindisi, è Finale! La Fortitudo è vittima di una storica asfaltata

Assolutamente senza storia la seconda semifinale di Coppa Italia. Brindisi travolge la Effe e vola in semifinale.

di Matteo Andreani, @matty_vanpersie

É ora il turno di Happy Casa Brindisi e Pompea Fortitudo Bologna per la seconda semifinale di Coppa Italia, dopo la sorpresa di giornata in cui l’Umana Reyer Venezia ha sconfitto l’Olimpia Milano conquistando la Finale. Si gioca in clima caldissimo, con entrambe le squadre seguite da tantissimi tifosi. I favori dei pronostici sono dalla parte della squadra brindisina, ma questa Coppa ci ha insegnato che non ci sono favoriti.

QUINTETTO BRINDISI: Banks, Martin, Thompson, Stone, Brown.

QUINTETTO FORTITUDO: Fantinelli, Robertson, Aradori, Leunen, Sims.

PRIMO QUARTO:

Che partenza per Brindisi! Intensità e ritmi altissimi per gli uomini di Vitucci che producono subito il primo parzialone. Timeout obbligatorio per Martino sullo 0-8 per la Effe dopo 2 minuti di gioco. La Fortitudo esce bene dal timeout e prova a reagire contro una Happy Casa indemoniata. Brown è protagonista di un super inizio per Brindisi, ottimo sia col tiro dalla media distanza che sotto canestro. Insieme a Brown, molto positivo anche Martin, autore di 6 punti nella prima frazione. Grandissima difficoltà per la squadra bolognese in attacco, dove Sims e Aradori faticano ad entrare in ritmo. Dopo 10 minuti di gioco, Brindisi conduce il punteggio 23 a 12.

SECONDO QUARTO:

L’Happy Casa Brindisi non ha nessuna intenzione di fermarsi e continua a spingere sul pedale dell’acceleratore appena possibile. Le triple di Banks e Zanelli segnano il massimo vantaggio sul +16 e un nuovo timeout per la Effe alla ricerca di un modo per stoppare l’uragano Brindisi. La difficoltà nel trovare la via del canestro da parte della Fortitudo continua inesorabile, con la squadra brindisina invece caldissima dalla lunga distanza. Buonissimo impatto di Zanelli dalla panchina, con un notevole apporto difensivo e 2 triple importantissime per il parziale Brindisi. Saltano i nervi in casa Fortitudo. Dopo un contatto sospetto, la panchina e Aradori in campo, si infuriano, con quest’ultimo sanzionato da tecnico. Brindisi ha quasi già dato il colpo del KO all’intervallo, chiuso sul +20.

TERZO QUARTO:

Emorragia interminabile per la Fortitudo. Brindisi continua a divertirsi e a far divertire il pubblico. Banks, Brown e compagni danno spettacolo con ritmi altissimi e schiacciate da Highlights. Bologna sembra aver già mollato, con il punteggio che recita 51-24 dopo 21 minuti di gioco. Non c’è più partita al rientro in campo. Brindisi continua a segnare, la Fortitudo non ha mai iniziato. Oltre 30 punti di scarto a metà terzo quarto, momento in cui saltano i nervi alla Fortitudo. Mancinelli commette un brutto antisportivo su Thompson, che nonostante il fallaccio trova il canestro.

ULTIMO QUARTO:

L’ultima frazione inizia con un motto d’orgoglio di Ed Daniel, ma oramai è troppo tardi. Il divario tra le due squadre è abissale, sempre sui 30 punti di scarto. La Fortitudo non vede l’ora che la partita termini. Mai veramente iniziata la partita per la Effe, sempre sotto e surclassata nel punteggio dal primo quarto di gioco. Brindisi continua a correre e a schiacciare in contropiede contro una difesa che non c’è più. Puro garbage time sino al finale di gara.

É Finale! Brindisi giocherà per il secondo anno consecutivo la finalissima, questa volta contro Venezia e con l’intenzione di scrivere un finale differente rispetto lo scorso anno.

 

HAPPY CASA BRINDISI – POMPEA FORTITUDO BOLOGNA 78-53 (23-12, 22-12, 19-13, 14-16)

 

HAPPY CASA BRINDISIBanks 11, Brown III 18, Martin 8, Sutton 6, Zanelli 7, Guido, Gaspardo 9, Campogrande 3, Thompson 10, Cattapan, Stone 6, Ikangi. All: Francesco Vitucci.

POMPEA FORTITUDO BOLOGNA: Robertson 4, Aradori 4, Cinciarini 10, Mancinelli 4, Dellosto, Leunen 4, Sims 10, Fantinelli 6, Daniel 7, Stipcevic 4. All: Antimo Martino.

 

MVP BasketInside: John Brown III. Un dominio assoluto per il lungo di Brindisi, determinante contro l’intera Fortitudo in questa semifinale di Coppa Italia. Protagonista di un dominio fisico imbarazzante, Brown ha dato spettacolo nel primo tempo e regalato giocate da Highlights, su tutte il poster su Sims.

PROGRESSIVI: 23-12, 45-24, 64-37,

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy