F8 QF: Stipcevic porta Sassari in semifinale, Avellino subito fuori

L’MVP dell’incontro, Rok Stipcevic, regala la vittoria a Sassari con 15 punti

di Alessandro Kokich

Spettacolo ieri, spettacolo anche oggi. Le Final Eight continuano all’insegna dell’emozioni, con Sassari che a sorpresa piazza il colpo eliminando la Sidigas Avellino. Partita equilibrata per tutto l’arco dei quaranta minuti di gioco, con Sassari bravissima a rialzarsi quando Avellino durante il secondo quarto di gioco era salita fino al più undici. Poi la svolta, con un break di 14-2, che ha lanciato la formazione di Pasquini fino al più uno all’intervallo. Nella ripresa la trama non cambia, con le squadre a rispondersi colpo su colpo. La decide un canestro di Stipcevic, bravo a cinquanta secondi dal termine a recuperare un rimbalzo offensivo dopo un suo errore, convertendolo nel sorpasso decisivo. Invana la conclusione finale di Ragland sulla sirena, con il ferro che ha sancito l’eliminazione della squadra di coach Sacripanti.

Quintetti:

Sidigas: Obasohan, Ragland, Leunen, Fesenko, Thomas

Dinamo: Bell, Lacey, Lawal, Lydeka, Sacchetti

1° QUARTO: Ad inaugurare la seconda giornata di Final8 è Avellino con 4 canestri in rapida successione mentre la Dinamo sbaglia comodi lay-up prima di una giocata di talento di Lacey che sancisce il 9-3. Dopo un contatto subìto con un compagno alla bocca, Ragland è costretto ad uscire dal campo mentre Thomas porta il suo bottino personale a 7 dopo metà quarto. Avellino continua a macinare punti da dietro l’arco mentre l’avversaria si sblocca principalmente dalla lunetta e grazie al reparto lunghi che ha prodotto la maggior parte dei punti; su questo filone si conclude la prima frazione di gioco, sul punteggio di 22-13, con il numero 55 biancoverde che ha prodotto la metà dei punti per i suoi.

2° QUARTO: Nella seconda frazione entrambe le squadre paiono più motivate, con 3 canestri per parte nei primi 2 minuti che mandano il punteggio sul 29-20 prima di una crisi di punti che perdura per altrettanto tempo. Joe Ragland arriva in doppia cifra con due giocate di enorme talento ma è ancora Lacey a impedire l’allungo degli irpini, sul 34-24 dopo 6 minuti. I biancoverdi continuano ad affidarsi a Thomas che costringe un infuriato Pasquini a richiedere una sospensione di gioco per evitare l’allungo della squadra di Sacripanti; il time-out scuote i sardi che si portano sul -3 grazie a Lawal, Stipcevic e Lacey. Nell’ultimo minuto i due sopracitati esterni biancoblu si caricano la squadra sulle spalle segnando 4 punti negli ultimi 10 secondi decretando il primo vantaggio sul 38-39.

3° QUARTO: Con due canestri consecutivi, Fesenko riporta in vantaggio i suoi, ma Sacchetti e Bell fanno la voce grossa per il nuovo vantaggio. Lydeka costringe Fesenko al terzo fallo e continua ad incrementare il vantaggio per Sassari toccando il +7 assieme a Bell e sfruttando il pessimo momento di Avellino la cui squadra ha perso la lucidità della prima parte di gara, che Sacripanti fa ritrovare con una sospensione; dopo questa infatti, 9 punti firmati Ragland e Randolph mandano gli irpini sul 51-49. Dopo il pareggio di Savanovic, un botta e risposta di Stipcevic e Randolph da dietro l’arco lascia la differenza punti invariata, ma Lawal chiude la frazione con il decimo punto di serata sul 54-56

4° QUARTO: Un rapido susseguirsi di canestri inaugura l’ultima frazione, con Carter che infila 6 punti pareggiati subito da Thomas e Randolph; dopo qualche minuto, Leunen decide che questo è il suo momento e con due “arresto e tiro” di alta classe manda la Sidigas in vantaggio sul 66-64. Negli ultimi 4 minuti, le due compagini abbassano i ritmi, cercando di mantenere le maggiori energie mentali possibile con i biancoblu che subiscono la difesa impetuosa di Fesenko il quale manda Sacchetti su tutte le furie che si prende il fallo tecnico. Stipcevic, con perseveranza dopo un tiro sbagliato, sancisce il vantaggio sul 68-69 con meno di 4 secondi dal termine mentre Ragland, dopo il timeout disegnato da Sacripanti sbaglia il layup vincente.

MVP Basketinside: Stipcevic (15 punti)

SIDIGAS AVELLINO – BANCO DI SARDEGNA SASSARI 68 – 69 (22 – 13, 16 – 26, 17 – 15, 14 – 13)

Avellino: Zerini, Ragland 16, Green 5, Esposito M. n.e, Esposito L. n.e, Leunen 5, Severini, Randolph 14, Obasohan, Fesenko 12, Thomas 16, Parlato All. Sacripanti Stefano

Sassari: Bell 8, Lacey 14, Devecchi, D’Ercole, Sacchetti 7, Lydeka 2, Savanovic 6, Carter 7, Stipcevic 15, Lawal 10, Monaldi n.e, Ebeling n.e All. Pasquini Federico

Fotogallery a cura di Michael Ciaramicoli & Pierfrancesco Accardo

Lacey

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy