Fortitudo, ripresa perfetta: Cantù va al tappeto

La formazione di Dalmonte, pur decimata, sbanca il PalaDesio e infila la quarta vittoria nelle ultime cinque partite. Cantù sconfitta 67-80.

di Daniele Tagliabue, @Danyboy1991

La formazione di Dalmonte, pur decimata, sbanca il PalaDesio e infila la quarta vittoria nelle ultime cinque partite. Tante le assenze per gli ospiti, che si presentavano alla palla a due senza Fantinelli, Aradori, Saunders, Mancinelli e Happ, praticamente 4/5 dello starting five. A strappare i due punti però è proprio la compagine felsinea, con la cura Dalmonte sempre più efficace. Cantù parte forte, calando nel secondo quarto che vede comunque le due squadre in perfetto equilibrio separate da un solo punto a metà partita. Nella ripresa non c’è storia, con una sola squadra in campo a fare quello che vuole con Banks (18 pt) e Totè (19pt) a trascinare i compagni fino al definitivo e meritatissimo 67-80.

Cantù: Johnson, Woodard, Pecchia, Leunen, Kennedy
Bologna: Sabatini, Palumbo, Banks, Whiters, Hunt

CRONACA – Il botta e risposta tra Kennedy e Sabatini apre la contesa tra le due squadre. Si sbloccano anche Johnson e Banks, ma è l’equilibrio a farla da padrone con le due compagini appaiate a quota 10 dopo cinque minuti. Cantù trova un mini break dalla linea della carità (15-10), con Totè che dai 6.75 ferma il break a sfavore. Il botta e risposta in lunetta tra Banks e Procida sancisce il primo quarto sul punteggio di 19-16. Nel secondo periodo è Woodard a spingere i canturino fino al più sei (27-21), ma Baldasso dall’arco rimette in scia la formazione ospite. Woodard risponde con la stessa moneta, poco dopo è il turno anche di Leunen, con la tripla dell’ex che vale il 35-29. Banks e Totè suonano però la carica per la Fortitudo, che resta così a contatto sul 37-35. Bologna trova pure la forza di mettere il naso avanti, con Whiters e Palumbo a firmare il 41-42 che chiude il secondo periodo di gioco. Nella terza frazione di gioco la formazione di Dalmonte entra con un’altra faccia: la schiacciata di Kennedy illude Cantù, ma la Fortitudo trova subito un break a favore, con Banks, Hunt e Sabatini a firmare il 46-53. Cantù non riesce a reagire e Bologna vola via, con Hunt, Sabatini e Palumbo a scrivere il massimo vantaggio sul 46-59. Procida spezza il parziale a sfavore, ma è un monologo ospite con Withers che archivia un sontuoso terzo quarto sul 51-66. Ultima frazione che si apre ancora con Bologna a segno dall’arco con uno scatenato Banks. Baldasso e Totè continuano a banchettare nella difesa dell’Acqua S.Bernardo, con il solo Woodard che prova a limitare i danni sul 57-74. La Torre ricuce fino a meno quattordici, ma è ormai troppo tardi e Totè mette i chiodi sulla bara con il canestro del 64-80. Il finale recita 67-80 per gli ospiti.

MVP BASKETINSIDE.COM: Banks

Acqua S.Bernardo Cantù-Lavoropiù Bologna 67-80
(19-16, 22-26; 10-24, 16-14)

Cantù: Smith 9, Kennedy 10, Woodard 12, Procida 7, Leunen 6, La Torre 6, Bigby-Williams 5, Lanzi n.e., Johnson 4, Bayehe 2, Baparapè n.e., Pecchia 6. All. Pancotto

Fortitudo: Banks 18, Pavani, Saunders, Palumbo 8, Hunt 9, Baldasso 8, Cusin, Withers 11, Totè 19, Sabatini 7. All. Dalmonte

Arbitri: Mazzoni, Nicolini e Vita

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy