Il cielo sopra Trento sorride a Reggio Emilia, Unahotels corsara

Trento perde in casa in una partita combattuta punto a punto, Reggio Emilia vince per 81-87.

di Maddalena Vettori

Al via oggi la seconda giornata del girone di andata della Serie A Unipolsai: sono scesi oggi in campo alla BLM Group Arena di Trento la Unahotels Reggio Emilia e la Dolomiti Energia Trentino.

QUINTETTO BASE REGGIO EMILIA: Brandon Taylor, Tomas Kyzlink, Joshua Bostic, Mouhamet Rassoul Diouf, Frank Elegar

QUINTETTO BASE TRENTO: Gary Browne, Toto Forray, Kelvin Martin, Andrea Mezzanotte, JaCorey Williams

La partita inizia con una Trento che fatica a concludere le proprie azioni, e la Reggiana si porta subito in vantaggio di 6 punti nei primi minuti di gioco. È grazie a Williams e Forray che Trento si rimette in carreggiata, nonostante Taylor e Diouf si dimostrino particolarmente intenzionati ad insidiare qualsiasi tentativo di ripresa dei bianconeri. Con una tripla di Baldi Rossi, Reggio Emilia allunga il proprio vantaggio ma questo non dura: Jeremy Morgan, con un bel tiro da tre punti, riaccorcia la distanza tra le due squadre che si trovano per 12-19 a favore di Reggio a meno di tre minuti dall’inizio del match. Baldi Rossi si dimostra fondamentale in questo primo quarto che si conclude 18-25 per la Reggiana, mentre Trento chiude con l’amaro in bocca i primi 10 minuti di questa partita nonostante le buone giocate di Maye e Morgan.

Il secondo periodo si apre con tre punti utili di Morgan che si libera dalla palla mettendo a segno un lancio davvero difficile, continuando a dimostrarsi un prezioso aiuto per il team trentino. Taylor realizza punti utili per la Reggiana, che fatica a contrastare la rincorsa della Dolomiti Energia, squadra che ha trovato un ottimo alleato nel giovane Ladurner. Mentre Taylor esce poi per un lieve infortunio, Trento trova il vantaggio per la prima volta dall’inizio del match. Elegar, prezioso per Reggio a inizio partita, continua a mettere in difficoltà la Dolomiti Energia mentre Bostic riporta la propria squadra avanti di tre punti con dei buoni liberi ottenuti dopo un fallo di Sanders. La pausa lunga arriva  con 40-44 a favore di Reggio Emilia, dopo altri punti ottenuti da Bostic ai liberi a seguito di un fallo di Williams.

Il secondo periodo si apre con Williams che segna il canestro del -2: Bostic reagisce subito ma Browne si appropria della palla e Maye porta la squadra al pareggio. Trento e Reggio Emilia si rincorrono punto a punto, Elegar va in lunetta “grazie” al terzo fallo di Williams e porta il proprio team in vantaggio di tre punti ma il distacco non dura: una tripla di Maye riporta le due squadre al pareggio. Dopo una serie di botta e risposta, è Morgan che segna la tripla del sorpasso di Trento. Questo fantastico terzo quarto prosegue in un continuo alternarsi di pareggio e vantaggio delle due squadre prima di concludersi  61-63 a favore di Reggio Emilia.

Reggio Emilia si porta subito in vantaggio, ma il duo Williams-Browne, serve uno spettacolare alleyoop che porta Trento a -2. Dopo il pareggio raggiunto grazie a Pascolo ed il tiro da due punti di Williams, la Reggiana sembra perdere concentrazione. Velocissimo Luke Maye, dopo un rinnovato vantaggio di Reggio, mette a segno due triple di fila e continua a trascinare e mantenere in partita la propria squadra prima di ottenere anche due liberi su un fallo di Taylor. Reggio sorpassa Trento grazie a una tripla di Johnson e mantiene il distacco con tre punti di Bostic. Alla fine, la Reggiana prevale e si impone su Trento per 81-87.

Trento (81): Maye 22; Morgan 11; Browne 17; Williams 13; Martin, Forray; Pascolo 2; Ladurner 4; Sanders 8; Conti, Mezzanotte, Lechthaler 0
Reggio Emilia (87): Bostic 15; Johnson 12; Kyzlink 10; Taylor 19; Elegar 17; Bonacini, Besozzi, Giannini, Blums 0; Diouf 2; Baldi Rossi 3; Candi 8.
(18-25; 22-18; 21-19; 20-24)

MVP Basketinside: Brandon Taylor

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy