Il cuore Caserta abbatte Torino

Il cuore Caserta abbatte Torino

Vittoria di gran cuore per la Pasta Reggia Caserta sulla Fiat Torino.

di Emanuele Terracciano

Al PalaMaggiò di Caserta, davanti a tremilacinquecento persone, arriva una Fiat Torino in cerca di punti per rincorrere il sogno playoff. Alla fine è la Pasta Reggia finale a portare a casa il successo grazie a un finale di grandissima intensità

Primo quarto – L’avvio di partita è tutto di marca casertana: infatti, la Pasta Reggia parte fortissimo sia in attacco che in difesa con un ispirato Diawara e un solido Watt. Dopo neanche tre minuti di gioco la tripla di Putney porta il punteggio sul 12-3 e coach Vitucci è costretto all’immediato timeout.  Al rientro in campo Marco Giuri piazza la tripla del +12 (15-3), ma la Fiat inizia a dare segni di risveglio con Hollins e il capitano Peppe Poeta. Un accenno di rissa porta gli arbitri a sanzionare un doppio tecnico a Diawara e Wilson e ciò imbruttisce un po’ la partita dal punto di vista estetico, ma la sostanza non cambia di molto: al primo mini intervallo Caserta conduce per 24-14.

Secondo quarto – Bostic apre le marcature del secondo quarto con una tripla, ma Caserta non riesce a scappare definitivamente. A un certo punto Poeta lucra con estrema scaltrezza un fallo antisportivo a Bostic e il pubblico del PalaMaggiò si infiamma. In questa fase nessuna delle due formazioni riesce a far vedere una grandissima pallacanestro e ciò favorisce la Juve che non scende mai sotto i nove punti di vantaggio grazie soprattutto alle ottime percentuali al tiro da tre punti di Berisha. Caserta si perde un po’ e inizia a sembrare quella vista nelle ultime uscite, permettendo a Torino di rosicchiare punti fino al -5 (40-35) successivo ai tre tiri liberi mandati a segno da Harvey. Nel finale di quarto una tripla di Berisha e un canestro di un orgoglioso Linton Johnson permettono ai padroni di casa di arrivare all’intervallo lungo in vantaggio per 45-38.

Terzo quarto – Al rientro in campo dopo l’intervallo la Pasta Reggia sembra addormentata mentre la Fiat, grazie all’esperienza del suo capitano Poeta, mette in difficoltà gli avversari e si riporta a -3 sul 45-42. Dopo il timeout voluto da Sandro Dell’Agnello la Juve incassa un 5-0 di parziale propiziato da un ispirato Harvey che porta i piemontesi avanti nel punteggio sul 47-45. Berisha dall’arco interrompe il parziale avversario, ma i giocatori della Pasta Reggia in campo sembrano sempre più spaesati. Torino sembra avere le mani ben strette sul manubrio di questa partita e riesce a chiudere la terza frazione di gioco in vantaggio per 63-54.

Quarto quarto – L’andazzo della partita non cambia in avvio di quarto quarto e la Fiat gestisce il suo vantaggio che arriva alla doppia cifra sul 67-57. Daniele Cinciarini è l’artefice del 5-0 di parziale con cui Caserta prova a reagire portandosi a -5 (67-62). White interrompe il parziale dei padroni di casa, ma Cinciarini continua a caricarsi sulle spalle la squadra e la trascina al -3 sul 69-66. Dopo il timeout voluto da coach Vitucci, il PalaMaggiò si accende e Caserta, ancora con un Cinciarini mostruoso e grazie anche a un fallo tecnico sanzionato a Poeta, si riporta in tempi relativamente brevi a +4 sul 73-69. In questa fase la Fiat prova a restare attaccata alla partita con i titi liberi e con il vantaggio a rimbalzo, ma l’inerzia del match sembra cambiata. La giocata decisiva probabilmente è il grandissimo canestro di Diawara che in area resiste fisicamente alla difesa piemontese e realizza i punti del +6 (82-76). Alla fine la Pasta Reggia vice per 83-76.

PASTA REGGIA CASERTA 83–76 FIAT TORINO (24-14; 45-38; 54-63)

Pasta Reggia Caserta: Berisha 14, Riccio, Diawara 15, Cinciarini 16, Ventrone, Putney 9, Gaddefors, Giuri 10, Bostic 4, Cefarelli, Watt 11, Johnson 4. All. Sandro Dell’Agnello

Fiat Torino: Wilson 6, Harvey 27, White 10, Parente 9, Alibergovic, Poeta 12, Cuccarolo, Hollins 4, Okeke 3, Mazzola 5, Vitale. All. Francesco Vitucci

Arbitri: Begnis, Vicino, Bartoli

Fotogallery a cura di Alida Filauro

Pasta Reggia Caserta

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy