Il fotofinish parla trevigiano, Germani sconfitta

Con un super Nikolic nel quarto periodo, la De’ Longhi non si fa sopraffare dalla rimonta bresciana.

di Gianmarco Tonetto

DE’ LONGHI TREVISO BASKET – GERMANI BASKET BRESCIA 72-68 (20-14, 38-29, 54-47)

TREVISO: Tessitori 7 (2/4 da 2), Logan 15 (2/2, 3/10), Alviti 2 (1/1, 0/1), Nikolic 16 (1/3, 3/5), Parks 5 (1/4 da 3), Imbrò (0/2 da 3), Chillo (0/2 da 2), Uglietti 2 (1/2 da 2), Fotu 23 (6/10, 3/3), Cooke 2 (1/4, 0/3), ne: Severini.

BRESCIA: Zerini 4 (2/3 da 2), Warner 4 (2/3, 0/1), Abass 11 (2/6, 0/4), Cain 4 (2/4 da 2), Vitali (0/1, 0/3), Laquintana 10 (1/2, 2/3), Lansdowne 9 (3/10 da 2), Horton 18 (6/8, 2/5), Moss 5 (1/2, 1/5), Sacchetti 3 (0/1, 1/2), ne: Naoni, Guariglia.

NOTE: pq 20-14, sq 38-29, tq 54-47. Tiri liberi: Treviso 14/17, Brescia 12/17. Rimbalzi: Treviso 35 (Tessitori 3+7), Brescia 39 (Horton 1+6). Assist: Treviso 11 (Uglietti 4), Brescia 10 (Laquintana 5).

Per la nona giornata di andata di serie A le porte del Palaverde si aprono per ospitare la Leonessa Brescia. La Germani è quarta in classifica e punta ad un ruolo di protagonista nel campionato, la De’ Longhi ha dalla sua un fattore campo che finora è stato violato solo dalla corrazzata Milano. Gli ingredienti per una sfida entusiasmante ci sono tutti. La partita non disattende le attese e dopo i primi 5 minuti punti a punto vede Treviso sempre al comando con un paio di possessi di vantaggio. I padroni di casa nel primo tempo si affidano totalmente a Fotu, che chiude i primi 20 minuti con un solo errore al tiro, mentre la Leonessa è guidata da Horton. Nel secondo tempo si fanno sentire i piccoli a suon di triple con Laquintana e Logan a dare vita a un duello a distanza. Ma la differenza la fa il playmaker sloveno dei padroni di casa che, dopo 30 minuti di silenzio, prende per mano i suoi nel momento di maggior bisogno e conduce Treviso ad una importante quanto pesante vittoria per 72-68.

PRIMO PERIODO: lo starting five di coach Menetti vede in campo Nikolic, Logan, Cooke, Fotu e Tessitori, mentre il quintetto di Esposito è costituito da Lansdowne, Vitali, Abass, Horton e Cain. Pronti via e l’intensità è già altissima, i contatti sono duri ma puliti e il tutto lascia intuire sarà una partita maschia. La De’ Longhi fa la voce grossa con i suoi lunghi, nella fattispecie Fotu segna 9 punti in sei minuti e con una tripla manda i suoi per la prima volta in vantaggio (11-8). Brescia ha una buona distribuzione di squadra, ma dopo una prima fase fatica a trovare il canestro con continuità, coach Esposito ricorre quindi alle seconde linee. La prima frazione termine con Trevio a +6 sul 20-14.

SECONDO PERIODO: parte bene Treviso con due palle rubate, ma la Germani con un mini parziale di 4-0 ricucisce parzialmente il disavanzo (22-18). Tuttavia la TVB non si demoralizza e con il solito Fotu ritrova i due possessi pieni di vantaggio, lo staff bresciano non ci pensa quindi due volte e interrompe il gioco (26-20, 4:40). Al rientro in campo Menetti rischiera il cento neozelandese che non si fa pregare e riprende da dove si era fermato, portando i suoi sul +9 (33-24, 2:00). Alla ripresa del gioco Horton prova a caricarsi i suoi con una importante tripla, ma la risposta dei padroni di casa è immediata e finalmente anche Logan si sblocca dalla lunga distanza, aggiornando il massimo vantaggio a +11. Il primo tempo si conclude con una stoppata al settimo cielo di Cooke su Laquintana, ma dalla rimessa che ne risulta Horton ne esce con una tripla di tabella, fissando il risultato sul 38-29.

TERZO PERIODO: l’inizio di secondo tempo è all’insegna di Horton che segna tutti i primi 5 punti della leonessa, inframmezzati soltanto da un libero di Tessitori. Ma a suonare la sveglia  per i padroni di casa è Logan con un’altra delle sue triple, ben spalleggiato da Tessitori, ridando alla squadra della Marca 10 lunghezze di vantaggio. Brescia però è squadra esperta e riesce a gudagnarsi un fallo antisportivo che Abass capitalizza solo parzialmente, ma la tripla di Laquintana galvanizza gli ospiti riportandoli a -5 e costringendo Menetti al time out (46-41, 5:00). Al rientro in campo si erge in cattedra il professor Logan che con due triple dà nuovamente ai suoi un margine di sicurezza, seppur minimo, sul punteggio. La Leonessa prova a rispondere con Warner e Abass, ma è nuovamente Fotu che con la terza tripla di serata manda tutti all’ultima pausa sul 54-47.

QUARTO PERIODO: parte forte la Germani che con un parziale di 5-0 si porta pericolosamente a -2, ma Nikolic, rimasro in sordina finora, risponde con un gioco da 4 punti di capitale importanza (58-52). Ad annullarlo ci pensa Abass con 4 punti in successione e la parla persa di Nikolic convince definitivamente Menetti a spendere il time out (58-56, 5:40). Alla ripresa del gioco TVB sfrutta subito la situazione di bonus con Logan, il numero 1 si guadagna un gioco da 3 punti che però non chiude (60-56). La Germani è una formazione coriacea e lo dimostra con un gioco da 3 punti capitalizzato da Lansdowne, ma il ghiaccio scorre nelle vene di Nikolic con un’altra tripla dal peso specifico infinito costringe Esposito al minuti di sospensione (68-61, 2:00). Per la Leonessa gli ultimi a mollare sono Horton e Lansdowne, proprio quest’ultimo grazie ad una rubata di Moss ai danni di Logan firma il -2 (70-68). Negli ultimi 30 secondi succede tutto e il contrario di tutto: Brescia perde palla su un’ottima difesa trevigiana, Logan è freddo dalla lunetta e con 15 secondi manda i suoi a +4, dall’altra parte la tripla di Horton non trova il fondo del canestro e Nikolic risce a scappare al fallo di Zerini. Vince Treviso per 72-68 che si dimostra una corazzata sul parquet del Palaverde.

MVP BASKETINSIDE: Aleksej Nikolic 16 punti, 8 falli subiti, 3 rimbalzi e 3 assist.

Foto gallery a cura di Thomas Barea.

Isaac Fotu

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy