Il PalaCarrara fa una nuova vittima: Pistoia batte Siena 77-76!

0

GIORGIO TESI GROUP Pistoia: Daniel* 13, Meini 2, Galanda 6, Wanamaker* 19, Washington* 6, Cortese 5, Evotti, Bozzetto, Gibson* 16, Johnson* 10  Allenatore: Moretti MONTEPASCHI Siena: Viggiano 2, Hunter* 4, Cournooh, Haynes* 15, Carter*, Janning 8, Ress 10, Ortner 2, Nelson* 13, Udom, Green* 15  Allenatore: Crespi Pistoia che continua a entusiasmare fra le mura amiche, questa volta a cadere è la Montepaschi Siena. Un monumentale Wanamaker realizza i 2 punti decisivi in un finale bollente e combattutissimo, dopo una prestazione personale come al solito decisiva (19 punti, 6 assist e 1 stoppata). Bene anche Daniel (doppia-doppia da 13 punti e 12 rimbalzi per lui) e Gibson autore di due triple fondamentali nell’ultima frazione. Siena che arriva all’ultimo quarto con un distacco di 14 punti ma riesce a mettere paura ai padroni di casa, con i suoi cecchini che sfoderano triple su triple (Nelson e Haynes). Ma non basta per avere la meglio sui biancorossi e per smentire la legge del PalaCarrara. 1° quarto: Le due squadre toscane si rispondono colpo sul colpo per i primi 5’. Poi arriva il primo strappo, a favore di Pistoia, grazie alle prodezze di Wanamaker (due belle penetrazioni solitaria e la solita precisione dalla lunetta) e Washington (bella tripla). A 7’ di gioco Pistoia conduce 17-9. Wanamaker continua a deliziare il PalaCarrara: è una sua tripla sparata da lontano a portare Pistoia sul +11 (22-11). Siena sprecisa in attacco. Il quarto si chiude con Pistoia che conduce, col solito distacco, sul risultato di 24-13 con Wanamaker sugli scudi, già a quota 11 punti. 2° quarto: Alla ripresa del gioco Pistoia continua a macinare gioco e punti. Punti che arrivano anche da mani italiane: prima la tripla di Galanda, poi il bel gioco da 3 punti realizzato da Cortese. Al 13’ i padroni di casa conducono sul 32-15. Gli animi senesi si scaldano, Ortner prima colpisce Galanda con una gomitata al volto non vista dalla terna, poi battibecca animatamente con Meini. Biancoverdi che provano a bloccare l’inerzia pistoiese, riportandosi a -10 al 16’ dopo un tecnico ai danni di Washington (32-22). I giocatori di Crespi continua a rosicchiare punti ai padroni di casa, primo tempo che si chiude sul 41-36, con un ultimo minuto di fuoco per Haynes. Per Pistoia punti che arrivano prevalentemente da Wanamaker (12 punti e anche 2 assist per lui) e Daniel (8 punti e ben 7 rimbalzi), per Siena invece uno score più organico senza nessuno che per ora arriva si avvicina alla doppia cifra personale. Si va al riposo con una partita molto equilibrata, piccolo solco di 5 punti a favore dei padroni di casa. 3° quarto: Siena che si affida alle triple per ricucire, prima Nelson poi Green. Al 22’ ospiti a -3 (40-37). Non si fa attendere la reazione biancorossa, 2 minuti di controllo totale del gioco che portano il risultato sul 52-42. La manovra pistoiese appare più fluida e armoniosa, la dimostrazione è la tripla di Washington che arriva dopo una palla recuperata da Johnson (con stoppata ai danni di Haynes) e un contropiede orchestrato alla perfezione da Wanamaker con assist finale di Gibson. (57-44 al 27’). Pistoia che prova a prendere il largo: 64-48 al 29’ dopo una tripla del senatore Galanda e l’ennesimo long two di Johnson che conferma di essere un centro con una mano sopraffina. Quarto che si chiude sul punteggio di 64-50. 4° quarto: Siena torna sotto di 10 dopo una tripla di Ress, oltre all’appoggio in apertura di Janning. Altri 2 punti di Ress, parziale di 7-0 e risultato sul 64-57 al 33’. Siena che ora difende forte, Pistoia a metà dell’ultimo quarto è ancora a secco su azione (parziale di 10-2 con solo Gibson a segno, dalla lunetta). Immenso Wanamaker: stoppa Janning e in contropiede serve Gibson che realizza la sua seconda tripla in successione. Tutto ossigeno per il caldissimo popolo pistoiese, PalaCarrara che si infiamma (73-63 a 3’ e 23’’ dalla fine). Reazione senese affidata ai cecchini: tripla di Nelson (anche un gioco da 3 punti per lui) e 2 bombe di Haynes e strappo interamente ricucito. 75-75 a 39’’ dalla fine con un pesantissimo 0 su 2 dalla lunetta per Cortese sul +3. Wanamaker si prende la palla, che pesa come un macigno, e la mette in penetrazione solitaria: +2 Pistoia. 2 liberi per Janning a 5’’ dalla fine: fa 1 su 2. Risultato sul 77-76 e Daniel chiamato in lunetta a 3’’ dalla fine con un fallo tempestivo. Sbaglia il primo, sbaglia anche il secondo (volontariamente tirato sul secondo ferro) i 3’’ scorrono e Pistoia vince con un finale al cardiopalma, non adatto per i deboli di cuore. PalaCarrara in estasi,  termina 77-76 per i padroni di casa.

Fotogallery a cura di Marta Colombo

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here