Il sole dopo la tempesta: dopo una tiratissima partita la Fortitudo esce dal baratro e ritrova la vittoria contro Varese

Il sole dopo la tempesta: dopo una tiratissima partita la Fortitudo esce dal baratro e ritrova la vittoria contro Varese

L’aggressività chiesta da Antimo Martino si rivela fondamentale per la vittoria contro una Varese spigolosa e capace di restare in partita fino alla fine

di Mario Giuliante

La Fortitudo torna a vincere al Paladozza dopo lo scivolone contro Pesaro in una partita perennemente in equilibrio che ha visto la squadra di Martino vincere di sole tre lunghezze per 79 a 76 contro Varese. La prestazione di Aradori con i suoi 21 punti (decisivo con i tiri liberi nel finale) sommati a i 14 di Sims e agli 11 di Mancinelli riportano il sorriso sui volti dei tifosi biancoblu dopo le ultime sconfitte. Complimenti ad un’ottima Varese, che vede in Vene e Clark i migliori, capace di restare in partita sino alla fine, ma non in grado, forse, di trovare il guizzo decisivo per provare a portarla a casa. Il finale al Paladozza recita: Fortitudo 79 – Varese 76.

Parte subito forte Varese che a suon di triple (Mayo, Clark, Vene) e con un paio di penetrazioni in area al sesto minuto è avanti +9 sulla Fortitudo con il punteggio di 13 a 4. La reazione della Fortitudo passa dalle mani di Sims, Aradori e dalle triple di Robertson e Leunen che al terzo minuto recuperano lo svantaggio regalando il -3 e riaccorciando per 12 a 15. Il sorpasso targato Effe arriva ad un minuto dalla fine con la tripla di Aradori per il 19 a 18. Ai punti di Simmons rispondono Cinciarini da tre e Aradori sulla sirena. Il parziale del primo recita 24 a 20 in favore della Fortitudo.

Nel secondo quarto, apre le danze Ferrero con la tripla del -1 di Varese (24-23). Bravo Fantinelli a trovare due punti ai quali risponde molto bene Tambone. Ottimo impatto alla partita di capitan Mancinelli che prima da tre e successivamente con un 1/2 dai liberi regala, insieme a Sims, un vantaggio di +6 alla propria squadra (34-28) intorno alla metà del tempo. Tambone e Clark scaldano la mano da tre e riportano la propria squadra sul 36 pari a meno di quattro minuti dalla fine; il nuovo vantaggio Effe arriva sempre da tre grazie a Robertson per il 41-36 targato biancoblu. Il controsorpasso a meno di due minuti dalla fine passa dalla mani di Vene e Tambone ancora da tre per il 45-41 sponda Varese; bravo Robertson a trovare il -1 ad un minuto esatto dalla fine (44-45). Peak allo scadere allunga ulteriormente il vantaggio tirando da tre e chiudendo il primo tempo sul 44-48 a favore di Varese.

Il terzo quarto vede Varese avanti per 53 a 46 a pochi minuti dall’inizio; è bravo Sims a tenere in piedi la Fortitudo. In serata Vene che da tre prova a far scappare la propria squadra trovando il 55-48. Intorno alla metà del quarto Aradori prova a prendere per mano la squadra segnando due triple che riportano la propria squadra sul -2 (54-56). Il pareggio del 56 pari arriva grazie a Fantinelli che in penetrazione regala i due punti; Clark non ci sta e risponde sempre da due per il nuovo vantaggio Varese (58-56) a meno di tre minuti dalla fine. A tre minuti esatti dalla fine Cinciarini regala prima un fallo antisportivo in favore di Varese e successivamente in penetrazione trova il pareggio del 60 pari. Vene si rende protagonista di un fallo antisportivo su Daniel a due minuti dalla fine: 2/2 per lui dalla lunetta, penetrazione in area per ulteriori due punti e vantaggio effe per 64 a 60 a meno di un minuto dalla fine. Il finale del quarto vede la squadra di Antimo Martino avanti per 64 a 61.

Il finale di quarto vede con capitan Mancinelli il +5 di vantaggio (67-61): un sua tripla fa prima esplodere il Paladozza e poi trova nuovamente gloria in area per i punti del +8 (69-61) intorno al settimo minuto di gioco. Clark e Simmons tengono in piedi Varese; Daniel prova a rovinare i piani con i punti del 71 a 65 a meno di quattro minuti dalla fine ma Peak da tre porta la squadra di coach Caja sul -4 (71-68). Una splendida giocata di Pietro Aradori (canestro più fallo per lui) portano i punti del 74 a 68; il solito Vene da due punti non vuole far scappare la Effe. A meno di due minuti dalla fine la Fortitudo è avanti per 77 a 72; Varese trova la forza per restare in partita e il -1 del 77-76 arriva a quaranta secondi dalla fine. I liberi di Aradori arrivano come acqua nel deserto per la vittoria finale del 79 a 76.

 MVP Basketinside: Pietro Aradori

Fortitudo Pompea Bologna: Robertson pt.9, Aradori pt.21, Cinciarini pt.7, Mancinelli pt.11, Dellosto N.E., Leunen pt.5, Buscaroli N.E., Sims pt.14, Fantinelli pt.6, Daniel pt.6, Stipcevic pt.0

Openjobmetis Varese: Peak pt.8, Clark pt.13, De Vita N.E., Jakovics pt.0, Natali pt.0, Vene pt.18, Simmons pt.10, Seck N.E., Mayo pt.9, Tambone pt.8, Gandini pt.0, Ferrero pt.10

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy