Impresa Cremona! Jackson e Woodside abbattono Siena

0

Cremona riesce nell’impresa per il secondo anno consecutivo, battendo sul terreno amico i campioni d’Italia della Montepaschi Siena che dimostrano, con la quarta sconfitta in 5 partite, tra campionato e coppe, di stare attraversando un periodo decisamente non positivo. Cremona si presenta ai nastri di partenza con la brutta tegola di dover rinunciare a Rich, reduce di un infortunio dell’ultimo momento, ma anche Siena è costretta a far sedere in panchina per onor di firma Janning. Si dice però che chi è in difficoltà fa di necessità, virtù, e così Cremona ributta nella mischia dall’inizio Kelly il quale risponde presente con una buonissima prestazione, ben fiancheggiato da un ispirato Jackson ed un Woodside che dimostra di aver recepito al meglio gli ordini del coach e torna a far la differenza, come già sette giorni fa con Montegranaro. Per Siena non sono bastate le buone prestazioni di Green e Carter, con una regia decisamente non soddisfacente. Fatto sta che Cremona, nonostante un paio di tentativi dei senesi, ha tenuto banco e non si è mai scomposta più di tanto, riuscendo ad arrivare lucida negli ultimi istanti della partita e portando a casa un risultato importantissima sia per il morale che per la classifica, vista la vittoria di Pesaro con Avellino, che permette di sperare di aver invertito decisamente la rotta. E’ il terzo scalpo importante, quello odierno, per la formazione del torrazzo, dopo le vittorie con Sassari e Cantù, anche se ora bisognerà dimostrare di fare risultato anche con le formazioni di seconda fascia. Gli starting five delle due formazioni: Montepaschi: Viggiano, Hunter, Haynes, Nelson, Green Vanoli: Zavackas, Ndoja, Woodside, Kelly, Jackson I tabellini: Vanoli Cremona – Montepaschi Siena: 72-68 (18/14 – 29/31 – 48/49) Vanoli Cremona: Zavackas 8, Marchetti, Woodside 19, Jackson 17, Bertoncelli n.e., Spralja 8, Johnson 4, Pisacane n.e., Rossi n.e., Kelly 13, Rich n.e., Ndoja 3. Allenatore: Pancotto. Montepaschi Siena: Viggiano 7, Hunter 8, Cournooh 5, Haynes 7, Carter 12, Janning n.e., Ress 3, Ortner 9, Nelson 7, Udom n.e., Cappelletti n.e., Green 10. Allenatore: Crespi. Vanoli: T2 19/43 – T3 6/17 – TL 16/18 – RD 27 – RO 13 – PP 13 – PR 2 – AS 9. Montepaschi:  T2 25/45 – T3 4/22 – TL 6/9 – RD 23 – RO 13 – PP 7 – PR 7 – AS 8. MVP BasketInside.com: Ben Woodside – 19 punti  con 23 di valutazione lega, frutto di 5 assist, 4 rimbalzi e 6 falli subiti. Decisivo e lucido nei momenti chiave della partita. VANOLI – MONTEPASCHI: Le pagelle di Emanuele Pianigiani DALLA SALA STAMPA La conferenza stampa di coach Pancotto – Vanoli Cremona La conferenza stampa di coach Crespi – Montepaschi Siena La Fotogallery di Tiziano Zenzolo Cronaca della partita: 1° Quarto – Cremona per nulla intimorita guida tutto il primo quarto

Jason Rich
Cremona inizia la partita contro la Montepaschi con la sorpresa di Rich in panchina, pare vittima di un piccolo infortunio patito durante il riscaldamento di preparazione all’incontro, mentre la Montepaschi non potrà contare sull’apporto di jenning, vittima di una contrattura muscolare. E’ Siena ad aprire le danze con un canestro di Hunter, a cui fa però seguito una pronta reazione della formazione di casa che prima con Jackson e poi due volte con Kelly, la seconda con Alley-up servito da Woodside, ed al 3° minuto il tabellone dice 6-2. Al 6° minuto coach Crespi, con la propria formazione ad inseguire sul 9-4, ferma il gioco con un time-out. Cremona però non arresta il buon momento e continua a macinare il proprio gioco, arrivando all’8° minuto in vantaggio 15-8 e con Siena che in attacco non trova la giusta confidenza con il canestro. Reagisce però la squadra Campione d’Italia nell’ultimo minuto, riuscendo a recuperare qualche punto e chiudendo il primo quarto con 2 possessi di svantaggio, sul 18-14 a favore dei lombardi. Cremona nel primo quarto riesce ad andare a canestro con più del 50% di realizzazione, mentre per Siena le percentuali si attestano sul 54% da 2 e con uno 0/5 dalla lunga distanza. 2° Quarto – Siena tenta la fuga me Cremona reagisce ed all’intervallo chiude a ridosso dei toscani Anche nel secondo quarto le due formazioni faticano ad arrivare a canestro ma è soprattutto Cremona che pare aver dimenticato quanto di buono fatto nella prima frazione e così coach Pancotto prova a interrompere il gioco per riorganizzare il tutto. Al 12° minuto il tabellone vede ancora Cremona in vantaggio sul 18-16. Nulla da fare, al rientro Cremona ancora confusionaria in attacco e Siena ne approfitta prima con una bimane di Ortner in tap-in e poi con una tripla in transizione di Carter che riporta la formazione toscana in vantaggio sul 18-21 al 13° minuto. Ancora una volta il minuto di sospensione non permette a Cremona di ritrovare la confidenza in attacco, anche grazie ad una ritrovata difesa senese, e così coach Pancotto, dopo 2 palle perse in attacco consecutive, ferma il gioco nuovamente al 15° minuto con i campioni d’Italia in vantaggio 21-24. E’ sempre Siena a comandare il gioco nel secondo quarto e così si entra nell’ultimo minuto del primo tempo con la formazione di coach Crespi in vantaggio 24-31. Grande reazione della formazione lombarda negli ultimi secondi dell’incontro, che prima con Woodside e poi con Kelly riescono a mettere un piccolo parziale di 5-0, con un tiro libero ancora da effettuare da parte del colored bianco-blu e con Crespi su tutte le furie che a 9” dal termine ferma il gioco sul 29-31. Nulla da fare dalla lunetta per Kelly e sul successivo ribaltamento di fronte il tentativo di Ress dalla lunga distanza non entra e quindi le due formazioni si avviano verso il tunnel per gli spogliatoi con il medesimo risultato di 29-31. Si abbassano le percentuali di Cremona dal campo, con un totale di 11/30 dal campo, ma i toscani non possono certo gioire del loro 13/33. Per Cremona i migliori realizzatori alla pausa lunga sono Kelly con 9 punti e Woodside con 8, mentre sul fronte senese Carter ne mette 9, seguito da Ortner con 7. Sicuramente negli spogliatoi coach Pancotto dovrà puntare sulla concentrazione dei suoi nel controllo della palla, in quanto 9 palle perse (contro 0 recuperate), sicuramente pesano molto nell’economia di una formazione con un roster decisamente diverso dalla Montepaschi e, con un punteggio così basso ed un divario risicato, ogni singolo pallone può essere importante per sperare di poter ripetere l’impresa dello scorso anno. 3° Quarto – Siena riprova la fuga, ma Cremona le mette il guinzaglio E’ Kyle Johnson, con un 2/2 dalla lunetta, ad impattare nuovamente il punteggio sul 31 pari ad inizio di terzo quarto. Il brek di Cremona si allunga sul 7-0, grazie ad una tripla e contropiede di Jackson e coach Crespi, sul 36-31 del 23° minuto, ferma il gioco per dare una scossa ai suoi giocatori. Niente da fare per la Montepaschi, che è costretta a subire il buon momento dei lombardi che vanno ancora a segno con Jackson prima e con Spralja poi, che permette alla formazione biancoblu di allungare sul 40-33 del 24° minuto. Reazione senese che piazza un parziale di 14-4 che permette alla formazione ospite di tornare il vantaggio sul 44-47 al 29° minuto. Reagisce nuovamente la formazione di casa ed al termine del terzo quarto il tabellone recita 48-49 a favore degli ospiti, ma con gli ultimi 10 minuti di gara da vivere tutti con grande intensità. Ancora le percentuali al tiro, per entrambe le formazioni, sono decisamente basse, con Cremona che nel corso della terza frazione fa ricorso anche ai tiri dalla lunetta per restare in scia a Siena. 4° Quarto – Cremona più lucida porta a casa una vittoria importantissima
Ben Woodside
Cremona parte bene ad inizio ultimo quarto, riuscendo a scappare sul 55-51 al 33° minuto, grazie ai canestri di Jackson e Zavackas, ma è Green, con 4 punti in fila a rimettere il risultato in parità, sul 55 pari. Le due formazioni proseguono sulla parità, con Cremona sempre prima nel rompere la parità. Al 38° minuto il tabellone recita 61-60. E’ Ortner il primo giocatore a doversi sedere in anticipo in panchina per raggiunto limite di falli, con Siena che deve anche preoccuparsi della situazione di Counooh, vittima di uno scontro con Kelly. a 1:12 dal termine è una tripla di Woodside a dare nuova linfa alle speranze di Cremona mettendo la tripla che fissa il 66-62 per i padroni di casa e con Crespi a correre ai ripari con un time-out. Haynes prova a guidare la rimonta di Siena, ma con un 2/2 dalla lunetta di Ben Woodside Cremona a 17 secondi dal termine guida ancora il punteggio con 2 possessi di distacco, sul 68-64. Viggiano alla ripresa dell’incontro mette rapidamente a segno un canestro, ma sul rovesciamento di fronte Woodside subisce fallo antisportivo da parte di Haynes e mettendo il 2/2 dalla lunetta a 11 secondi dal temine mette praticamente il sigillo sulla partita. Alla girandola del fallo sistematico finale, è Cremona ad avere la meglio e così come già nel finale dello scorso campionato, la formazione del torrazzo si può fregiare di aver battuto i Campioni d’Italia, in casa, con il punteggio finale di 72-68.

Fotogallery a cura di Maura Tonghini

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here