Impresa Germani Brescia riuscita: Avellino battuta!

Il Basket Brescia Leonessa supera in casa la big Sidigas Avellino con una formidabile prova di squadra

di Silvia Castrezzati

Primo tempo equilibrato, con una Germani trascinata da grande entusiasmo ed energia che non intende lasciarsi travolgere dai lupi della Sidigas. Brescia chiude in vantaggio il primo quarto ed Avellino entra davvero in partita a partire dal secondo periodo, con Fesenko e Randolph pronti a mettere in difficoltà la Leonessa. Terzo quarto decisivo per i padroni di casa, che trascinati dal “solito” Landry conquistano un bottino importante. Sul finale Brescia non può mettere un sigillo sulla vittoria almeno fino ai secondi finali. Il successo è comunque di Brescia, che regala ai propri tifosi un’importantissima vittoria casalinga.

BRESCIA: Moore, Berggren, Vitali L., Landry, Moss
AVELLINO: Ragland, Logan, Leunen, Fesenko, Thomas

CRONACA

1° QUARTO:
Il primo possesso è di Avellino, Fesenko va a canestro ma viene prontamente stoppato da Berggren. Palla a Brescia ed il capitano Moss segna con facilità da due punti. Thomas ci prova da fuori arco ma il tiro non va a segno. Leunen trova una tripla (3-2) ma Moore non lascia trascorrere troppo tempo e riporta la Germani in vantaggio, seguito da Berggren che centra un canestro dalla media. Logan per la Sidigas scalda i motori e segna cinque punti di fila: Moore dalla lunetta fa 2/2 e al 5’ la situazione è di perfetta parità: 8-8 per una prima parte di quarto molto equilibrata. Landry porta a casa il gioco da tre punti (fallo subito e tiro libero aggiuntivo), mentre coach Sacripanti mette a riposo Thomas e schiera in campo Randolph, che mette subito a segno due punti. Berggren e Landry infilano quattro punti di fila (17-14) e la panchina campana chiama il timeout per provare a riportare l’ordine. Per Brescia entra in campo a grande sorpresa Burns (fino all’ultimo in forse per uno stiramento alla coscia rimediato a Rimini) che su assist di Vitali gonfia la retina. Ma Vitali fa molto di più e trova anche la bomba del 22-14 ed il clima del PalaGeorge si infuoca. Ragland e Zerini firmano intanto la rimonta della Sidigas che si porta 20-22 ad una manciata di secondi dal termine del periodo. Ultima palla in mano alla Germani, che con Landry sulla sirena chiude il primo quarto avanti 24-20.

2° QUARTO:
Thomas apre la seconda frazione con il canestro del -2, ma Vitali chiude il gioco da tre punti e per Avellino la rimonta è ancora da riscrivere. Burns stringe i denti e porta la Germani sul 29-24. Gli ospiti però reagiscono: Randolph, con due triple consecutive, e Fesenko da sotto le plance agganciano e superano Brescia (33-32 al 15’). Un calo di energia della Leonessa ed un’intensità offensiva irpina permettono alla Sidigas di mantenere il vantaggio, nonostante un’importantissima tripla di Moss. Fesenko subisce il fallo di Vitali e dalla lunetta fa 2/3. Il più giovane dei Vitali griffa poi una bomba che porta la situazione in parità (38-38) e Beggren con due punti ristabilisce nuovamente il vantaggio a 2’ da termine del primo tempo. Nel minuto finale prevale un rincorrersi continuo tra le due squadre, con Logan e Landry che partecipano insieme alla “fiera delle triple”. L’ultima azione è di Brescia, che non riesce però a sfruttare la rimessa e conclude il primo tempo sotto 47-45.

3° QUARTO:
Vitali jr sblocca il risultato al 22’ mettendo a referto il gioco da tre punti, al quale risponde Randolph con una tripla. Brutte notizie intanto per Fesenko, che raggiunge quota tre falli. Moore e Landry provano a riportare in vantaggio la Germani, ma un parziale campano di 5-0 (57-52) costringe coach Diana a chiamare a raccolta i suoi. Moore segna tre punti fondamentali per la Leonessa, ma non bastano ad intimorire l’avanzata della Sidigas che risponde, ancora una volta, con Randolph. Al 27’ Landry in corsa sorpassa Green, vola a canestro e subisce anche il fallo: Brescia ancora con il naso avanti 60-59. Ma la pantera di Milwaukee non si ferma e con una bomba porta i suoi sul 63-59. Avellino riaggancia i padroni di casa con Zerini e Fesenko ma deve fare i conti con uno scatenato Landry che non esaurisce la benzina e anzi trova tre punti fondamentali. Un grandioso scambio tra i fratelli Vitali permette a Brescia di arrivare sulla sirena del 30’ in vantaggio 70-68.

4° QUARTO:
Bushati battezza il quarto finale con una tripla delle sue, Randolph non ci sta ed inanella quattro punti di fila. La Sidigas deve però fare anche i conti con Burns, che infastidisce gli ospiti bombardando il canestro e portando Brescia in vantaggio 76-72. Il timeout chiamato da coach Sacripanti non porta il consiglio atteso per gli irpini e l’accoppiata Moss-Vitali L. trova un altro canestro che vale il +8 bresciano al 36’. Terzo fallo intanto anche per il nuovo acquisto in casacca Sidigas Logan. Avellino si fa pericoloso e con uno straordinario recupero si porta a -2 (82-84) al 38’. Burns si mangia un canestro importante, ma riesce a recuperare palla per costruire l’azione. Dalla lunetta Landry fa 2/2 ed il vantaggio della Leonessa torna sul +4. Ragland con una tripla da fuori arco porta i campani a -1, Fesenko lascia il campo per somma di falli ma Burns dalla lunetta realizza 0/2 ed i brividi in casa Gemani sono a fior di pelle. Vitali segna però due punti essenziali che permettono a Brescia di chiudere la gara ed aggiudicarsi la vittoria.

GERMANI BASKET BRESCIA LEONESSA – SIDIGAS AVELLINO: 91-87
(24-20; 47-45; 70-68)

Brescia: Moore 12, Berggren 6, Vitali L. 14, Landry 26, Zanetti, Bolis, Burns 7, Vitali M. 11, Moss 12, Bushati 3. Coach: Diana

Avellino: Zerini 5, Ragland 21, Green 2, Logan 10, Esposito M., Esposito L., Leunen 6, Severini, Randolph 25, Fesenko 16, Thomas 2, Parlanto. Coach: Sacripanti

Arbitri: Biggi, Weidmann, Belfiore

Fotogallery a cura di Riccardo Cherubini

Tifosi Brescia

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy