Impresa Varese: Sassari al tappeto al PalaSerradimigni

di Alessandro Sanna

Una strepitosa Openjobmetis Varese espugna d’autorità il PalaSerradimigni di Sassari con il risultato di 87-91. Trascinati da un grande Okoye, autore di 27 punti, gli uomini di Caja hanno dominato il match già dal primo quarto, rispedendo al mittente le prove di rimonta di una Sassari che come al solito in stagione ha giocato a corrente alternata. Cain e Wells hanno fatto il resto permettendo ai lombardi di vincere una partita che alla vigilia sembrava proibitiva. Sassari, dopo la bella vittoria a Capo d’Orlando, è incappata in un’altra serata negativa in un momento delicatissimo della stagione dove ogni singola partita, con una classifica così corta, vale tantissimo. Bostic con i suoi 24 punti e Polonara con 20 non sono riusciti in una rimonta che alla fine dei conti sarebbe stata pesante per una Varese praticamente perfetta.

1° QUARTO:

Pronti via ed è subito Dinamo: Bamforth e Polonara (con una bomba per parte) lanciano i sardi sul 6-2. La risposta varesina non si fa attendere con un Okoye ispirato che riporta subito in parità le due squadre (10-10). Cain trova il primo vantaggio ospite nella seconda metà del quarto dando vita al primo parziale lombardo che rilancia Varese, grazie ai canestri del solito Okoye, sul 13-17.

Polonara e Jones tengono a galla i sardi, ma Cain e Okoye (12 pt nel primo quarto) mantengono i lombardi avanti con il quarto che si chiude 39-52.

2° QUARTO:

Il secondo periodo si apre con un parziale di 6-0 firmato Okoye e Delas che vale il +11 per Varese con Pasquini costretto a chiamare timeout sul 22-33. Spissu con una bomba prova a scuotere i sassaresi, ma Delas e Wells non perdonano una remissiva difesa sarda e portano il loro vantaggio sul +15 (29-44), con Pasquini su tutte le furie ancora costretto a chiamare timeout.

Nel finale Bostic e Pierre provano a rendere meno amaro il parziale, ma un antisportivo fischiato a Planinic permette a Varese di chiudere il quarto sul 39-52.

3° QUARTO:

Dopo il riposo lungo Planinic e Stipcevic ridanno vita ai sardi che tornano prepotentemente sul -9. Cain e Vene rendono vana la rimonta, ma Spissu e Stipcevic non ci stanno e grazie ad una serie di bombe riavvicinano gli isolani fino al -2 (60-62). Polonara fa esplodere il PalaSerradimigni con il canestro in sottomano che vale il pareggio, ma nel finale Okoye con un gioco da 4 punti e Cain dalla lunetta ristabiliscono le distanze chiudendo il tempo sul 62-68.

4° QUARTO:

L’ultimo quarto si apre con il solito canestro fantascientifico di Okoye che riporta a 8 punti il vantaggio varesino costringendo Pasquini ad un immediato timeout. Dopo il minuto di sospensione Bostic trova la bomba del -5 sassarese e Polonara lo imita con un’altra tripla che vale il -2, ma è solo un’illusione per una Sassari frettolosa in attacco che concede a Vene, e Ferrero un controparziale di 7-0 che non lascia scampo e vale il +9 (73-82) per Varese con Pasquini che chiama un nuovo timeout. Nel finale Sassari ci prova, ma Avramovic e Okoye la chiudono dalla lunetta. Finisce 87-91.

Tabellini:

Dinamo Banco di Sardegna:
Spissu 11, Bostic 21, Bamforth 7, Planinic  4, Devecchi, Pierre 2, Jones 4, Stipcevic 15, Hatcher, Polonara 20, Picarelli, Tavernari.
Coach Federico Pasquini.

Openjobmetis Varese:
Avramovic 6, Bergamaschi, Natali, Vene 6, Okoye 27, Tambone 3, Cain 12, Delas 6, Ivanaj, Ferrero 9, Wells 17, Larson 5.
Coach Attilio Caja

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy