Incontenibile Jones! Pesaro annichilisce una Trieste imprecisa

0

A distanza di 20 mesi dalle Final Eight di Coppa Italia, il campionato di LBA ritorna sul parquet della VitriFrigo Arena; sono più di 1800 gli spettatori che dopo un precampionato poco esaltante sono tornati a seguire dal vivo la Carpegna Prosciutto nel primo match casalingo contro Trieste. La VL arriva alla prima tra le mura amiche dopo aver ceduto all’ultimo tiro contro Sassari mentre l’Allianz cerca di bissare il successo ottenuto 10 giorni fa con Brindisi. A poche ore dall’inizio della gara, è ufficiale che rimarranno ai box Tambone e Konate per problemi fisici, le due squadre sono così costrette a rivedere i propri piani partita.

Pesaro si aggrappa subito alla fisicità di Jones, più leggero dopo aver appreso la notizia della notizia del pariruolo triestino, ed alla tecnica di Sanford mentre gli ospiti rispondono con Banks e Mian. Col trascorrere del tempo, la Carpegna Prosciutto acquista un vantaggio via via maggiore con l’Allianz che con difficoltà trova canestri da fuori dal pitturato. Nella ripresa, sale in cattedra capitan Delfino che mette la firma per il vantaggio in doppia cifra; l’ex di serata, Cavaliero prova a trascinare i suoi verso l’ultima rimonta possibile ma non arrivano risposte convincenti dai suoi compagni. A punteggio acquisito, Larson si scioglie con 2 triple che mettono il sigillo alla prima vittoria pesarese in campionato

Quintetti:

Pesaro: Larson, Sanford, Demetrio, Delfino, Jones

Trieste: Banks, Saunders, Mian, Grazulis, Delia

1° QUARTO: Parte forte Sanford che assieme a Jones sono gli unici pesaresi a segno, che rispondono a Delia e Banks sul 9-8 dopo 4’. Delfino regala un clamoroso volo sopra il ferro al suo pivot, ma la VL non riesce a capitalizzare le innumerevoli palle perse da parte di Trieste; Banks riporta i suoi in vantaggio sull’11-12 all’8’ ma Jones inchioda nuovamente. Delfino fa segnare il +4, Mian accorcia con una schiacciata ad una manciata di secondi dalla sirena, con la Carpegna Prosciutto che nell’ultima azione non riesce a smuovere il 16-14.

2° QUARTO: Nei primi 3’ della frazione è solo Banks a trovare 2 punti, poi Moretti riesce ad iscriversi alla gara a cui segue Sanford per il 20-16 pesarese che fa scaldare tutti i presenti. L’Allianz pareggia nell’arco di 2 azioni, pescando adeguatamente Lever e Delìa, ma Jones si guadagna un’altra spettacolare schiacciata generata dall’assist di Sanford, molto presente anche in fase difensiva. Larson fa segnare +5 al 17’ ma due leggerezze difensive dei marchigiani in 10 secondi, regalano una tripla dall’angolo a Banks ed un’inchiodata a Sanders per il 27 pari. Jones e Zanotti trovano 2 rapidi canestri, Grazulis e Sanford si ribattono dall’arco per il 34-30 all’intervallo lungo.

3° QUARTO: Jones sblocca subito i suoi con 2 canestri, Grazulis risponde dall’arco ma la schiacciata di Demetrio vale il 40-34 al 23’. A metà frazione, Sanford e Jones si ritrovano con 3 falli ciascuno ma il pivot continua ad essere un perno imprescindibile nell’economia pesarese andando ad annullare ogni tentativo di recupero di Delia e soci. Delfino torna a segnare dall’arco per il +6, con Sanford che firma l’allungo sul fallo antisportivo di Mian al 28’. La tripla del capitano pesarese vale il primo +10 ma Lever e Grazulis aprono un parziale di 6-0 triestino, interrotto dalla tripla di Sanford. A fil di sirena, è Sanders che ritocca il punteggio sul 54-47.

4° QUARTO: Zanotti manda a segno la sua tripla dalla punta, Delfino replica da 8 metri, con la squadra di Ciani che nel tempo di un timeout è passato dal -7 al -13. Cavaliero, che il campo pesarese lo conosce bene, ripaga con la stessa moneta, con Delìa che non vuole arrendersi e riporta l’Allianz a -8 sul 60-52 al 33’. Torna a segnare anche Banks allungando il parziale di 0-5, prontamente interrotto dal solito Jones con 4 rapidi punti; Cavaliero punisce nuovamente dall’angolo per il 64-59 a 3’ dalla fine ma l’incontenibile pivot pesarese continua a fare la voce grossa, ed assieme ai punti di Zanotti il distacco torna a +9. Petrovic torna ad aizzare il suo pubblico con 70 secondi sul cronometro. Le due triple di Larson sono il miglior punto esclamativo alla gara, con Pesaro che torna a gioire davanti ai suoi tifosi

MVP Basketinside: Tyrique Jones (24 punti, 11/12 dal campo, 11 rimbalzi)

CARPEGNA PROSCIUTTO BASKET PESARO – ALLIANZ PALLACANESTRO TRIESTE: 74 : 61 (16-14, 18-15, 20-18, 20-14)

Pesaro: Drell, Moretti 2, Stazzonelli ne, Camara, Zanotti 9, Sanford 15, Larson 7, Demetrio 3, Delfino 14, Jones 24 All. Aleksandar Petrovic

Trieste: Banks 12, Sanders 9, Fernandez 3, Deangeli, Mian 5, Delia 15, Cavaliero 6, Campogrande ne, Grazulis 7, Lever 4 All. Franco Ciani

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here