Jefferson trascina Cantù, Vanoli battuta al PalaDesio

Debutto vincente per coach Brienza.

di Daniele Tagliabue, @Danyboy1991

Meglio di così era difficile da pensare. Inizia nel migliore dei modi l’avventura in panchina da head coach di Nicola Brienza: la sua Cantù batte infatti nettamente Cremona 82-66 e si porta 2-0 negli scontri diretti. Partita subito in discesa per i canturini, che forti di un primo periodo da 29-18 vanno al riposo avanti di venti lunghezze (48-29) spinti da due quarti ai limiti della perfezione di Jefferson (16+10 al 20′, 24+15 al 40′). Nella ripresa Cremona prova a limitare i danni, prima di spegnersi sul finale di partita.

Cantù: Tassone-Gaines-Mitchell-Jefferson-Udanoh
Cremona: Ruzzier- Stojanovic-Saunders-Ricci-Mathiang

CANTU’ COL TURBO, VANOLI IN RISERVA – Cantù parte forte con Jefferson e Mitchell a scriver eil 7-0 iniziale con Sacchetti obbligato al timeout. Al rientro il copione non cambia, con Cantù padrona del campo e Tassone a scrivere l’11-0. Sacchetti è così costretto a cercare soluzioni in panchina, con il neo entrato Crawford a sbloccare gli ospiti dopo quattro minuti. Tassone colpisce da tre punti, Jeffereson finalizza un contropiede e l’Acqua San Bernardo scappa sul 18-5. Saunders prova a limitare i danni (23-11), ma sono i canestri di Crawford a lanciare il primo allarme con l’americano a segno per il meno sette. Doppia cifra che torna sul finire di tempo, con Gaines che in lunetta firma il 29-18. Anche il secondo quarto parte con i padroni di casa a mille, break di 6-0 e timeout obbligato per Cremona. La musica non cambia, con la Vanoli che sbatte sull’arcigna difesa messa in campo dalla squadra di Brienza prima di crollare a meno venti con la tripla di Blakes. Saunders e Mathiang però non ci stanno e in un amen si ergono a protagonisti nel 8-0 che rimette in scia la formazione cremonese. Basta però il minuto di sospensione chiamato da Brienza per rivedere Cantù riallungare, con Jefferson e Gaines a segno per il 48-28 che manda le due squadre negli spogliatoi.

CREMONA CI PROVA MA NON BASTA, CANTU’ VINCE ANCORA – Dopo la pausa lunga Cremona si riavvicina fino al meno tredici, ma una schiacciata di Mitchell ridà ossigeno alla formazione di casa. Stojanovic colpisce dalla distanza,ma Jefferson replica col tap in schiacciato ma è Cremona ad avere l’inerzia del gioco, con Ruzzier a segno per il 57-45. Gaines e Jefferson ristabiliscono le distanze, con il terzo quarto in archivio sul 62-48. Il botta e risposta tra Udanoh e Ruzzier apre la quarta frazione mentre Diener trova i primi tre punti di serata. Blakes risponde con la stessa moneta ma Crawford dalla lunetta ricuce ulteriormente il margine, sul 69-58. Sale il nervosismo in campo, mentre Ricci riporta i suoi a meno nove a quattro minuti dalla fine. Mathiang sigla il meno sette, con Cantù che nell’azione seguente perde l’ennesimo pallone. Cremona però spreca l’occasione di riaprire i giochi e così i due punti di Jefferson seguiti dal libero di Blakes valgono il 74-64. Per gli ospiti è ormai notte fonda è la tripla di Mitchell manda i titoli di coda alla gara. Cantù vince 82-66.

MVP BASKETINSIDE.COM: Jefferson
CANTU’ 82 CREMONA 66

Cantù: Gaines 14, Mitchell 16, Blakes 10, Udanoh 8, Baparapè ne, Parrillo, Davis 5, Tassone 5, La Torre, Pappalardo ne, Quaglia ne, Jefferson 24. All.Brienza

Cremona: Saunders 12, Feraboli ne, Gazzotti ne, Diener 3, Ricci 10, Demps 2, Ruzzier 7, Mathiang 12, Crawford 17, Stojanovic 3. All.Sacchetti

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy