La corsa salvezza è ancora aperta: Capo d'Orlando batte Cantù

0

Dopo aver dominato il primo quarto, la Red Octorber è costretta a cedere alla Betaland, autrice di un secondo tempo perfetto. I siciliani conquistano i due punti che li tengono in corsa per la salvezza mentre Cantù si giocherà l’accesso alla post-season l’ultima giornata davanti al proprio pubblico.
Quintetto Capo d’Orlando: A. Smith, Faust, Kulboka, Stojanovic, Knox
Quintetto Cantù:
J.Smith, Culpepper, Chappell, Burns, Ellis
CRONACA:
1° Quarto: Primo quarto equilibrato tra le due formazioni, che sentono il peso della posta in palio. Cantù prova a scappare, trascinata dalle triple di Smith e Culpepper, dalla parte opposta è uno straordinario Nick Faust a tenere in scia i padroni di casa. Per i ragazzi di coach Sodini, che mettono aggressività ed intensità difensiva, arrivano anche 4 punti di Burns, che sotto le plance si “diverte” a fare a spallate con Knox. Al primo mini intervallo è così 15-20 per gli ospiti.
2° Quarto: Atsur e Campani aprono il secondo periodo, ma Crosariol e Smith prontamente rispondono lasciando di fatto il vantaggio invariato, al 13’ infatti è 21-27.  Ellis allunga ancora per i canturini, ma è Capo d’Orlando a rifarsi sotto con A.Smith e Kulboka costringendo Soldini a chiamare minuto. Chappell, Cournooh e Culpepper in uscita dal time-out raggiungono rapidamente la doppia cifra di vantaggio così al 18’ è 26-39. Atsur prova a tamponare le ferite dei suoi ma Burns risponde. E’ ancora il playmaker turco della Betaland a chiudere il primo tempo con la tripla del -13 (31-44).
3° Quarto: Stojanovic e J.Smith si annullano in avvio. Kulboka, con la specialità di casa, riporta i siciliani al -10 (36-46 al 22’). Ellis però non vuole concedere troppa libertà agli avversari e trova il +12 appoggiando a canestro. Capo d’Orlando non vuole mollare, ma non capitalizza l’antisportivo chiamato a Burns, così al 25’ è 39-48. Pick and roll tra A.Smth e Campani che conclude in schiacciata risvegliando il PalaSikeliArchivi. La Betaland ci crede e lo dimostra imprimendo moltissima aggressività in difesa e capitalizzando i viaggi in lunetta che la portano sul -5 (43-48 al 27’). La Red October rimane troppo imprecisa nei molteplici tentativi da oltr’arco e Campani ringrazia firmano il -3. Nel momento di difficoltà sono,però,  Culpepper e Smith a dare una scossa, ma è Kulboka a chiudere definitivamente il quarto firmando ancora il -5 (47-52).
4° Quarto: Culpepper segna subito ma Atsur con 4 punti in fila riavvicina i siciliani sul 51-55 al 32’. Le due squadre si battono mettendoci molta intensità,  Faust però è incontenibile e con una correzione e una schiacciata in contropiede regala l’assoluta parità  a Capo d’Orlando (62-62 al 34’), con coach Soldini che richiama subito i suoi. Kulboka e il solito Atsur firmano il vantaggio casalingo, ma Burns ci mette subito una pezza. Stojanovic porta ancora la Betaland, ma il solito Burns riporta Cantù a -1 (67-66 al 38’). A.Smith e una schiacciata di Faust in correzione riportano Capo d’Orlando sul +5 (71-66), ma Culpepper e Chappel ritrovano il -1 con 50” da giocare. Cantù ha l’ultimo tiro della partita, dopo l’errore di A.Smith, ma lo sbaglia e Capo d’Orlando porta casa la vittoria.
MVP BASKETINSIDE: Engin Atsur  (18 punti, 5/6 da 2, 2/5 da tre, 23 di valutazione)
Betaland Capo d’Orlando- Red October Cantù 71-70 (15-20, 31-44, 47 -52)
Betaland Capo D’Orlando: Galipò Gio ne, A.Smith 6, Faust 18, Atsur 18, Kulboka 14, Laganà ne, Likhodey, Galipò Gia, Campani 6, Stojanovic 7, Knox 8, Donda ne. Coach: Mazzon
Red October Cantù: J.Smith 14, Culpepper 14, Chappell 10, Parrillo 2, Burns 12, Ellis 9, Cournooh 5, Crosariol 2, Thomas 1, Maspero ne, Tassone ne. Coach: Sodini
banner ibiza sito basket