La De’ Longhi trova la prima vittoria, battuta Pistoia

La De’ Longhi trova la prima vittoria, battuta Pistoia

Con 5 giocatori in doppia cifra Treviso si aggiudica la vittoria contro una Oriora mai davvero in partita.

di Gianmarco Tonetto

DE’ LONGHI TREVISO BASKET – ORIORA PISTOIA 87-72 (15-9, 41-33, 63-56)

TREVISO: Tessitori 4 (2/6, 0/1), Logan 17 (1/4, 4/8), Nikolic 15 (1/1, 2/4), Parks 9 (1/1, 1/2), Chillo 4 (2/3, 0/1), Uglietti (0/2 da 2), Severini 11 (1/1, 3/7), Fotu 17 (6/10, 1/2), Cooke 10 (2/4, 2/2), ne: Piccin, Bartoli.

PISTOIA: Della Rosa 3 (1/2 da 3), Petteway 17 (3/4, 3/7), D’Ercole 5 (0/1, 1/3), Brandt 14 (4/6 da 2), Salumu (0/1 da 3), Landi 5 (1/2, 1/2), Dowdell 9 (4/8, 0/2), Johnson 17 (4/4, 1/1), Wheatle 2 (0/1 da 3), ne: Quarisa.

NOTE: pq 15-9, sq 41-33, tq 63-56. Tiri liberi: Treviso 16/20, Pistoia 19/24. Rimbalzi: Treviso 25 (Fotu 1+4), Pistoia 31 (Brandt 3+5). Assist: Treviso 18 (Nikolic 5), Pistoia 9 (Petteway 5).

Si ritorna al Palaverde per la terza giornata di andata, con Treviso ad ospitare l’Oriora Pistoia. Entrambe le formazioni sono ancora a zero vittorie e quello di oggi lo si potrebbe definire uno scontro diretto tra pari fascia. La partita non è praticamente mai in discussione, Treviso parte forte a suon di triple con Nikolic e Cooke, l’Oriora non regge l’impatto e fatica a prendere le misure con la solida difesa casalinga. Solamente nel terzo quarto gli ospiti sembrano poter ricucire interamente lo svantaggio, ma giunti a -4 non riescono a completare la rimonta. Da qui in poi è Logan time che torna a suonare la carica da oltre l’arco e guida i suoi al primo successo stagionale per 87-72.

PRIMO PERIODO: il quintetto titolare scelta a coach Menetti vede in campo Nikolic, Logan, Cooke, Chillo e Fotu, mentre i cinque di coach Carrea sono Dowdell, Salumu, Petteway, Johnson, Brandt. Parte forte la De’ Longhi che con Nikolic e Cooke piazza un 9-0 con percorso netto dall’arco, costringendo Carrea al time out (9-0, 7:00). A interrompere il parziale trevigiano ci pensa Dowdell con un long two, ma poco cambia, i biancocelesti sono molto aggressivi in difesa con rotazioni puntuali e in attacco trovano senza difficolta la via del canestro (13-4, 3:00). Negli ultimi tre minuti le percentuali della squadra della Marca si abbassano e Pistoia sembra entrare in partita anche se in attacco in tutto i canestri dal campo sono solamente tre. La prima frazione si conclude sul 15-9 per i padroni di casa.

SECONDO PERIODO: la De’ Longhi gioca un basket al limite della perfezione: la difesa è una saracinesca complice anche una Pistoia dalle mani fredde, e l’attacco un orologio svizzero che mostra pregiatissimi giochi tra lunghi (24-9, 6:40). L’Oriora cambia marcia e con l’aiuto di una difesa trevigiana giudicata troppo fallosa e dei tiri liberi riesce parzialmente a ricucire il gap (27-18, 5:00). Treviso però riesce a reggere l’impatto della nuova energia pistoiese mantenendo il vantaggio sempre in doppia cifra. Il primo tempo si conclude con due triple impossibili: da una parte Logan super marcato in giro e tiro, e dall’altra Dowdell da oltre centrocampo sulla sirena per sigillare il 41-33.

TERZO PERIODO: la De’ Longhi rientra morbida dalla pausa lunga e i biancorossi tornano a -4 grazie a Johnson (44-40). Treviso sembra reagire, ma l’intensità difensiva non è quella del primo tempo e dopo la tripla di Petteway menetti decide di chiamare time out (48-43, 6:15). La strigliata del coach sortisce l’effetto desiderato e Logan e compagni alzano la concentrazione in campo, questa volta è Carrea a dover chiamare time out (51-43, 5:25). Nella secona metà del quarto la De’ Longhi riprende le redini della contesa e torna ad avere un vantaggio in doppia cifra, ma l’Oriora è abbonata ai buzzer beater e sempre con Dowdell si riporta a -7. All’alba degli ultimi dieci minuti il tabellone dice 63-56 Treviso.

QUARTO PERIODO: tegola per Menetti che in apertura si trova con Parks e Tessitori subito a quattro falli. Anche Carrea si trova a dover rinunciare ad uno dei suoi, infatti Dowdell atterra male dopo una penetrazione ed è costretto ad abbandonare il campo zoppicando (69- 58, 7:20). La De’ Longhi torna a fare la voce grossa, ad alzarsi in cattedra è proprio il professore David Logan, rimasto in sordina per tutto il primo tempo, guida i suoi sbloccando tutti i compagni al tiro da tre. I biancocelesti trovano così il massimo vantaggio a quota 17 (79-62, 4:40). Da qui in poi i ragazzi di Menetti devono solo gestire il vantaggio, Treviso trova così i primi due punti in serie, aggiudicandosi il match con il punteggio di 87-72.

MVP BASKETINSIDE: Aleksej Nikolic 15 punti, 5 assist, 11 falli subiti, 32 di valutazione.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy