La Gevi Napoli firma l’impresa, Milano KO al PalaBarbuto

0

GENERAZIONE VINCENTE NAPOLI – E.A.7 – EMPORIO ARMANI MILANO 87-81 d1ts

PARZIALI: 23-18; 41-37; 52-58; 75-75

Napoli: Zerini , Howard 22,  Michineau , Dellosto 7,  Davis 5, Uglietti 12, Williams 12, Stewart  6, Zanotti , Bamba ne, Sinagra ne, Grassi ne. All.Pancotto

Milano : Davies 28, Thomas 4, Luwawu Cabarrot 13, Mitrou-Long 6, Tonut 10, Melli 9, Ricci , Biligha 4, Hall 2, Baldasso, Alviti, Voigtmann 5.All.Messina

Milano in campo con le novità Tonut e Thomas insieme a Luawawu Cabarrot, Hall e Davies; Napoli risponde con Michineau, Howard, Stewart, Zanotti e Williams.

Le due novità in casa Olimpia rispondo presente (0-4), Williams non parte bene con appoggi facili sbagliati e difesa morbida su Davies, ma un semigancio dei suoi rompe il ghiaccio e dà la stura alla verve di Michineau e Howard per il vantaggio Napoli a 6’53” dalla prima pausa (8-6). Cabarrot esce bene dal time-out chiesto da Messina, Biligha e Melli dalla panchina sembrano aggiustare l’EA7 ma Michineau è scatenato, Davis viene ben servito da Williams e piazza la bomba, ancora Michineau che con altri quattro punti va di doppia cifra e lancia Napoli a +11 con 3’30” da giocare nel primo quarto. Al 9-0 Gevi Biligha e Melli rispondono con concretezza, ma l’ottimo impatto di Dellosto permette a Napoli di conservare il +5 dopo 10′ sul 23-18.

Nei primi minuti di secondo quarto Milano riesce a chiudere l’area in difesa mentre in attacco le invenzioni di Bligha, Tonut e Hall ridanno il vantaggio dall’Olimpia a 6’22’ dalla pausa lunga (24-26), ma Stewart e Uglietti rispondono colpo su colpo e con loro Williams grazie a un movimento dei suoi. Si rifà vivo anche Michineau per il nuovo +4 Napoli a 4’11” (32-28), Messina dopo il time-out rispolvera Voigtmann che entra in ritmo partita, ma dalla panchina Pancotto ripropone un Dellosto ancora in serata, Michineau trova spazi in lay-up e dopo un tempo a basse percentuali Howard offre buone sortite per il +4 al giro di boa sul 41-37.

Nella ripresa Milano si fa sentire sotto con un Davies sontuoso e un Melli di grande concretezza, ma lo schiaccione di Williams e le magate di Howard tengono Napoli a contatto (47-49 a 4’28” dall’ultima pausa). Per l’Olimpia arriva allora il momento di Luwawu-Cabarrot, devastante nell’uno contro uno e autore della prima tripla di Milano nel match a punire la zona Gevi. A 40” l’EA7 deve gestire il massimo vantaggio (50-58) ma Uglietti sulla sirena si conferma cuore azzurro e regala alla Gevi il -6 di fine terzo quarto sul 52-58.

L’approccio diesel di Milano sembra pagare: Davies lascia sul posto prima Zerini poi Williams, dispensa fade-away d’accademia e non perdona il minimo spazio in vernice. La fiammata di puro orgoglio targata Michineau sembra non bastare quando il ventello dai liberi del solito Davies lancia l’Olimpia sul +10 a 5’37” dalla fine (58-68). Il solco sembra tracciato ma due bombe di cui un gioco da quattro di Howard riaprono il discorso, e subito Tonut e Uglietti vanno di botta e risposta con due deliziose linee di fondo. A 3’39” Messina va di time-out, obbligato il rientro di Davies che subito punisce a rimbalzo offensivo, ma la tripla del cuore azzurro Uglietti e una scorribanda di Howard mandano in estasi Fuorigrotta per l’incredibile pari Gevi a 1’35” dalla fine (72-72). L’entusiasmo del PalaBarbuto però dura appena 17” complice la bomba di Melli, ci sarebbe anche il fallo di Williams su Davies ma l’ex Barcellona stecca entrambi i liberi, ultimo minuto con l’isolamento fuori misura di Michineau e l’errore dall’arco di Hall. 13” dalla fine, ultimo treno per Napoli con Howard super a procurarsi tre liberi per impattare a quota 75, time-out Messina con Milano che però pasticcia e commette infrazione di campo con Luwawu-Cabarrot, Howard si prende il rito che doveva ma va fuori misura e con lui anche Davis: si va al supplementare.

L’overtime si apre con due infrazioni di 24”, stanchezza e intensità si mescolano in un mix che infiamma il pubblico, poi ecco che al semigancio di Davis risponde subito Davies col tiro frontale. Il tempo scorre, Napoli è trascinata dal pubblico e Williams con due appoggi fa sognare (81-77), è ancora Davies per l’EA7 l’ancora di salvezza con due liberi, ma dalla lunetta è implacabile anche Lorenzo Uglietti che conferma il +4 a 1’30” dalla fine. Milano si perde e nonostante i rimbalzi d’attacco paga gli errori di Luwawu-Cabarrot e Melli, Napoli potrebbe chiudere però forza dall’arco con Michineau e fa fallo su Davies per tre liberi ma il totem ne sbaglia uno. Time-out Napoli, al rientro Michineau si becca il fallo col percorso netto, +4 a 17” e time-out chiamato stavolta da Messina, Tonut prova a buttarsi dentro e sfonda su Uglietti. In difesa c’è il fallo di Melli, Stewart fa due su due con un po’ di fortuna, la Gevi Napoli firma l’impresa e vince 87-81.