La legge degli ex affonda Pesaro; Tortona dilaga con Wright e Filloy

0

Tortona torna a smuovere la classifica con 2 importantissimi punti ottenuti sul campo di una Pesaro con molte ombre e poche luci, anche per il futuro. Gli ospiti conducono per gran parte della gara grazie ad un ispiratissimo Wright; Pesaro si può magramente consolare con la prova di Camara nel secondo quarto che consente a Jones di riposarsi per tutti i 10′. Nella ripresa, dopo aver toccato il -17, la VL ha una reazione d’orgorglio di Tambone e Delfino, che permettono ai locali di ricucire, arrivando sul -3 a pochi minuti dal termine con Larson. Ora in casa VL ci saranno da fare i conti con un Drell che ha trovato due buoni canestri in 25 minuti di gioco praticamente impalpabili, un Demetrio che non ha visto il campo neanche per un secondo e con un Delfino che per tutti gli ultimi 10′ ha fatto compagnia al suddetto brasiliano all’esterno del campo.

Quintetti:
Pesaro: Jones Larson Drell Sanford Delfino
Tortona: Macura Cain Wright Sanders Daum


1° QUARTO: Parte bene Pesaro, nonostante una palla persa iniziale che regala il primo canestro a Macura. Il break iniziale dice 6-2 ma gli ospiti impattano dall’arco con la tripla di Daum per il 10-10 dopo metà frazione. Wright con 8 punti riporta in vantaggio i suoi ma Delfino risponde per il 17-15 al 6′. Macura pareggia il conto personale con il suo playmaker, così come il capitano Biancorosso che riporta in parità le due squadre. Sul – 4, con 40″ da giocare, in uscita dal timeout, la squadra di Petrovic perde 2 palloni che permettono a Sanders di chiudere la prima frazione sul 19-26

2° QUARTO: La VL prova a ricucire con la tripla di Zanotti ma ci pensa ancora uno degli ex di serata Wright, che porta lo scarto sulla doppia cifra al 14′ (34-24). Camara trova 5 punti consecutivi ma i pesaresi continuano a soccombere sotto le plance; anche Tavernelli trova 5 punti di fila che sono il nuovo – 10 Biancorosso. Ancora una volta, Delfino prova a caricarsi i suoi sulle spalle a cui segue Tambone per il nuovo – 6 al 18′ (43-37). Daum spegne la minima inerzia pesarese con una tripla, Cain rende lo scarto ancora più ampio ma il giovane Camara continua a meritarsi il campo col canestro del 39-49. A fil di sirena, arriva la tripla di Macura che vale il nuovo +13 ospite.

3 QUARTO: La Carpegna Prosciutto prova a reagire con 3 canestri consecutivi, ma ci pensa un altro ex, Filloy a chiudere il parziale sul 55-45. Anche in questo frangente, la tripla di Delfino dà respiro a Pesaro la quale spreca però i successivi palloni per proseguire nella rimonta. Filloy e Cannon firmano il 62-48 al 27′, Sanford prova a ricucire ma le parti non riescono a sbloccarsi dal 64-51 che chiude la penultima frazione.

4° QUARTO: Filloy rincara la dose con un’altra tripla ritoccando il massimo vantaggio sul +16, anche Tavernelli punge dai 6,75 ma Tambone prova a mettersi in proprio con 5 punti per il 59-70 a 7′ dal termine. Jones inchioda il -9 e con il bonus a proprio favore, Larson riduce ulteriormente ma Sanders manda il distacco nuovamente in doppia cifra. Zanotti segna 6 punti in 30 secondi ed a metà frazione il punteggio recita 69-73. Sanders torna a pungere dall’arco, Filloy replica al 37′, la VL prova a riaccorciare ma Wright è incontenibile. Tambone risponde sul -7 ma dopo una gara passata a rincorrere, la Carpegna Prosciutto non ne ha più. Tortona vince con merito, con particolare merito degli ex Wright e Filloy, oltre al veterano Cain. Finisce 90-81 per una VL che perde anche l’ultimo pallone, con capitan Delfino che assiste a buona parte della seconda metà di gara dalla panchina.

MVP Basketinside: Chris Wright (24 punti, 4/6 da 2, 3/7 da 3, 6 rimbalzi, 5 assist)

CARPEGNA PROSCIUTTO PESARO – BERTRAM YACHTS TORTONA: 81-90 (19-26, 20-26, 12-12, 30-26)

Pesaro: Drell 5, Moretti, Tambone 17, Camara 7, Zanotti 12, Sanford 9, Larson 12, Demetrio ne, Delfino 14, Jones 5. All. Petrovic

Tortona: Montellaro ne, Wright 24, Cannon 5, Tavernelli 12, Filloy 12, Mascolo, Severini, Mobio ne, Sanders 11, Daum 8, Cain 5, Macura 13. All. Ramondino

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here