La perseveranza premia Trieste, sconfitta Treviso nel finale

La perseveranza premia Trieste, sconfitta Treviso nel finale

Padroni di casa a tratti inguardabili, poi torna la luce e un sontuoso Justice guida i suoi alla vittoria

di Marco Torbianelli

Undicesima del girone di andata per il massimo campionato nazionale, che mette di fronte oggi sul parquet dell’Allianz Dome i padroni di casa della Pallacanestro Trieste griffati con il nuovo sponsor Allianz, opposti alla De’Longhi Treviso. Mentre Eugenio Dalmasson recupera in extremis Fernandez, per Max Menetti la partenza è già in salita a causa delle defezioni di Cooke III e Logan, pedine importanti in fase di costruzione e realizzazione. Occhi puntati su Cooke e Peric per Trieste e su Fotu e Parks per Treviso, quest’ultimo applauditissimo ex di turno della gara. Trieste determinatissima ad onorare il nuovo sponsor ed a ritrovare la vittoria dopo quattro sconfitte consecutive, Treviso altrettanto decisa ad onorare questo derby triveneto, che ritorna in Serie A dopo quindici lunghissimi anni di assenza.

Il primo tempo inizia male per i padroni di casa, che non riescono ad impedire a Treviso di fare il proprio gioco e di creare un divario importante già nella prima frazione; nella seconda Treviso non sta certo a guardare e limita i danni, sfruttando in particolare l’ottima giornata da dietro l’arco, ma l’Allianz cambia marcia, ritrova fiducia e recupera terreno, trovando anche il modo di ricucire quasi completamente lo strappo in finale di tempo.

La ripresa vede inizialmente Trieste rifarsi sotto con decisione e grinta, ma poi l’iniziativa si spegne lentamente, gli errori fioccano e i soli 7 punti segnati nel terzo quarto sono un invito a nozze per Treviso a riprendersi in mano le redini della gara; l’ultima frazione vede una Trieste molto più grintosa che riesce a sovvertire l’inerzia della gara, riagganciando gli avversari nel finale e riuscendo a portare a casa i due punti.

Starting five Trieste: Elmore – Justice – Jones – Peric – Mitchell

Starting five Treviso: Nikolic – Alviti – Uglietti – Fotu – Tessitori

SOLO TREVISO, TRIESTE INGUARDABILE – Palla a due arpionata da Nikolic, che dà il via alla gara. Mitchell stoppa Uglietti, riparte Trieste ma perde palla, è lesto invece Tessitori a ridare spinta alla manovra offensiva e fornire l’assist a Fotu, il cui canestro dà il via al Teddy Bear Toss, il lancio dei peluche da parte del pubblico, che la Pallacanestro Trieste raccoglierà e donerà ai bambini bisognosi. Mitchell pareggia su delizioso assist di Jones, ma in generale si segna ancora poco da ambo le parti, nonostante entrambe le difese – alquanto ruvide – concedano diverse gite sulla linea della carità. Il primo break è a favore di Treviso, che con Nikolic e Uglietti porta il punteggio sul 2-9 dopo quasi 4′ di gioco. L’attacco dell’Allianz fa perno su Mitchell, particolarmente a suo agio nel pitturato, ma gli ospiti continuano a colpire con Alviti che ne segna 5 di fila e sul 4-14 coach Dalmasson richiama i suoi sul pino. Le dinamiche offensive di Trieste risultano alquanto farraginose e conseguentemente poco efficaci, Treviso invece giostra il pallone con maggior consapevolezza, guidata da un Alviti formato Eurolega. I biancorossi continuano a sbagliare tutto ciò che possono, gli avversari non si lasciano impietosire e premono sull’acceleratore scavando ulteriore distanza, che al termine della prima frazione raggiunge il +17.

I PADRONI DI CASA RIENTRANO IN PARTITA – Justice suona la carica in avvio con un 2+1 (per fallo di Parks) ed una tripla dal peso specifico inestimabile in questo momento della gara. La difesa però continua a raddoppiare (spesso inutilmente) ed a lasciare ampie zone libere per i cecchini in maglia blu, che colpiscono piedi a terra. Justice arriva in doppia cifra e Trieste riprende un po’ di fiducia, dando spazio alle incursioni di Da Ros e di Jones, finalmente uscito dal torpore. Le percentuali realizzative di Treviso scendono, ma Tessitori tiene botta e mantiene i suoi a distanza di sicurezza, anche se si intravedono segnali abbastanza chiari che la gara è cambiata, soprattutto quando Mitchell si incarica di tirare, con successo, dai 6 e 75. Trieste ritorna sotto i 10 punti di distacco e coach Menetti è costretto a correre ai ripari. I padroni di casa, spinti dal proprio pubblico, ora giocano con maggior scioltezza, guidati dal loro faro Justice, capace di segnare e di penetrare l’area attirando su di sé le attenzioni dei difensori trevigiani. Nikolic rimette le cose a posto da dietro l’arco, ma c’è ancora tempo per vedere ancora Justice arrivare a quota 16 e Jones infilare la tripla prima della sirena che manda le formazioni al riposo lungo sul 33-38.

TRIESTE SI RIAVVICINA ANCORA, POI SI SPEGNE – Dopo gli errori di Da Ros e Fotu, Mitchell porta l’Allianz a -3; Cavaliero sbaglia la tripla del pareggio e Tessitori risponde subito. Le retroguardie hanno un gran lavoro in questo delicato momento dell’incontro, con Trieste lanciata nel tentativo di completare il recupero e Treviso che tenta di riallargare il divario. Gli errori sono comunque molti e lo spettacolo ne subisce le conseguenze. A metà tempo entra capitan Coronica, nell’evidente tentativo di aumentare lo spessore difensivo sugli esterni, ma il problema di Trieste ora è nuovamente l’attacco, che si è spento. Alviti e Tessitori interpretano al meglio la situazione e colpiscono da fuori, riportando sul +11 la De’Longhi, che ora vuole definitivamente prendersi la gara. Il backdoor di Peric servito da Justice è da manuale, il pubblico di casa si augura che sia un nuovo segnale di riscossa. Ma non è così. Trieste continua a sbagliare, anche le cose più semplici. Parks colpisce prima dall’arco e poi dalla media e Treviso allunga ancora. Justice – ancora lui – infila dall’angolo e ridà speranza ai padroni di casa, che paiono però tornati la sbiadita squadra vista nel primo quarto.

LA GRINTA DI TRIESTE HA LA MEGLIO – Subito Peric per tentare di rientrare in gara: canestro e successivo rimbalzo difensivo. Treviso risponde ma Trieste preme con forza sull’acceleratore, segnando da fuori e in attacco al ferro fino al -5 dopo soli 3 minuti. Alviti stavolta sbaglia, Chillo manda Jones in lunetta e il relativo 2/2 porta l’Allianz ad un solo possesso di differenza. Mitchell recupera un pallone sanguinoso nel proprio pitturato e sull’azione successiva è Elmore a mettere il sigillo del -1. Gara ufficialmente riaperta. Fallo fischiato a Cavaliero sulla tripla di Alviti, la panchina triestina si scalda e arriva il fallo tecnico. Il n°4 in maglia De’Longhi fa 2/4 dalla lunetta e ridà 3 lunghezze di vantaggio agli ospiti. La gara si infiamma. Tessitori abbatte Jones intento a catturare un rimbalzo offensivo e la terna arbitrale fischia fallo antisportivo: 2/2 del n°7 in maglia Allianz e rimessa in attacco per Trieste, con il pubblico che alza i decibel a 4’47” dalla sirena finale. Cavaliero si alza dai 6 e 75 e subisce fallo da Parks, con conseguente gita in lunetta: esce il primo, entra il secondo (pareggio), entra anche il terzo ed è vantaggio Allianz. Jones colpisce ancora dall’arco ed è +4! Il Dome è una bolgia, Treviso continua a perdere palloni ed a sbagliare, Trieste prova a chiuderla: Elmore infila dalla punta per due volte ed è +10 a 1’50” dal termine. Gli ospiti non segnano più, travolti dall’onda biancorossa. Trieste vince, con merito e con fatica. Treviso ha onorato la gara riuscendo a dominare per larghi tratti, ma non è bastato.

ALLIANZ PALLACANESTRO TRIESTE – DE’LONGHI TREVISO BASKET 69 – 61

PARZIALI: 10-27 / 23-11 / 7-15 / 29-8

PROGRESSIVI: 10-27 / 33-38 / 40-53 /

MVP BASKETINSIDE: Kodi Justice (Allianz Pallacanestro Trieste)

TABELLINI: 

ALLIANZ PALLACANESTRO TRIESTE: Coronica (cap.) 0, Cooke 2, Peric 5, Fernandez ne, Jones 16, Strautins 0, Janelidze ne, Cavaliero 3, Da Ros 2, Mitchell 9, Elmore 8, Justice 24. Allenatore: E. Dalmasson. Assistenti: M. Legovich, A. Mazzetti, A. Cittadini.

DE’LONGHI TREVISO BASKET: Tessitori 11, Alviti 13, Nikolic 9, Parks 10, Chillo (cap.) 5, Uglietti 9, Severini 0, Piccin 0, Ronca ne, Fotu 4. Allenatore: M. Menetti. Assistenti: F. Tabellini, G. Galigani.

STATISTICHE: 

ALLIANZ PALLACANESTRO TRIESTE: 47% 2PT (16/34), 36% 3PT (9/25), 48% TL (10/21), 46 RBN (32 DIF, 14 OFF), 3 STP, 10 PP, 8 PR, 13 AST, 83 VAL

DE’LONGHI TREVISO BASKET: 38% 2PT (11/29), 44% 3PT (11/25), 46% TL (6/13), 42 RBN (33 DIF, 9 OFF), 2 STP, 15 PP, 4 PR, 12 AST, 62 VAL

SPETTATORI: n.c.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy