La Reyer si prende il derby grazie alle giocate di Stone

La Reyer si prende il derby grazie alle giocate di Stone

Venezia ha la meglio in una partita in costante equilibrio, decisivo il play su entrambi i lati del campo

di Marco Muffatto

Clima quasi primaverile all’esterno e clima da playoff all’interno con il Taliercio sold out già da diversi giorni, dopo 7 anni torna il derby a Venezia e tutto è apparecchiato per una grande sfida.

Venezia sembra aver ritrovato fiducia ed energie dopo la vittoria in EuroCup contro Oldenburng, mentre  i ragazzi di coach Menetti arrivano da due vittorie consecutive tra cui l’importate contro la Fortitudo Bologna. All’andata la De’Longhi si impose per 90-79.

Nelle rotazioni degli stranieri De Raffaele lascia fuori Udanoh e Goudelock con Tonut a referto solo per onor di firma, mentre per Treviso Menetti potrà contare su tutti gli effettivi

 

QUINTETTO VENEZIA: De Nicolao, Bramos, Chappell, Mazzola, Watt.

QUINTETTO TREVISO: Nikolic, Logan, Almeida, Parks, Fotu.

 

PRIMO PERIODO:

Parte subito forte Treviso che con due triple di Logan e i canestri di Fotu mette in difficoltà la difesa orogranata che in attacco risponde colpo su colpo con capitan Bramos e la solità intesità di Chappell, con il punteggio di 16-17 al 7 minuto. Primo quarto che scorre via in sostanziale equilibrio, con Venezia che sul finale alza i giri in difesa e trova con la tripla di Cerella dall’angolo il +2 con cui chiude il primo parziale.

SECONDO PERIODO:

Treviso impatta subito con Tessitori che si fa sentire sotto canestro, mentre sul fronte orogranata un Daye in serata “si” mette in difficoltà la difesa di Menetti. A 6’ dal termine del secondo quarto il match è ancora in equilibrio con Chillo che impatta sul 30-30. Calano le percentuali del tiro da fuori (solo 2/14 per Venezia) e e ci si affida alle giocate dei singoli con Tessitori che trova spazio sotto canestro, ma Venezia guidata da uno Stone (7 rimbalzi nel solo primo tempo) resta a contatto e chiude il secondo quarto sul +1.

TERZO PERIODO:

Subito un parziale di 8 a 3 firmato in gran parte da Fotu per Treviso costringe al time out De Raffaele dopo soli 2’ dall’inizio del quarto. A rientro dal time out Chappell riporta gli orogranata a contatto con l’aiuto di Stone che guida i compagni a veloci ripartenze (50-49 al 5’). Il terzo quarto corre via “spezzettato” dai fischi della terna con la Reyer che continua a restare davanti fino alla fine sul +2.

QUARTO PERIODO:

Inizio dell’ultima frazione a suon di triple, dopo le scarse percentuali dei primi tre quarti, con Venezia che prova a piazzare il parziale decisivo, ma Treviso non ci sta e al 5’55” è sotto di soli 5 punti. Due triple consecutive di Imbrò permettono alla squadra di Menetti di mettere il “naso” avanti, ma De Nicolao risponde anche lui con una tripla e  con un fallo e vale poi di Chappell riportano avanti la Reyer a 3 minuti dal termine. Finale in volata con Stone che prova a dire la parola fine con la sua seconda tripla di serata, ma Nikolic riporta Treviso ad un solo possesso di distanza a 1’15” dalla fine (74-71). Treviso ci prova, ma una tripla di Daye mette il risultato al sicuro e il derby va alla Reyer.

 

REYER VENEZIA – DE’ LONGHI TREVISO BASKET 79-73

Parziali: 25-23; 38-37; 53-51.

Umana Reyer: Stone 8, Bramos 7, Tonut ne, Daye 14, De Nicolao 11, Filloy, Vidmar 4, Chappell 18, Mazzola, Pellegrino ne, Cerella 7, Watt 10. All. De Raffaele.

De’ Longhi: Tessitori 8, Logan 6, Alviti 3, Nikolic 14, Almeida 11, Parks 4, Imbrò 8, Chillo 5, Uglietti 2, Fotu 12. All. Menetti.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy