La Reyer si prende il derby grazie alle giocate di Stone

Venezia ha la meglio in una partita in costante equilibrio, decisivo il play su entrambi i lati del campo

di Marco Muffatto

Clima quasi primaverile all’esterno e clima da playoff all’interno con il Taliercio sold out già da diversi giorni, dopo 7 anni torna il derby a Venezia e tutto è apparecchiato per una grande sfida.

Venezia sembra aver ritrovato fiducia ed energie dopo la vittoria in EuroCup contro Oldenburng, mentre  i ragazzi di coach Menetti arrivano da due vittorie consecutive tra cui l’importate contro la Fortitudo Bologna. All’andata la De’Longhi si impose per 90-79.

Nelle rotazioni degli stranieri De Raffaele lascia fuori Udanoh e Goudelock con Tonut a referto solo per onor di firma, mentre per Treviso Menetti potrà contare su tutti gli effettivi

 

QUINTETTO VENEZIA: De Nicolao, Bramos, Chappell, Mazzola, Watt.

QUINTETTO TREVISO: Nikolic, Logan, Almeida, Parks, Fotu.

 

PRIMO PERIODO:

Parte subito forte Treviso che con due triple di Logan e i canestri di Fotu mette in difficoltà la difesa orogranata che in attacco risponde colpo su colpo con capitan Bramos e la solità intesità di Chappell, con il punteggio di 16-17 al 7 minuto. Primo quarto che scorre via in sostanziale equilibrio, con Venezia che sul finale alza i giri in difesa e trova con la tripla di Cerella dall’angolo il +2 con cui chiude il primo parziale.

SECONDO PERIODO:

Treviso impatta subito con Tessitori che si fa sentire sotto canestro, mentre sul fronte orogranata un Daye in serata “si” mette in difficoltà la difesa di Menetti. A 6’ dal termine del secondo quarto il match è ancora in equilibrio con Chillo che impatta sul 30-30. Calano le percentuali del tiro da fuori (solo 2/14 per Venezia) e e ci si affida alle giocate dei singoli con Tessitori che trova spazio sotto canestro, ma Venezia guidata da uno Stone (7 rimbalzi nel solo primo tempo) resta a contatto e chiude il secondo quarto sul +1.

TERZO PERIODO:

Subito un parziale di 8 a 3 firmato in gran parte da Fotu per Treviso costringe al time out De Raffaele dopo soli 2’ dall’inizio del quarto. A rientro dal time out Chappell riporta gli orogranata a contatto con l’aiuto di Stone che guida i compagni a veloci ripartenze (50-49 al 5’). Il terzo quarto corre via “spezzettato” dai fischi della terna con la Reyer che continua a restare davanti fino alla fine sul +2.

QUARTO PERIODO:

Inizio dell’ultima frazione a suon di triple, dopo le scarse percentuali dei primi tre quarti, con Venezia che prova a piazzare il parziale decisivo, ma Treviso non ci sta e al 5’55” è sotto di soli 5 punti. Due triple consecutive di Imbrò permettono alla squadra di Menetti di mettere il “naso” avanti, ma De Nicolao risponde anche lui con una tripla e  con un fallo e vale poi di Chappell riportano avanti la Reyer a 3 minuti dal termine. Finale in volata con Stone che prova a dire la parola fine con la sua seconda tripla di serata, ma Nikolic riporta Treviso ad un solo possesso di distanza a 1’15” dalla fine (74-71). Treviso ci prova, ma una tripla di Daye mette il risultato al sicuro e il derby va alla Reyer.

 

REYER VENEZIA – DE’ LONGHI TREVISO BASKET 79-73

Parziali: 25-23; 38-37; 53-51.

Umana Reyer: Stone 8, Bramos 7, Tonut ne, Daye 14, De Nicolao 11, Filloy, Vidmar 4, Chappell 18, Mazzola, Pellegrino ne, Cerella 7, Watt 10. All. De Raffaele.

De’ Longhi: Tessitori 8, Logan 6, Alviti 3, Nikolic 14, Almeida 11, Parks 4, Imbrò 8, Chillo 5, Uglietti 2, Fotu 12. All. Menetti.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy