La Reyer vince ma non convince, una combattiva Pistoia cede al fotofinish

di Andrea Ferronato

MESTRE (VE) – Viggiano innesca Peric per uno strepitoso alley-oop in transizione: è il 23′ e Venezia vola sul +18 ed ormai i giochi sembrano già fatti quando il tabellone di gioco segna il 3° minuto del 3° quarto. Nulla di tutto questo: Pistoia ha fatto soffrire la capolista fino all’ultimo secondo con una rimonta energica, frutto di una granitica difesa che ha mandato in tilt l’attacco lagunare (27 punti nei secondi 20 minuti). Venezia l’ha portata a casa giocando, come detto, un orribile secondo tempo e vivendo sulle sole fiammate di Stone e Dulkys, quest’ultimo mvp dell’incontro, riuscendo a spuntarla, come ormai d’abitudine, negli ultimi istanti di gioco. In casa Pistoia delusione per aver gettato alle ortiche una favolosa rimonta ma, al contempo, la consapevolezza che, nonostante la qualità non eccelsa del suo roster, giocando con questa intensità la salvezza non potrà che essere una naturale conseguenza.

Recalcati schiera a sorpresa dall’inizio Dulkys in favore di Goss, mentre Moretti risponde con Williams nello starting five. Mossa che da i suoi frutti perché lo statunitense è il protagonista principale – con 10 punti nel primo quarto – del primo break della partita (14-18 al 7’) che costringe Recalcati al timeout. Venezia continua a sprecare in attacco con alcune ingenuità di Goss e Moore ma Pistoia non ne approfitta: un’azione in solitaria di Ruzzier, in concomitanza del suono della sirena, regala il -1 agli orogranata (20-21 al 10’).
Nel secondo periodo i ritmi si alzano vertiginosamente: Johnson fa il bello ed il cattivo tempo sotto le plance, mentre Dulkys continua a martellare la retina dall’arco (30-29 al 17’). Pistoia raggiunge il bonus in anticipo e Venezia ne approfitta con Ortner per aumentare il gap dalla lunetta (34-29 al 18’). La Giorgio Tesi Group, con Hall in campo, perde la bussola in fase offensiva e soffre tremendamente l’intensità difensiva di Stone e compagni. E’ ancora Dulkys, con la 3° tripla della serata, a mandare le due squadre negli spogliatoi con Venezia avanti 39-31.
Si torna sul parquet e la Reyer prova subito la fuga: Stone mette sei punti consecutivi in un amen e l’Umana vola sul +18 dopo l’alley-oop sull’asse Viggiano-Peric (49-31 al 23’). Pistoia non alza bandiera bianca: Brown e Williams ricuciono il distacco fino al -7 (49-42 al 27’) e Recalcati deve chiamare minuto di sospensione per far riordinare le idee ai suoi ragazzi. Goss interrompe il momento “no” con un canestro fortunoso di tabella; questo rimarrà l’unico acuto di Venezia dal 23’ al 30’ che comunque a fine 3° parziale comanda 51-45.
Gli ospiti proseguono sull’onda del buon momento anche in apertura di ultima frazione: Filloy e Cinciarini lanciano Pistoia sul -1 al 35’ (55-54). Ci pensa ancora Dulkys con una tripla fuori equilbrio a ridare ossigeno ai lagunari (58-54 al 36’). I biancorossi non si scompongono: Hall e Milbourne sfruttano le amnesie difensive orogranata e regalano il vantaggio agli ospiti (58-61 al 38’). Venezia è solo Dulkys: tripla del lituano, parità a quota 61. Nell’azione seguente Cinciarini sbaglia da sotto poi protesta e viene sanzionato con un tecnico che la Reyer sfrutta parzialmente (Goss 0/1, Peric ½ dalla lunetta, 62-61 al 39’). Pistoia spreca con Johnson e si arriva con l’Umana in possesso del pallone a 19” (14” sul tabellone luminoso). Milbourne commette fallo su Viggiano: l’ex Siena ai liberi non tradisce e fa 2/2 (64-61 a 17”). Venezia non vuole subire una tripla che vorrebbe dire overtime e ferma il cronometro con i falli sistematici. A 9” Hall approda in lunetta e fa percorso netto (2/2, 64-63). Timeout Recalcati, palla alla Reyer. Si torna in campo e Pistoia ricorre al fallo per fermare l’azione e Peric non perdona (2/2, 66-63 a 8”). Pistoia ha nuovamente in mano il pallore per impattare e portare la sfida ai supplementari ma Milbourne, dall’angolo, non ha fortuna e la palla scheggia sul ferro. Rimbalzo Reyer ed il Taliercio può tirare un sospiro di sollievo: 6° vittoria stagionale e primato in vetta mantenuto in coabitazione con Reggio Emilia.

UMANA REYER VENEZIA 66-63 GIORGIO TESI GROUP PISTOIA (20-21, 39-31, 51-45)

VENEZIA:
Stone 10, Dulkys 15, Viggiano 11, Peric 12, Ortner 4- Starting Five
Ruzzier 4, Goss 6, Ceron 4, Ress, Moore. All.: Recalcati

PISTOIA:
Filloy 8, D.Cinciarini 15, Williams 16, Milbourne 4, Johnson 4
Hall 9, Brown 5, Mastellari ne, Severini ne, Magro 2. All.: Moretti

MVP BASKETINSIDE.COM: Deividas Dulkys (Umana Reyer Venezia)
NOTE: 3509 spettatori
Arbitri: Sabetta, Taurino, Quarta

Fotogallery a cura di Giacomo Martines & Marta Colombo

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy