La Sidigas mette la seconda: Logan sentenzia una Cremona mai doma

La Sidigas mette la seconda: Logan sentenzia una Cremona mai doma

I campani, trascinati dall’ex Sassari, vincono in casa contro i lombardi, che adesso vedono lo spettro della retrocessione più vicino che mai.

di Davide Scioscia

La Scandone Avellino vince nuovamente davanti al pubblico amico del PalaDelMauro contro un’altra squadra lombarda, la Vanoli Cremona. 85-78 il punteggio finale di una gara che ha visto star davanti la Sidigas, fatta eccezione per il primo periodo in cui Cremona ha saputo condurre con grande personalità; la squadra di coach Lepore ha comunque tenuto botta alle continue spallate dei biancoverdi, che però hanno portato a casa la posta in palio grazie all’esperienza dei suoi uomini chiave, su tutti David Logan, autore di 25 punti, e Adonis Thomas, che ha chiuso con 19; per la Vanoli non è bastato un mai domo Johnson-Odom, che ha firmato 21 punti.

STARTING FIVE
Sidigas: Ragland, Logan, A. Thomas, Leunen, Cusin
Vanoli: Johnson-Odom, Turner, Harris, T. Thomas, Wojciechowski

PRIMO TEMPO: Parte benissimo la formazione ospite, che con due triple di Turner e Johnson-Odom si porta sullo 0-6 al 2′, prima di subire la repentina reazione avellinese firmata da Adonis Thomas e Logan, che impattano al 4′ sul 10-10. Partita molto gradevole, che vede protagonisti Ragland e Thomas per la Sidigas e Gaspardo per la Vanoli: al 7′ è 18-19; non accade molto negli ultimi istanti del primo periodo, che vedono la squadra di casa tornare avanti e chiudere sul 21-19 al 10′. La Vanoli, come nel primo quarto, parte molto meglio della Scandone e grazie a Gaspardo e Mian va sul +4 al 13′ (24-28), costringendo Sacripanti al timeout. Si sblocca Randolph con cinque punti in fila, poi Ragland da oltre l’arco riporta in avanti Avellino: timeout per Lepore sul 34-31 al 15′. Continua la pressione biancoverde, con Adonis Thomas che è davvero on fire: il suo diciassettesimo punto vale il +6 Sidigas (39-33) al 18′. Non finisce qui, perché l’intensità difensiva di Avellino continua a salire, grazie alla quale può toccare il +8 dopo quattro punti consecutivi dell’ex Cusin: all’intervallo è dunque 43-35.
SECONDO TEMPO: La Scandone trova in avvio di secondo tempo la doppia cifra di vantaggio grazie ai canestri di Leunen, Cusin e Thomas (49-39 al 22′); la Vanoli ha una grande reazione e, trascinata da Harris, Biligha e Johnson-Odom, piazza un incredibile parziale di 0-10 che le consente di tornare a sole due lunghezze di svantaggio al 24′ (49-47). La Sidigas ferma l’emorragia con i punti di Thomas e Randolph, ma Johnson-Odom mantiene comunque a contatto la squadra biancazzurra: al 27′ è 54-51. Due bombe consecutive di Logan riportano completamente l’inerzia del match in direzione Avellino, che trova anche due liberi da Green, prima però di subire altrettante triple da Carlino: è 65-59 al 30′. Obasohan, entrato in campo molto tardi, si iscrive subito a referto con due canestri consecutivi che danno il +8 ai locali (69-61) al 32′. Cremona prova a tornare a contatto con Harris e Johnson-Odom, ma la Sidigas cavalca il momento di Obasohan e Logan e, anche grazie alla maggior esperienza, torna in doppia cifra di vantaggio (79-68) al 35′; rabbiosa la reazione ospite: ancora Johnson-Odom e Harris ridanno energia ai lombardi, che tornano a -6 al 37′ (79-73). Logan non trova più il canestro da oltre l’arco, diversamente da Johnson-Odom, che con la sua tripla riapre completamente la gara a 1′ dal termine (79-76); Avellino, però, chiude la saracinesca agli ospiti e, grazie a cinque liberi a segno di Logan ed uno del neo entrato Parlato, archivia la partita sull’85-78 finale.

MVP basketinside.com: David LOGAN – 25 punti, 5 assist, 8 falli subiti e 25 di valutazione

SIDIGAS Avellino 85-78 VANOLI Cremona
Parziali: 21-19; 43-35; 65-59

AVELLINO: Zerini, Ragland 8, Green 5, Logan 25, Esposito, Leunen 5, Cusin 8, Severini, Randolph 8, Obasohan 6, A. Thomas 19, Parlato 1. Coach: Sacripanti.

CREMONA: Johnson-Odom 21, Mian 4, Gaspardo 7, Harris 14, Carlino 8, Wojciechowski 4, Biligha 9, Turner 7, T. Thomas 4, Ibarra n.e. Coach: Lepore.

Arbitri: Seghetti, Aronne, Belfiore.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy