La solita Dinamo asfalta Caserta e si conferma grande

0

La Dinamo Banco di Sardegna Sassari, nonostante un secondo posto matematicamente conquistato dopo la vittoria di Bologna, porta a casa la sua 13esima vittoria casalinga stracciando una Caserta apparsa nettamente inferiore ma mai doma. Finisce 87-74 per gli uomini di Sacchetti che si assicurano una vittoria ininfluente ai fini del piazzamento playoff, ma che regala morale e nuove idee tattiche grazie ai nuovi innesti di Becirovic e Gordon che ben si sono comportati in questa 14esima giornata di ritorno. 

 Il primo è andato in crescendo, prima nel il ruolo di guarda, poi sostituendo degnamente Travis Diener in cabina di regia, segnando in totale 9 punti conditi da una bomba finale. Ancora meglio si è comportato Gordon che ha siglato la bellezza di 15 punti, 7 rimbalzi e 1 stoppata. Per i sardi ottime prove anche di Travis Diener, sempre più leader con 9 assist e 12 punti e suo cugino Drake autore di 14 punti. Per Caserta Jelovac e Jonusas a parte in campo si è visto poco e ora che i sogni playoff sono svaniti, complice la contemporanea vittoria di Venezia, non resta che onorare l’ultimo impegno casaling di campionato, contro Reggio Emilia, ricordando come la squadra campana sia andata oltre ogni aspettativa visti i probleme societari che ne hanno contraddistinto l’annata 2013. Sassari invece raggiunge l’ennesimo record in una stagione da incorniciare: 42 punti in classifica come mai era successo in 3 anni di Lega A. 

  

1° QUARTO: Il primo pallone della partita è in mano a Travis Diener che non si lascia scappare l’occasione di sbloccare immediatamente il risultato. I restanti due minuti di gioco volano via senza emozioni e con una miriade di errori soprattutto dai 6,75 (a fine quarto le percentuali sono ferme sul 8/21 per Sassari e 7/19 per Caserta) ci pensa Easley, dalla lunetta, a segnare un 1/ 2 e lanciare Sassari sul 3-0. Finalmente si vede per la prima volta Caserta che grazie a Jelovac sblocca il proprio tabellino, Drake Diener risponde con la prima bomba della partita, Gentile dall’area e ancora Drake fissano il primo parziale sull’8-4. Nella seconda metà del quarto la partita è caratterizzata da un susseguirsi di emozioni che premiano la Dinamo: alla prima bomba di Maresca, risponde Thornton dai 6,75, Jonusas con i suoi canestri tiene a galla i campani che trovano grazie a Maresca il canestro del 13 pari. Entra in campo il nuovo arrivato Gordon che timbra subito il cartellino con un perfetto 2/2 dalla lunetta (15-13). Sul finire di tempo Drake Diener segna una bomba che spedisce Caserta sul -5 e costringe Sacripanti al timeout; al rientro in campo Maresca riavvicina la Juve, ma due canestri di fila firmati da Gordon e Brian Sacchetti chiudono il quarto 22-15 per i sardi.

2° QUARTO: Il secondo quarto si apre con un parziale di 5-0 da parte di Caserta che trova prima un gioco da 3 punti firmato da Jelovac e successivamente con Michelori fissa il risultato sul 22-20. Sassari non ci sta e ingrana la quinta: sblocca Gordon, Michelori risponde, ma Becirovic (primo canestro in maglia Dinamo), Travis Diener e una bomba di Gordon spediscono Sassari sul +10 e mandano su tutte le furie Sacripanti che è costretto al timeout. Al rientro in campo la musica non cambia, è Sassari a continuare a condurre il match trovando con Thornton la bomba del +13 (35-22), Jelovac e Mordente piazzano un break di 6-0, ma Vanuzzo gela le speranze di rimonta prima con una bomba, poi aprendo il gioco per Easley che in contropiede trova il nuovo +12 (40-28). Il quarto si chiude 42-30 per Sassari complici i canestri finali di Mordente e di un geniale Travis Diener autore fino a quel momento di 6 punti e ben 6 assist.

3° QUARTO: Il terzo periodo si apre con un canestro di Thornton che ben servito dal settimo assist di Travis Diener poggia al ferro il canestro del +14, ancora il play di Fon du Lac è protagonista con un canestro da sotto che manda Sassari sul massimo vantaggio sul 46-30. Caserta non vuole mollare e trova con Gentile un canestro dall’area, ma Easley nel successivo capovolgimento di fronte schiaccia imperiosamente lasciando invariate le distanze tra le due compagini (48-32). Nei primi 3 minuti di gioco si contraddistingue per difesa, ma soprattutto azioni d’attacco Tony Easley che trova la seconda schiacciata di fila beccandosi un fallo di Michelori e realizzando anche il libero supplementare. Il vantaggio dei sardi diventa ancora più corposo grazie ai due canestri di fila di Travis Diener che portano a 21 il divario tra le due squadre. Caserta non ci sta e piazza la bomba con Gentile, ma Sassari è nettamente superiore e trova con Drake Diener un bellissimo canestro dall’area che vale il nuovo +22 e costringe Sacripanti all’ennesimo timeout. Al rientro sul parquet il copione non cambia è infatti Thornton a gelare la difesa campana con un bel canestro in penetrazione, Caserta risponde con Jelovac che dalla lunetta riporta a 21 i punti di distanza (65-44). Il quarto si chiude sul 71-46 grazie alle belle giocate di Sacchetti e Drake Diener che allo scadere beffa la disattenta difesa della Juve.

4° QUARTO: L’ultimo e decisivo periodo si apre con una bella giocata di Jelovac che trova un canestro con conseguente fallo di Devecchi, ma fallisce il libero supplementare. Gordon risponde con un bel canestro da sotto e realizza il suo 15esimo punto personale confermandosi una bella sorpresa per Sacchetti e compagni. Caserta sembra ormai nel pallone e non sfrutta gli errori in attacco della Dinamo mantenendo il suo distacco invariato (73-48). Gordon è onnipresente in attacco e in difesa e grazie all’ennesimo rimbalzo catturato in fase difensiva serve Travis che smista il suo ottavo assist con Devecchi che segna il punto del +26. A cinque minuti dalla fine Caserta trova grande fiducia grazie ad un parziale di 8-0 che li rilancia sul -16, artefici della mini rimonta Jonusas e Gentile (78-62). Il parziale campano è parzialmente tamponato da due grandi canestri di Becirovic che riporta a 18 le lunghezze di vantaggio. Il finale non lascia spazio a sorprese e vede Sassari trionfare per 87-74.  

 

SALA STAMPA:

Meo Sacchetti apre la conferenza stampa post partita con un sentito ringraziamento alla compagine campana: “Mi sembra giusto fare i complimenti a Caserta per la stagione che ha giocato nonostante le enormi difficoltà, i miei complimenti vanno a Sacripanti, ai giocatori e a tutto lo staff.” Poi il gigante di Altamura passa all’analisi del match: “La partita di oggi è la tipica partita che non vorresti giocare, ma è stata importante per inserire elementi nuovi. Sani ha ancora bisogno di entrare nella giusta condizione fisica, mentre Easley e Gordon possono coesistere”. Si passa poi a qualche domanda su un eventuale turnover non utilizzato da Sacchetti: “Ho pensato seriamente di far riposare Drake, ma mi sembrava giusto affrontare Caserta con la miglior formazione possibile, una cosa è certa per far strada nei playoff dovremo alzare il livello del nostro basket”.

Sacripanti, metabolizzata la sconfitta e svanito conseguentemente il sogno playoff, commenta con serenità la partita: “Per poter vincere a Sassari serviva la partita perfetta, per due quarti abbiamo limitato Sassari, ma abbiamo pagato le pessime percentuali al tiro e un secondo tempo troppo superiore di Sassari. Sono felice dell’atteggiamento dei miei giocatori che hanno coltivato una filosofia di gioco sempre dedita alla determinazione che non ci ha mai fatto mollare durante l’arco della stagione”. Sul finire della conferenza stampa Sacripanti quasi si commuove nell’analizzare la splendida stagione della sua Caserta: “Credo che questa sia la stagione che mi abbia più fatto crescere a livello personale nella mia vita. Abbiamo iniziato tagliando Wise, la presidenza si è rivelata inconsistente fino alla fine, abbiamo sofferto per l’addio di Akindele, abbiamo lottato fino alla fine senza mai perdere energia. Vorrei infine fare un grosso in bocca al lupo a Sassari una delle più belle realtà del basket italiano”.

 

Dinamo Banco di Sardegna Sassari: Becirovic 9, Devecchi 5, Thornton 13, T. Diener 12, Sacchetti 4, D. Diener 14, Vanuzzo 3, Pinton 0, Gordon 15, Easley 12. Coach Romeo Sacchetti

 Juve Caserta: Maresca 12, Jonusas 14, Mordente 12, Marzaioli 0, Mavreides 4, Sergio n.e., Gentile 13, Cefarelli n.e., Jelovac 19. Coach Stefano Sacripanti 

Fotogallery a cura di Elisabetta Pes