La Virtus è l’unica squadra imbattuta, una Pesaro acciaccata si arrende senza appello

La Virtus è l’unica squadra imbattuta, una Pesaro acciaccata si arrende senza appello

Gaines è il trascinatore delle Vu Nere, seguito dalla coppia Hunter-Weems, mentre Pesaro è solo Barford e Drell

di Alessandro Kokich

In una partita dal sapore di altri tempi, la Victoria Libertas torna a giocare a Pesaro 21 giorni dopo aver affrontato la Fortitudo; questa volta, contrapposti ci sono i bolognesi della Virtus, guidati da “Sasha” Djordjevic, ex giocatore della VL nelle stagioni a cavallo tra il 2003 ed il 2005. Altro ex di giornata è Frank Gaines, visto a Pesaro più recentemente, nel 2014. Dopo un primo quarto ad alta intensità, gli ospiti continuano a macinare un ottimo gioco a trazione serba con Markovic e Teodosic, mentre i locali non riescono a limitare l’impatto che si traduce in un 2-22 di parziale nel secondo quarto, che indirizza la gara nettamente senza possibilità di appello da parte della Carpegna Prosciutti.

 

Quintetti:

Carpegna Prosciutti Basket: Pusica, Barford, Drell, Thomas, Chapman


Segafredo Virtus: Markovic, Gaines, Weems, Ricci, Gamble

 

1° QUARTO: Una storica del campionato come VL-Virtus, si apre con 3 canestri per parte dopo altrettanti minuti; Pusica trova il primo canestro del campionato, appena rientrato dall’infortunio, mentre Gaines, ex di giornata, trova invece il terzo, firmando il punto numero 8. Ricci fa segnare il primo allungo sull’11-17, subito interrotto da Thomas. Anche Drell trova il punto numero 8, ma dall’altra parte, un Teodosic generoso come sempre, regala ai suoi compagni 3 canestri che valgono il 17-23, precedendo i canestri di Hunter e di Mussini a fil di sirena.

 

2° QUARTO: Una maggiore attenzione sotto il ferro da parte degli uomini di coach Djordjevic, vale il nuovo +7 sul 22-29; Mussini regala un alley oop incredibile a Chapman, il quale trova un altro canestro dopo appena 5 secondi dal precedente. Teodosic fa segnare di nuovo un +8, regalando poi una tripla al connazionale Markovic. Sotto le plance Chapman soffre molto i lunghi avversari, e grazie anche ad un 2+1 su Gaines la Virtus allunga sul 26-42 dopo 15 minuti; sempre lui firma il +20, Weems ruba palla e inchioda al ferro il parziale di 22-2 per le Vu Nere. Drell trova il primo canestro dal campo per la VL, dopo tempo immemore ma il differenziale è ancora troppo ampio; in conclusione di frazione, Barford subisce una stoppata e lascia il punteggio fermo sul 35-54, dopo un battibecco tra lui e Hunter che vale un doppio antisportivo.

 

3° QUARTO: Gaines continua ad accrescere i tentativi di tiro rimanendo sempre col 100% di realizzazione, mentre Pesaro cerca prevalentemente conclusioni forzate in uno contro uno. Il punteggio si muove timidamente da entrambe le parti, infatti dopo 6 minuti, il parziale recita 7 a 10; i locali tirano solo da 3 evitando ogni minima penetranzione mentre gli ospiti sbagliano tiri anche aperti.
Cournooh stoppa un Zanotti ancora estraneo alla partita, mentre dall’altra parte Teodosic continua a deliziare il pubblico, strappando applausi da tutti i presenti in modo indistinto. La Virtus dilaga, in mezzo alle voci dei tifosi ospiti che hanno riempito l’intero settore  a loro dedicato, toccando il +25 leggermente ridotto da un 2+1 di Miaschi per il 48-70.

 

4° QUARTO: Si iscrive a tabellino anche Zanotti, in una frazione che si preannuncia più interessante sugli spalti piuttosto che sul campo. Gamble continua a sovrastare un Chapman che ancora non è ben inserito nel sistema, seppur non troppo complicato, di coach Perego. Il pivot di Bologna continua a farsi valere dentro l’area mentre il pesarese punge da dietro l’arco per il 68-84, prima di concludere il suo non impressionante esordio con 5 falli. Barford prova a prendersi in mano la squadra con 11 punti in pochi minuti sul -14 ma lo sprint si esaurisce qui, con Pajola che segna altri 3 punti, fermando quella minima inerzia pesarese. Il punteggio finale recita 79-94 con tutti i tifosi ospiti che festeggiano l’imbattibilità, contro una storica rivale.

 

MVP Basketinside: Frank Gaines (19 punti)

 

CARPEGNA PROSCIUTTI BASKET PESARO – SEGAFREDO VIRTUS BOLOGNA 79-94 (19-25, 16-29, 13-16, 31-24)

Pesaro:

Barford 18, Drell 16, Mussini 9, Pusica 4, Miaschi 3, Eboua 2, Chapman 13, Alessandrini ne, Mujakovic ne, Thomas 8, Totè 3, Zanotti 3 All. Federico Perego

Bologna:

Gaines 19, Deri, Pajola 9, Baldi Rossi, Markovic 3, Ricci 7, Cournooh, Hunter 14, Weems 13, Nikolic 3, Teodosic 8, Gamble 18 All. Djordjevic Aleksandar

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy